Campionati Europei di Glasgow 2018: Gli Oscar di Swimswam

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

August 14th, 2018 Italia

CAMPIONATI EUROPEI GLASGOW 2018

I Campionati Europei di Glasgow hanno riempito le nostre giornate per sette giorni. I migliori nuotatori d’Europa si sono dati battaglia, assicurandosi un posto nell’Olimpo del nuoto mondiale.

Come da tradizione, Swimswam assegna gli “Awards”, gli Oscar, divisi per categoria.

Potrete trovare gli Oscar assegnati alla rassegna europea al seguente link, ad opera di James Sutherland.

Di seguito cercherò di sottolineare le prestazioni assolute di maggior rilievo firmate da atleti italiani.

NUOTATRICE FEMMINILE – SARAH SJOSTROM

Non era nella sua forma perfetta, eppure  Sarah Sjostrom ha vinto quattro ori su quattro gare indviduali. Doppia coppia per la superstar svedese. Nonostante l’infortunio al dito Sarah vola nei 50 e 100 farfalla e diventa la regina dello stile libero veloce. Nel 50 stile libero tocca la piastra a sette centesimi da record del mondo, fino a spingere  Pernille Blume a provare a batterla nei primi 50 metri della semi finale dei 100 stile libero.

Ci aveva abituati a ben altri ritmi. A Glasgow Katinka Hosszu concentra tutte le sue forze sulla gara dei 200 metri misti, diventando la prima atleta femminile della storia a vincere l’oro nella stessa gara per cinque volte consecutive.

Simona_Quadarella_ 2018 European Championships, courtesy of Giusy Cisale

Menzioni d’onore:

  • Simona Quadarella  – tre medaglie d’oro nella rassegna europea la lanciano nel panorama mondiale come la mezzo fondista da battere. A 19 anni conquista il titolo nelle tre distanze 400/800/1500 stile libero femminili, con Record Italiano negli 800 metri. La risposta italiana a Katie Ledecky è pronta.
  • Yuliya Efimova  -Tied Sjostrom con quattro medaglie d’oro, tra cui una spazzata degli eventi rana. Quella fu la prima volta che una donna aveva fatto gli acuti rana dal ungherese Agnes Kovacsnel 1999. Il suo quarto oro nella staffetta mista 400 ha visto il suo posto il più veloce scissione rana nella storia (1: 03.95), e lei ha aggiunto un argento nel misto 400 misti.

NUOTATORE MASCHILE – KLIMENT KOLESNIKOV

Il premio avrebbe dividerlo con Adam Peaty Kliment Kolesnikov  spicca su tutti per le cinque medaglie portate a casa sulle quali spicca l’oro nei 50 dorso maschili con tanto di Record del Mondo.

Al record del mondo nei 50 si aggiunge poi il Junior World Record nei 100 metri (52.53).

Fabio Scozzoli-2018 European Championship Glasgow – courtesy of Giusy Cisale swimswam.com

Menzioni d’onore:

  • Adam Peaty . Come dicevo, l’oscar andrebbe diviso con il re della rana veloce. Peaty è diventato il primo uomo a vincere la combinata 50/100 rana in tre campionati consecutivi.
  • Fabio Scozzoli. Più gli si ricorda la sua età, più Fabio dimostra in acqua che la rana veloce è ancora affare suo. Argento nei 50 metri (dietro al Re di cui al punto precedente), bronzo nella staffetta 4×100 mista mista. E Tokyo non è poi così lontana.

 

 

PRESTAZIONE FEMMINILE DEL CAMPIONATOMARGHERITA PANZIERA , 200 DORSO

Margherita_Panziera-2018 European Championships, courtesy of Giusy Cisale swimswam.com

FEMMINILE

Margherita Panziera , nella gara dei 200 metri dorso ha vinto l’oro con il tempo di 2.06.18 stabilendo il nuovo Record dei Campionati. Il precedente risaliva al 1991 ed era stato fissato da  Krisztina Egerszegi in 2: 06,62.

Menzioni d’onore:

  • Georgia Davies , 50 indietro – Davies sceso di quasi mezzo secondo dal suo momento migliore per  battere il record europeo nei 50 schiena  prelims (27.21), diventando il 4 ° più veloce performer della storia. Ha eseguito il backup vincendo l’oro nella finale di 27.23.

PRESTAZIONE MASCHILE DEL CAMPIONATO – PIERO CODIA – 100 FARFALLA

La finale dei 100 farfalla ha regalato la prestazione maschile del meeting. Dalla corsia 8 partiva con l’ultimo tempo. Nelle semifinali l’ungherese Lazslo Cseh riesciusciva a guadagnarsi la corsia centrale con il tempo di 51.65. A due centesimi Aleksandr Sadovnikov. Ma è in finale che accade ciò che nessuno aveva previsto. Piero Codia esegue un passaggio ai 50 di 23.42 e chiusura a 50.64, vincendo l’oro e siglando il Record Italiano e Record dei Campionati.   

Piero-Codia-2018 European Championship Glasgow – courtesy of Giusy Cisale swimswam.com

Menzioni d’onore

  • Kliment Kolesnikov nella gara dei 50 metri dorso cancella uno dei pochi record rimasti dall’era dei “super Costumoni”
  • Adam Peaty sorprende nei 100 metri rana, siglando il Record del Mondo ed il Record della Manifestazione. Quest’ultimo, in particolare, è stato abbassato di oltre un secondo.
  • Anton Chupkov vince i 200 metri rana grazie ad un’accelerazione eseguita nella seconda metà della gara e fermando il crono a 13 centesimi dal Record del Mondo

GARA FEMMINILE DEL MEETING – 200 Misti

Doveva essere un testa a testa tra Katinka HosszuSiobhan-Marie O’Connor, rispettivamente oro e argento olimpico a Rio 2016. Nella realtà la gara dei 200 metri misti femminili è stata una lotta tra Ilaria Cusinato e la Maria Ugolkova.

La Cusinato ha toccato per prima il muro di virata al termine della frazione a rana, prima che Katinka Hosszu tirasse fuori le unghie negli ultimi 50 metri a stile libero. Katinka aveva rinunciato a nuotare la semi finale dei 200 dorso proprio per concentrarsi sui 200 metri misti. E’ così diventata la prima donna a vincere cinque titoli consecutivamente nella stessa gara . Ilaria Cusinato con il tempo di 2: 10.25 ha conquistato l’argento e siglato il Record Italiano.

Menzioni d’onore:

  • 100 dorso – Carlotta Zofkova era sicuramente l’outsider di questa gara. Nessuno avrebbe immaginato che invece avrebbe eseguito la gara perfetta, vincendo il bronzo e fissando il nuovo Record Italiano in 59.61.

GARA MASCHILE DEI CAMPIONATI – 200 STILE LIBERO

La finale dei 200 stile libero maschile è stata una gara davvero emozionante.  Duncan Scott ha deliziato il pubblico di casa con una vittoria dalla corsia 8 tutta maturata nella seconda parte della gara.

Menzioni d’onore

  • 200 rana – La gara che ha visto trionfare Anton Chupkov con Record Europeo e Record dei Campionati ha significato anche il fiato sospeso per gli italiani. Sul podio ale anche Luca Pizzini, che conquista il bronzo con il tempo di 2:08.54.

RIVELAZIONE FEMMINILE – FREYA ANDERSON

Anche se non ha vinto medaglie individuali, la diciassettenne inglese Freya Anderson merita il premio rivelazione femminile.

Quarta nei 100 stile libero, ma il tempo di 53.61 abbassa il suo Record Europeo Junior. Inoltre ha dato un contributo importante alle medaglie inglesi (ben quattro) nelle staffette. La Anderson ha inoltre prodotto la frazione femminile più veloce di tutte le staffette con il suo 1:555.800 nella 4×200 stile libero. 

Menzioni d’onore:

  • Margherita Panziera – Margherita l’anno scorso ai campionati di Budapest finì 14sima. In un anno c’è stata la grande svolta ed ora risiede al terzo posto nella classifica mondiale stagionale.

RIVELAZIONE MASCHILE – ALESSANDRO MIRESSI

Alessandro-Miressi-2018 European Championship Glasgow – courtesy of Giusy Cisale swimswam.com

Diciannove anni, una medaglia d’oro europea ed ora anche il Record Italiano. 

Alessandro Miressi è senza dubbio la rivelazione dell’anno, entrando anche nello speciale club “sub 47” nella staffetta 4×100 stile libero maschile che ha vinto l’argento (frazione a 46.99).

L’Italia ha una grande tradizione nella “gara regina” e Miressi sembra l’erede prescelto dell’altra stella dei 100 metri (sia individuali che in staffetta) Filippo Magnini , che ha vinto tre medaglie d’oro consecutive agli Europei del 2004, 2006 e il 2010.

PAESE DEI CAMPIONATI – ITALIA

Se non fosse già evidente dall’assegnazione dei premi precedenti, la squadra Italiana è decisamente la protagonista di questi Europei.

Un bottino di 22 medaglie  segna il record nella storia della nazionale.

Superata la quota 18 degli Europei di Londra nel 2012,  nonostante l’assenza di campioni mondiali quali Gabriele Detti, il ranista detentore del Record Mondiale Junior Niccolò Martinenghi e della velocista Silvia Di Pietro.

Merito di tante prestazioni di elevato rilievo di un gran numero di atleti facenti parte della squadra, come le già citate Margherita Panziera, Ilaria Cusinato, Simona Quadarella, Carlotta Zofkova, Alessandro Miressi, Piero Codia

APPROFONDIMENTI

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!