Il Mondiale Record Per L’Italia: 8 Medaglie E 14 Nuovi Primati Nazionali

CAMPIONATI MONDIALI FINA 2019GWANGJU

Sipario.

Si conclude la rassegna iridata numero 18 dei mondiali di Nuoto e l’Italia lo fa riportando in patria il bottino più pesante di sempre.

8 medaglie in 8 giorni.

Spiccano i 3 ori conquistati dai protagonisti indiscussi del nuoto italiano. Chi chiamato a difendere il titolo di due anni fa. Chi all’arrembaggio verso la conferma di essere ormai tra le grandi del nuoto internazionale.

QUADARELLA Simona ITA Italy Gold Medal , Christian Minotti coach
Photo © Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

ORI

ARGENTI

Due sono gli argenti (metallo che era mancato nel medagliere dell’edizione precedente). Ancora Simona Quadarella negli 800 che si deve arrendere alla dimostrazione di forza di una rediviva Katie Ledecky. Benedetta Pilato che stupisce il mondo intero salendo sul podio dei 50 rana tra le big della specialità.

Gwangju South Korea 28/07/2019
Swimming
18th FINA World Aquatics Championships
Nambu University Aquatics Center
Photo © Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

I bronzi Italiani hanno invece sapori diversi.

Soddisfazione nel giorno di apertura per Gabriele Detti. Dopo un periodo di difficoltà sale sullo stesso gradino che aveva fatto suo all’ombra dei 5 cerchi. Nei 400 metri stile libero è terzo con il tempo di 3:43.23, nuovo Record Italiano.

Gioia incontenibile per Martina Carraro che nei 100 rana conferma una crescita esponenziale avuta nel corso dell’intera stagione.

Stanchezza per Gregorio Paltrinieri che conclude la sua spedizione con un 1500 nuotato 12 giorni dopo il suo esordio a questa kermesse iniziata nelle acque di Yeosu.

Medaglie di legno.

Per un bilancio più completo della nostra spedizione in Corea del Sud è infatti doveroso citare anche le 6 volte in cui il tricolore si è piazzato in quarta posizione.

Sono 3 le staffette italiane che si sono fermate ai piedi del podio: 4×100 stile uomini, 4×200 stile uomini e 4×100 mista donne.

A livello individuale:

RECORD

Se è vero che la competitività di una squadra si valuta (anche) in base al medagliere, si può dire che per valutare la crescita interna di quel paese si debba guardare ai miglioramenti dei record nazionali.

l’Italnuoto riparte da Gwangju con ben 14 nuovi record italiani, senza contare quei record migliorati nel corso della settimana coreana.

In alcuni casi migliorare il precedente record è stato per i nostri l’unico modo per accedere ai turni successivi in un campionato di altissimo spessore tecnico.

Tra tutti citiamo Arianna Castiglioni che in uno spettacolare spareggio ha stabilito il Record Italiano dei 100 metri rana, condividendolo per un giorno con Martina Carraro (1:06.39)

Gregorio Paltrinieri sigla non solo il record italiano ma anche il record europeo negli 800 stile libero. Superando così il crono che apparteneva a Gabriele Detti.

Oltre i Record Italiani Assoluti, Marco De Tullio ha stabilito il Record Italiano di Categoria nei 400 metri stile libero maschili, con il tempo di 3:44.86.

Record Che Cancellano il Gommato

Tre dei record segnati dagli azzurri hanno un sapore particolare perché vanno a cancellare dall’albo i tempi segnati durante il mondiale di Roma 09.

  1. Simona Quadarella dopo aver tolto il record italiano ad Alessia Filippi l’anno scorso a Glasgow negli 800 questa volta colpisce nei 1500 abbassando il limite precedente di oltre 4 secondi.
  2. La staffetta 4×200 maschile, mai così compatta nelle sue frazioni che nuota un totale di 7.02.01.
  3. Lo storico 200 stile di Filippo Megli che scende ben 3 volte sotto l’1.46 durante questo campionato e supera dopo dieci anni il tempo di Brembilla. Tempo nuotato proprio in prima frazione di staffetta.

Il record italiano più longevo ad essere stato abbattuto è invece quello della 4×100 stile uomini che risaliva ai giochi olimpici di Pechino 2008.

EDIZIONE ORO ARGENTI BRONZI
GWANGJU 2019  3 2 3 8
BUDAPEST 2017  3 3 6
KAZAN 2015 1 3 1 5
BARCELLONA 2013 1 1 2
SHANGAI 2011 2 3 5
ROMA 2009 3 1 4
MELBOURNE 2007 1 1 4
MONTREAL 2005 1 2 5

I record italiani di Gwangju 2019:

 

In This Story

Leave a Reply

About Aglaia Pezzato

Aglaia Pezzato

Cresce a Padova e dintorni dove inizialmente porta avanti le sue due passioni, la danza classica e il nuoto, preferendo poi quest’ultimo. Azzurrina dal 2007 al 2010 rappresenta l’Italia con la nazionale giovanile in diverse manifestazioni internazionali fino allo stop forzato per due delicati interventi chirurgici. 2014 Nel 2014 fa il suo esordio …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!