Tokyo 2020: Prima Sessione Di Finali Olimpiche- Recap Live

OLIMPIADI DI TOKYO 2020

Programma gare finali 25 luglio:

  • 400 misti U FINALE
  • 100 farfalla D SEMIFINALI
  • 400 stile libero U FINALE
  • 400 misti D FINALE
  • 100 rana U SEMIFINALI
  • 4X100 stile libero D FINALE

Sono sette gli azzurri che prenderanno parte a questa mattinata giapponese di finali e semifinali olimpiche. 4 gli inni che risuoneranno all’Olympic Centre per  celebrare i titoli dei 400 stile libero maschili, i 400 misti sia femminili che maschili e infine per la 4×100 stile libero femminile, unica staffetta che vede l’Italia assente ai blocchi di partenza.

RISULTATI LIVE

400 METRI MISTI UOMINI-FINALE

  • WR 4:03.84 USA PHELPS Michael Beijing (CHN) 10 Aug 2008
  • OR 4:03.84 USA PHELPS Michael Beijing (CHN) 10 Aug 2008
  • Record italiano  4:09.88 Luca Marin  01/04/2007 Melbourne
  • 2016 Olympic Champion: Kosuke Hagino (JPN) – 4:06.05

RISULTATI

  1. GOLD: Chase Kalisz (USA) – 4:09.42
  2. SILVER: Jay Litherland (USA) – 4:10.28
  3. BRONZE: Brendon Smith (AUS) – 4:10.38
  4. David Verraszto (HUN) – 4:10.59
  5. Max Litchfield (GBR) – 4:10.59
  6. Leon Marchand (FRA) – 4:11.16
  7. Lewis Clareburt (NZL) – 4:11.22
  8. Alberto Razzetti (ITA) – 4:11.32

Il campione del mondo in carica, Daiya Seto è stata la prima vittima illustre di questa olimpiade rimanendo escluso dai turni di batteria dei 400 misti. La scena quindi è tutta per Chase Kalisz, il vice campione di Rio de Janeiro che questa volta si prende la gloria olimpica e porta con se sul podio il compagno di nazionale Jay Litherland e l’australiano Brendon Smith che nelle fasi preliminari si era mostrato il migliore.

8° posto per Alberto Razzetti che forza un po il passaggio farfalla e non può nulla sul finale nonostante un arrivo molto serrato tra 7 atleti. Il tempo è di 4:11. 32, tutta la finale ha nuotato notevolmente più piano rispetto al turno nuotato nella serata di ieri

100 METRI FARFALLA DONNE-SEMIFINALE

  • WR 55.48 SJOESTROEM Sarah Rio de Janeiro (BRA) 7 Aug 2016
  • OR 55.48 SJOESTROEM Sarah Rio de Janeiro (BRA) 7 Aug 2016
  • Record Italiano 57.04 Elena Di Liddo 21/07/2019 Gwangju
  • 2016 Olympic Champion: Sarah Sjostrom (SWE) – 55.48

FINALISTE

  1. Zhang Yufei (CHN) – 55.89
  2. Marie Wattel (FRA) – 56.16
  3. Emma McKeon (AUS) – 56.33
  4. Sarah Sjostrom (SWE) – 56.40
  5. Torri Huske (USA) – 56.51
  6. Maggie MacNeil (CAN) – 56.56
  7. Louise Hansson (SWE) – 56.92
  8. Anastasiya Shkurdai (BLR) – 57.19

13. Elena Di Liddo (ITA) 57.60

15. Ilaria Bianchi (ITA) 58.07

La prima semifinale porta Marie Wattel al primato nazionale francese in 56.16 davanti a Emma McKeon che peggiora rispetto alle batterie dove aveva nuotato il record continentale. Unica atleta sotto i 56″ è Yang Yufei che vince la seconda delle semifinali e si candida come favorita per la finale di domani. Le azzurre Ilaria Bianchi e Elena Di Liddo non riescono a superare il turno e nuotato rispettivamente 58.07 e 57.60.

400 METRI STILE LIBERO UOMINI-FINALE

  • WR 3:40.07 GER BIEDERMANN Paul Rome (ITA) 26 Jul 2009
  • OR 3:40.14 CHN SUN Yang London (GBR) 28 Jul 2012
  • Record Italiano 3:43.23 Gabriele Detti  21/07/2019 a Gwangju
  • 2016 Olympic Champion: Mack Horton (AUS) – 3:41.55

RISULTATI

  1. GOLD: Ahmed Hanaoui (TUN) – 3:43.36
  2. SILVER: Jack McLoughlin (AUS) – 3:43.52
  3. BRONZE: Kieran Smith (USA) – 3:43.94
  4. Henning Muhlleitner (GER) / Felix Auboeck (AUT) – 3:44.07
  5. Gabriele Detti (ITA) – 3:44.88
  6. Elijah Winnington (AUS) – 3:45.20
  7. Jake Mitchell (USA) – 3:45.39

Storica medaglia d’oro per la Tunisia dalla corsia 8. Ahmed Hafnaoui ha scritto la storia del nuoto diventando il primo atleta africano a vincere i 400 stile libero ad un olimpiade. Il 18 enne aveva già sorpreso tutti qualificandosi in finale dalle batterie dove i tempi di iscrizione portano gli atleti a gareggiare fuori dalle teste di serie e ora ha completato l’opera con uno dei più inaspettati colpi di scena di questa prima giornata di finali vincendo in 3:43.36 (ultimo 50 in 27.23) . Prima dei Giochi il Tunisino aveva un personale di 3:46.16.

Dietro di lui uno dei favoriti alla vigilia, l’australiano Jack McLoughlin in 3:43,52 e bronzo per l’americano Kieran Smith. Gabriele Detti tenta la sua celebre rimonta negli ultimi 100 metri ma non riesce a ripete il colpo fatto 5 anni fa a Rio e si ferma al 6 posto complessivo in 3:44.88

400 METRI MISTI DONNE- FINALE

  • WR 4:26.36 HUN HOSSZU Katinka Rio de Janeiro (BRA) 6 Aug 2016
  • OR 4:26.36 HUN HOSSZU Katinka Rio de Janeiro (BRA) 6 Aug 2016
  • Record Italiano 4:34.34 Alessia Filippi 10/08/2008 a Pechino
  • 2016 Olympic Champion: Katinka Hosszu (HUN) – 4:26.36

RISULTATI

  1. GOLD: Yui Ohashi (JPN) – 4:32.08
  2. SILVER: Emma Weyant (USA) – 4:32.76
  3. BRONZE: Hali Flickinger (USA) – 4:34.90
  4. Mireia Belmonte (ESP) – 4:35.13
  5. Katinka Hosszu (HUN) – 4:35.98
  6. Viktoria Mihalyvari-Farkas (HUN) – 4:37.75
  7. Aimee Willmott (GBR) – 4:38.30
  8. Ilaria Cusinato (ITA) – 4:40.65

La giapponese Yui Ohashi vince l’oro olimpico dei 400 misti femminili e non riesce a trattenere le lacrime. Con una frazione a rana poderosa da 1:16.4 ha preso un distacco che ha impedito alla coppia americana Weyant/Flickinger di completare la rimonta a stile. La campionessa olimpica in carica, Katinka Hosszu conclude al 5° posto, seconda tra le europee dietro all’altra veterana di questa finale, Mireia Belmonte Garcia. 8° posto per Ilaria Cusinato alla sua prima finale olimpica dove nuota 4:40.65.

100 METRI RANA MASCHILI- SEMIFINALI

  • WR 56.88 GBR PEATY Adam Gwangju (KOR) 21 Jul 2019
  • OR 57.13 GBR PEATY Adam Rio de Janeiro (BRA) 7 Aug 2016
  • Record Italiano Nicolo Martinenghi 58.29 25/06/2021  Roma
  • 2016 Olympic Champion: Adam Peaty (GBR) – 57.13

FINALISTI

  1. Adam Peaty (GBR) – 57.63
  2. Arno Kamminga (NED) – 58.19
  3. Nicolo Martinenghi (ITA) – 58.28
  4. Yan Zibei (CHN) – 58.72
  5. Michael Andrew (USA) – 58.99
  6. James Wilby (GBR) – 59.00
  7. Ilya Shymanovich (BLR) – 59.08
  8. Andrew Wilson (USA) – 59.18

15. Federico Poggio (ITA) 59.91

Nella prima della due semifinali in acqua Nicolo Martinenghi nuota accanto ad Arno Kamminga, ai 50 metri i due sono separati da 18 centesimi, 27.20 per l’olandese e 27.38 per l’azzurro. Al tocco finale il tempo di Nicolò è 58.28, migliorando il precedente record italiano di un centesimo. Il primato era stato registrato durante il Trofeo Settecolli di Roma, ultimo appuntamento prima di partire per il Giappone. (leggi qui l’approfondimento)

Nella stessa semi Federico Poggio è 8° in 59.91

Adam Peaty nuota senza difficolta e si aggiudica la seconda semi in 57.63, unico sotto i 58″ in questo turno. Un po appannato Michael Andrew che prende la quinta posizione in vista della finale di domani.

 4×100 STILE LIBERO FEMMINILE- FINALE

  • World Record: Australia (Jack, Campbell, McKeon, Campbell) – 3:30.05 (2018)
  • Olympic Record: Australia (McKeon, Elmslie, Campbell, Campbell) – 3:30.65 (2016)
  • Record Italiano (Erika Ferraioli, Silvia Di Pietro, Aglaia Pezzato, Federica Pellegrini) 3:35.90 Rio 2016
  • 2016 Olympic Champion: Australia (McKeon, Elmslie, Campbell, Campbell) – 3:30.65

RISULTATI

  1. GOLD: Australia – 3:29.69 WR
  2. SILVER: Canada – 3:32.78
  3. BRONZE: USA – 3:32.81
  4. Netherlands – 3:33.70
  5. Great Britain – 3:33.96
  6. Sweden – 3:34.69
  7. China – 3:34.76
  8. Denmark – 3:35.70

Arriva il primo Record del Mondo di questi Giochi Olimpici e ha firmalo è la staffetta veloce australiana femminile. Le Aussie erano le grandi favorite e non hanno tradito le attese. Con il tempo di 3:29.69 la formazione composta dalle due sorelle Campbell (Bronte in apertura e Cate in chiusura), Meg Harris e Emma McKeon, hanno riscritto il primato che apparteneva già all’Australia dal 2018.  A fare la differenza senza dubbio la prestazione della Mckeon, già impegnata oggi nella semi dei 100 farfalla che ha nuotato una frazione da 51.35.

Argento per il Canada e bronzo per gli Stati Uniti, separati solo da 3 centesimi. Mentre la Cina, complessivamente 7°, nuota il primato asiatico sulla distanza.

 

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Aglaia Pezzato

Aglaia Pezzato

Cresce a Padova e dintorni dove inizialmente porta avanti le sue due passioni, la danza classica e il nuoto, preferendo poi quest’ultimo. Azzurrina dal 2007 al 2010 rappresenta l’Italia con la nazionale giovanile in diverse manifestazioni internazionali fino allo stop forzato per due delicati interventi chirurgici. 2014 Nel 2014 fa il suo esordio …

Read More »