Un Pomeriggio Da Ricordare A Gwangju Per L’Italia-I Risultati Completi Del Day3

CAMPIONATI MONDIALI FINA 2019GWANGJU

Un pomeriggio da infarto quello che si prospetta per gli italiani.

Si entra nel cuore del Mondiale di Gwangju ed oggi vedremo alcuni degli atleti più significativi del nuoto azzurro.

Alle ore 13:00 il fischio di inizio e la prima emozione potrebbe arrivare subito.

In scena la finale dei 200 metri stile libero maschili.

Filippo Megli ieri ha cancellato un Record Italiano siglato ai Mondiali di Roma del 2009 da Emiliano Brembilla, in gommato.

Subito dopo la finale dei 200 metri stile libero maschili, trenta vasche da nuotare per la romana Simona Quadarella ad un passo dallo scrivere un’altra pagina di storia.

Se vi sarà rimasto ancora un briciolo di fiato in petto, preparatevi a sudare anche l’acqua del battesimo perché subito dopo Simona Quadarella scenderanno in acqua la coppia Scozzoli/Martinenghi nelle semifinali dei 50 metri rana, Federica Pellegrini per la semifinale dei 200 metri stile libero, Federico Burdisso nella semi dei 200 metri farfalla e le detentrici del Record Italiano Martina Carraro Arianna Castiglioni nella finale dei 100 metri rana.

Sognare è più che lecito.

200 METRI STILE LIBERO UOMINI- FINALE

  • World Record: Paul Biederman (Germany), 2009, 1:42.00
  • Junior World Record: Ivan Girev (Russia), 2017, 1:46.40
  • World Championships Record: Paul Biederman (Germany), 2009, 1:42.00
  • 2017 Defending World Champion: Sun Yang (China), 1:44.39
  • Record Italiano Filippo Megli1:45.76, Gwangju 22 Luglio 2019

PODIO

  1. ORO Sun Yang 1:44.93
  2. ARGENTO Katsuhiro Matsumoto 1:45.22
  3. BRONZO Martin Malyutin, Russia/Duncan Scott, Great Britain, 1:45.63

L’australiano Clyde Lewis parte dalla corsia centrale con accanto la star cinese Sun YangParte velocissimo con un distacco su Yang già ampio alla virata dei 100 metri. Seconda parte di gara con ancora l’australiano al comando, mentre Sun Yang inizia la risalita. Ultima vasca con Danas Rapsys che in maniera impressionante recupera su Clyde Lewis. Danas Rapsys tocca per primo, ma viene squalificato per essersi mosso sul blocco di partenza.

Il Campione del Mondo è il cinese Sun Yang con il tempo di 1:44.93.

Filippo Megli è quinto al mondo ed il tempo di 1:45.67 abbassa il Record Italiano dallo stesso stabilito nella semifinale di ieri e solo a 4 centesimi dal podio.

1500 METRI STILE LIBERO DONNE – FINALE

PODIO

  1. ORO Simona Quadarella 15:40.89
  2. ARGENTO Sarah Koehler 15:48.83
  3. BRONZO Wang Jianjiahe  15:51.00

Nelle batterie di qualifica di ieri Simona Quadarella ha nuotato il secondo tempo, 15:51.49. Il tempo più veloce era stato realizzato dalla detentrice del Record del Mondo, nonché campionessa in carica, Katie Ledecky.

Questa mattina la notizia della rinuncia alla finale dei 1500 è arrivata quando in Italia era notte fonda ed a Gwangju si stavano svolgendo le batterie del mattino.

Per effetto della rinuncia della Ledecky, rientra in gara Mireia Belmonte Garciache due anni fa a Budapest conquistò la medaglia d’argento in questa distanza.

Simona Quadarella arriva al blocco della corsia n. 4 con tre titoli europei conquistati l’anno scorso a Glasgow ed una quantità di chilometri immane macinati nell’attesa di questa finale.

Non è una gara contro la Ledecky o la Koehler o la Kesely. E’ l’ultimo atto di un percorso costato fatica, lacrime e sudore, che merita il giusto epilogo.

Si parte.

Inizio aggressivo per la cinese Wang che dalla corsia sette si posiziona subito tra le prime tre. Simona Quadarella conduce con un ritmo elevato di nuotata. La tedesca Sarah Koehler è seconda.

La gara è lunga, ma ai 600 metri Simona Quadarella nuota ritmi incredibili. Le avversarie sono lasciate dietro, con un gap che aumenta sempre di più.

La gara si avvicina verso la fine e Simona Quadarella sta per scrivere la storia del nuoto italiano.

Ultime due vasche e l’impresa si sta per compiere.

Simona Quadarella è la campionessa del Mondo dei 1500 metri stile libero ed il tempo di 15:40.89 è il nuovo Record Italiano.

Simona scrive la storia!

50 METRI RANA UOMINI – SEMIFINALE

FINALE

  1. Adam Peaty, Great Britain, 26.11
  2. Felipe Lima, Brazil, 26.62
  3. Fabio Scozzoli, Italy, 26.70
  4. Ilya Shymanovich, Belarus, 26.77
  5. Joao Gomes, Brazil, 26.84
  6. Yan Zibei, China, 26.86
  7. Michael Andrew, United States, 26.88
  8. Kirill Prigoda, Russsia/Tobias Bjerg, Denmark 27.08 — SWIM-OFF

Fabio Scozzoli e Nicolo Martinenghi nuotano nella prima semifinale, vinta da Scozzoli.

Il tempo di 26.70 è il nuovo Record Italiano assoluto.

Fabio Scozzoli migliora se stesso abbassando di tre centesimi il record stabilito nel 2018 durante i Campionati Assoluti di Riccione.

Il capitano della nazionale entra nella finale mondiale dei 50 metri rana con il terzo tempo.

100 METRI DORSO DONNE – FINALE

PODIO

  1. ORO: Kylie Masse, Canada, 58.60
  2. ARGENTO: Minna Atherton, Australia, 58.85
  3. BRONZO: Olivia Smoliga, United States, 58.91

100 METRI DORSO UOMINI – FINALI

PODIO

200 METRI STILE LIBERO DONNE – SEMIFINALI

FINALE

  1. Federica Pellegrini, Italy, 1:55.14
  2. Ariarne Titmus, Australia, 1:55.36
  3. Siobhan Haughey, Hong Kong, 1:55.58
  4. Sarah Sjostrom, Sweden, 1:55.70
  5. Yang Junxuan, China, 1:55.99
  6. Charlotte Bonnet, France, 1:56.19
  7. Penny Oleksiak, Canada, 1:56.41
  8. Rio Shirai, Japan, 1:56.82

Federica Pellegrini domani nuoterà l’ottava finale mondiale della sua carriera.

Lo farà dalla corsia centrale.

La campionessa del mondo in carica, nonché detentrice del Record del Mondo, nella seconda semi finale di questo pomeriggio tocca per prima la piastra e ferma il tempo a 1:55.14.

La giovane Ariarne Titmus che ha soffiato a Katie Ledecky il trono dei 400 metri stile libero, ha realizzato il secondo crono, 1:55.36.

Domani sarà un’altra gara. Sarà però un’altra finale dove in un modo o nell’altro, l’Italia reciterà ancora una volta il ruolo di protagonista.

200 METRI FARFALLA UOMINI – SEMIFINALI

  • World Record: Michael Phelps (United States), 2009, 1:51.51
  • World-Junior Record: Kristof Milak (Hungary), 2017, 1:53.89
  • World Championships Record: Michael Phelps (United States), 2009, 1:51.51
  • 2017 Defending World Champion: Chad le Clos (South Africa), 1:53.33
  • Record Italiano Federico Burdisso 1:54.64, Riccione 2019

FINALE

  1. Kristof Milak, Hungary, 1:52.96
  2. Zach Harting, United States, 1:55.26
  3. Daiya Seto, Japan, 1:55.33
  4. Leonardo de Deus, Brazil, 1:55.71
  5. Chad le Clos, South Africa, 1:55.88
  6. Federico Burdisso, Italy, 1:55.92
  7. Denys Kesil, Ukraine, 1:55.95
  8. Antani Ivanov, Bulgaria/Tamas Kenderesi, Hungary, 1:56.25

Federico Burdisso parte scatenato nei primi 50 metri facendo registrare un passaggio addirittura sotto quello del Record del mondo, 24.71. L’azzurro mantiene il comando per 150 metri, quando viene superato dallo statunitense Zach Harting. Burdisso perde posizioni e tocca per quarto con 1:55.92. Entra in finale con il sesto tempo.

Il più veloce è l’ungherese Kristof Milak con il tempo di 1:52.96. Un abisso separa Milak dagli altri finalisti, oltre tre secondi.

100 METRI RANA DONNE – FINALE

PODIO

  1. ORO Lilly King 1:04.93
  2. ARGENTO Yuliya Efimova 1:05.93
  3. BRONZO Martina Carraro 1:06.36

Un passaggio ai 50 metri di 31.59 ed un ritorno a 34.77 e Martina Carraro tocca la piastra per terza in 1:06.36 conquistando una storica medaglia di bronzo ed abbassando il Record Italiano Assoluto fissato ieri pomeriggio.

Il giusto epilogo di una stagione vissuto da Martina a livelli altissimi.

Ai Mondiali in vasca corta di Hangzhou del 2018 fissò il Record italiano sia nei 100 che nei 50 metri, diventando la prima donna italiana ad abbattere la barriera dei 30 secondi in vasca corta.

Seguiva una stagione in vasca lunga da incorniciare, fino alla medaglia di questa sera.

La gara viene vinta dall’Americana Lilly King con il tempo di 1:04.93.

La russa Yulia Efimova è argento con 1:05.49

In This Story

2
Leave a Reply

1 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
newest oldest most voted
TIffany Watersand

Grazie Mille, per Italiano!

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!