Gwangju Batterie Day1: Tutti Gli Italiani Qualificati Alle Semifinali/Finali

CAMPIONATI MONDIALI FINA 2019GWANGJU

Dopo il Record Italiano stabilito da Elena Di Liddo continuiamo il nostro viaggio verso il racconto delle batterie di qualificazione del primo giorno di questi Mondiali

50 METRI FARFALLA UOMINI

  • World Record: Andrii Govorov (Ukraine), 2018, 22.27
  • World-Junior Record: Michael Andrew (United States), 2017, 23.22
  • World Championship Record: Milorad Cavic (Serbia), 2009, 22.67
  • Record Italiano Piero Codia 23.11 – 28/07/2013, Barcellona

SEMIFINALI

  1. Caeleb Dressel, United States/Andrii Govorov, Ukraine, 22.84
  2. Oleg Kostin, Russia, 23.01
  3. Szebasztian Szabo, Hungary, 23.07
  4. Michael Andrew, United States, 23.09
  5. Daniel Zaitsev, Estonia, 23.26
  6. Andrey Zhilkin, Russia, 23.27
  7. Dylan Carter, Trinidad & Tobago, 23.33
  8. Ben Proud, Great Britain, 23.35
  9. Maxime Grousset, France, 23.36
  10. Nicholas Santos, Brazil, 23.48
  11. Meiron Cheruti, Israel, 23.49
  12. Kristian Gkolomeev, Greece, 23.51
  13. Piero Codia, Italy, 23.52
  14. Abdelrahman Sameh, Egypt, 23.54
  15. Konrad Czerniak, Poland, 23.63

Caeleb Dressel ha vinto la sua batteria con il tempo di 22.84, stesso tempo fatto registrare dal detentore del Record del Mondo Andrii Govorov.

La lotta tra i due si fa dunque ancora più interessante, essendo tra l’altro, gli unici due a nuotare sotto i 23 secondi già dalle batterie.

L’italiano Piero Codia, detentore del Record Assoluto in questa distanza, tocca in 23.53, agguantando comunque il suo posto nelle semifinali di questo pomeriggio.

Non ci sarà il campione olimpico del 2016 nei 100 metri farfalla, Joseph SchoolingSchooling finisce ventesimo con il tempo di 23.73. Nulla da fare nemmeno per l’ungherese Laszlo Cseh32° tempo con 23.93.

400 METRI STILE LIBERO DONNE

  • World Record: Katie Ledecky (United States), 2016, 3:56.46
  • World-Junior Record: Katie Ledecky (United States), 2017, 3:58.34
  • World Championship Record: Katie Ledecky (United States), 2014, 3:58.37

FINALE

  1. Katie Ledecky, United States, 4:01.84
  2. Ariarne Titmus, Australia, 4:02.42
  3. Anja Kesely, Hungary, 4:03.51
  4. Wang Jianjiahe, China, 4:03.97
  5. Leah Smith, United States, 4:04.53
  6. Veronika Andrusenko, Russia, 4:06.28
  7. Boglarka Kapas, Hungary, 4:07.05
  8. Anna Egorova, Russia, 4:07.10

Attesissima l’americana Katie Ledeckyche nella sua batteria nuota praticamente in solitaria. Chiude in 4:01.84 in scioltezza, nuotando il primo tempo di ingresso in finale. L’australiana Ariarne Titmus che rimane l’unica a poter avere qualche possibilità di detronizzare l’americana, tocca la piastra in 4:02.42.

100 METRI RANA UOMINI

SEMIFINALI

  1. Adam Peaty, Great Britain, 57.59
  2. Ilya Shymanovich, Belarus, 58.87
  3. Yasuhiro Koseki, Japan, 58.91
  4. Yan Zibei, China, 59.13
  5. James Wilby, Great Britain, 59.15
  6. Matthew Wilson, Australia, 59.17
  7. Joao Gomez, Brazil, 59.25
  8. Andrew Wilson, United States, 59.26
  9. Anton Chupkov, Russia, 59.31
  10. Kirill Prigoda, Russia, 59.32
  11. Arno Kamminga, Netherlands, 59.39
  12. Lizhuo Wang, China, 59.44
  13. Dmitriy Balandin, Kazakhstan, 59.56
  14. Nicolo Martinenghi, Italy, 59.58
  15. Fabio Scozzoli, Italy, 59.61
  16. Andrius Sidlauskas, Lithuania, 59.75

Scendono in acqua Fabio Scozzoli Nicolo’ Martinenghi.

Fabio Scozzolicome il buon vino, migliora con l’età. Nella tappa di Budapest della FINA Champions Swim Series, nuotò il suo personale di sempre in questa gara, 59.05. Due vasche in 27.34 e 31.71 per limare di quasi tre decimi il suo precedente primato personale. Il Record Italiano in questa distanza appartiene a Nicolo Martinenghi ed è lontano soltanto 4 centesimi di secondo.

Inseriti nella stessa batteria, Martinenghi chiude secondo con 59.58, dietro il britannico James Wilby, Scozzoli terzo con 59.61. Entrambi gli italiani sono in semi finale, rispettivamente con il 14° e 15° tempo.

Dalle batterie del mattino arrivano le prime sorprese. Fuori dalle semifinali Felipe Lima Michael Andrew.

Il detentore del Record del mondo Adam Peaty realizza il primo tempo, 57.59, a soli 12 centesimi di secondo dal Record dei Campionati dallo stesso fissato nell’edizione 2017 di Budapest.

STAFFETTA 4X100 STILE LIBERO DONNE

  • World Record: Australia, 2018, 3:30.05
  • World-Junior Record: Australia, 2015, 3:31.48
  • World Championship Record: Canada, 2017, 3:36.19

FINALE

  1. Australia, 3:33.39
  2. Canada, 3:34.73
  3. Sweden, 3:36.03
  4. United States, 3:36.13
  5. Japan, 3:36.17
  6. Netherlands, 3:36.62
  7. China, 3:37.89
  8. Germany, 3:38.55

L’Italia non è iscritta in questa staffetta, che comunque mantiene interesse e fascino per la presenza delle migliori velociste al mondo.

Anche se ci saranno solo 8 nazioni in finale, le prime 12 squadre si qualificheranno per le Olimpiadi di Tokyo del 2020.

L’America chiude prima nella sua batteria con il tempo di 3:36.13, con Allison Schmitt (55.04), Abbey Weitzeil (53.07), Margo Geer (53.61) e Lia Neal (54.41). Arriva poi l’Australia, super favorita alla vigilia di questi mondiali con le sorelle Campbell a disposizione. Le australiane chiudono in 3:33.39 ipotecando già l’oro della finale di questa sera.

La più veloce delle batterie è stata un’impressionante Sarah Sjostrom che ha nuotato la sua frazione in 51.91.

STAFFETTA 4X100 STILE LIBERO UOMINI

  • World Record: United States, 2008, 3:08.24
  • World-Junior Record: Australia, 2013, 3:16.96
  • World Championship Record: United States, 2009, 3:09.21
  • Record Italiano 3:11.48 11/08/2008, Olimpiadi Pechino

FINALE

  1. United States, 3:11.31
  2. Great Britain, 3:12.42
  3. Russia, 3:12.64
  4. Australia, 3:12.65
  5. Italy, 3:12.66
  6. Brazil, 3:12.97
  7. France, 3:13.04
  8. Hungary, 3:13.90

Anche se ci saranno solo 8 nazioni in finale, le prime 12 squadre si qualificheranno per le Olimpiadi di Tokyo del 2020.

Con il tempo di 3:12.66 l’Italia entra in finale e si qualifica anche alle Olimpiadi di Tokyo del 2020.

Queste le frazioni degli italiani:

  1. CONDORELLI Santo 48.67
  2. FRIGO Manuel 47.90
  3. BORI Alessandro 48.49
  4. MIRESSI Alessandro 47.60

APPROFONDIMENTI

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!