World Cup Atene: Analisi E Risultati Live Finali Day 2

2023 WORLD AQUATICS SWIMMING WORLD CUP – ATHENS

Seconda serata di finali della tappa di Atene della Coppa del Mondo. In acqua avremo Thomas Ceccon Nicolò Martinenghi impegnati nelle finali dei 100 metri stile libero e 50 metri rana maschili, rispettivamente.

Seguite con noi tutti gli aggiornamenti live.

DIRETTA STREAMING

400 METRI MISTI FEMMINILI

  • World Record: 4:25.87 — Summer McIntosh, Canada (2023)
  • World Cup Record: 4:32.30 — Katinka Hosszu, Hungary (2019)
  • World Junior Record: 4:25.87 — Summer McIntosh, Canada (2023)

PODIO

  1. ORO: Katie Grimes (United States) — 4:38.74
  2. ARGENTO: Waka Kobori (Japan) — 4:39.35
  3. BRONZO: Ageha Tanigawa (Japan) — 4:40.23

Katie Grimes si è ripetuta come vincitrice dei 400 Misti, bissando la vittoria di Berlino. La Grimes ha preso il largo nella prima metà della gara, girando a metà percorso in 2:10.24, con 3,29 secondi di vantaggio sul gruppo. Ma nella frazione a rana, le  giapponesi  Waka Kobori e Ageha Tanigawa, si sono messe al lavoro per cancellare il deficit.

Dopo 50 metri di rana, il vantaggio di Grimes si era dimezzato e al passaggio allo stile libero era di soli 0,18 secondi. Grimes è tornata nella sua zona di comfort nello stile libero, ma Kobori l’ha spinta fino al traguardo. Grimes ha raggiunto la vittoria in 4:38.74, precedendo di poco il 4:39.35 di Kobori.

Tanigawa ha fatto un 2-3 finale per il Giappone, tornando sul podio per la seconda volta in questa Coppa del Mondo. Sebbene si sia classificata terza invece che seconda come a Berlino, è stata più veloce di oltre due secondi rispetto allo scorso fine settimana, passando da 4:42.73 a 4:40.23.

800 METRI STILE LIBERO MASCHILI

  • World Record: 7:32.12 — Zhang Lin, China (2009)
  • World Cup Record: 7:56.96 — Gregorio Paltrinieri, Italy (2015)
  • World Junior Record: 7:43.37 — Lorenzo Galossi, Italy (2022)

PODIO

  1. ORO: Henrik Christiansen (Norway) — 7:51.92  *World Cup Record*
  2. ARGENTO: Dimitrios Markos (Greece) — 7:58.16
  3. BRONZO: Kaito Tabuchi (Japan) — 7:58.70

Il norvegese Henrik Christiansen ha staccato tutti nella serie veloce degli 800 stile libero maschili. La vittoria è arrivata abbastanza presto, si trattava solo di capire quanto sarebbe stato veloce il suo tempo. Ha stabilito il tempo di 7:51.92, cancellando il record di Coppa del Mondo di Gregorio Paltrinieri del 2015 di poco più di cinque secondi.

La gara principale si è svolta alle spalle di Christiansen: Dimitrios Markos, Kaito Tabuchi e Josh Brown si sono contesi gli altri due posti sul podio. Brown ha guidato i tre nella prima parte della gara. Ma nella parte finale della gara, Markos ha iniziato a mettere le gambe in gioco e anche Tabuchi non ha voluto mollare.

I due hanno superato Brown ed è stato uno sprint tra loro per il secondo posto negli ultimi 50 metri. Davanti al pubblico di casa, Markos ha conquistato il secondo posto in 7:58.16, davanti al 7:58.70 di Tabuchi.

50 METRI DORSO MASCHILI

  • World Record: 23.55 — Kliment Kolesnikov, Russia (2023)
  • World Cup Record: 24.40 — Vladimir Morozov, Russia (2019)
  • World Junior Record: 24.00 — Kliment Kolesnikov, Russia (2018)

PODIO

  1. ORO: Michael Andrew (United States) — 24.79
  2. ARGENTO: Pieter Coetze (South Africa) — 24.89
  3. BRONZO: Isaac Cooper (Australia) — 24.90

È stata una gara combattuta tra Michael Andrew, Pieter Coetze e Isaac Cooper nei 50 dorso maschili. Sembrava che Andrew avesse la gara in pugno, ma negli ultimi dieci metri sia Coetze che Cooper si sono imposti. Coetze si è ripreso da una brutta partenza, portandosi in gara per il primo posto proprio alla fine.

Il sudafricano Coetze non ha avuto abbastanza spazio per prendere Andrew, che ha portato a termine il lavoro con 24.79. Coetze si è piazzato secondo in 24.89, precedendo di un solo centesimo Cooper. Sebbene l’intero podio sia stato al di sotto dei 25 secondi, cosa che non è avvenuta a Berlino, sia Andrew che Cooper sono stati più lenti rispetto allo scorso fine settimana, dove hanno fatto 24.47 e 24.57 per il primo e il secondo posto.

200 METRI STILE LIBERO FEMMINILI

  • World Record: 1:52.85 — Mollie O’Callaghan, Australia (2023)
  • World Cup Record: 1:55.10 — Siobhan Haughey, Hong Kong (2023)
  • World Junior Record: 1:53.65 — Summer McIntosh, Canada (2023)

PODIO

  1. ORO: Siobhan Haughey (Hong Kong) — 1:55.03 *World Cup record*
  2. ARGENTO: Erika Fairweather (New Zealand) — 1:56.71
  3. BRONZO: Nikolett Padar (Hungary) — 1:57.32

Un altro record di Coppa del Mondo per Siobhan Haughey.  Lei e Lani Pallister sono state le uniche due della manche a tenere tutti e quattro i 50 sotto i 30 secondi e Haughey ha chiuso in 29.72 e 29.17 per un tempo di 1:55.03. Il record della Coppa del Mondo, stabilito la settimana scorsa, è stato abbassato di sette centesimi.

Erika Fairweather ha bissato l’argento di Berlino con 1:56.71, precedendo la giovane ungherese Nikolett Padar negli ultimi 50 metri. Padar ha girato in 30.39 sugli ultimi 50, tenendo a bada la carica di Pallister, che ha chiuso in 29.80. Padar ha conquistato il bronzo in 1:57.32, impedendo a Pallister di ripetere il podio di Berlino.

200 METRI MISTI MASCHILI

  • World Record: 1:54.00 — Ryan Lochte, United States (2011)
  • World Cup Record: 1:57.06 — Mitch Larkin, Australia (2019)
  • World Junior Record: 1:56.99 — Hubert Kos, Hungary (2021)

PODIO

  1. ORO: Matt Sates (South Africa) — 1:58.86
  2. ARGENTO: Kieran Smith (United States) — 1:59.56
  3. BRONZO: Danas Rapsys (Lithuania) — 2:00.15

Come ha fatto per tutto lo scorso weekend, Matt Sates ha usato la frazione a rana per portarsi in testa nella gara dei 200 misti maschili ad Atene. Era quarto dopo la frazione a dorso, ma ha fatto un tempo di 34.06 a rana – l’unica persona in gara con un tempo inferiore a 35 – per prendere il comando.

Lui e Kieran Smith si sono sfidati nella frazione a stile libero, ma Sates è riuscito a vincere in 1:58.86, mentre Smith si è classificato secondo in 1:59.56. Sul podio ci sono gli stessi nuotatori dello scorso fine settimana, ma questa volta Smith è sceso sotto i 2 minuti e ha conquistato l’argento.

Il lituano Danas Rapsys è sceso al sesto posto dopo la frazione a rana. Tuttavia, si è presentato in 27.36, salendo di tre posizioni e ottenendo il terzo posto in 2:00.15, a un secondo dal suo record personale del 2019.

100 METRI DORSO FEMMINILI

  • World Record: 57.45 — Kaylee McKeown, Australia (2021)
  • World Cup Record: 57.95 — Kaylee McKeown, Australia (2023)
  • World Junior Record: 57.57 — Regan Smith, United States (2019)

PODIO

  1. ORO: Kaylee McKeown (Australia) — 57.63 *World Cup record*
  2. ARGENTO: Kylie Masse (Canada) — 1:00.10
  3. BRONZO: Ingrid Wilm (Canada) — 1:00.57

Kaylee McKeown continua a dimostrare il suo dominio nel dorso durante la Coppa del Mondo. Dopo essere arrivata a soli 0,04 secondi dal record mondiale dei 50 dorso nel primo giorno, ha fatto segnare un 57.63 per vincere i 100 dorso, spaventando il suo stesso record mondiale e stabilendo un nuovo record di Coppa del Mondo.

La McKeown ha girato in 28.32, poi è arrivata alla piastra in 29.31 e ha azzerato il record di Coppa del Mondo che aveva stabilito solo lo scorso fine settimana con 57.95. Dopo la gara ha dichiarato che “non si aspettava assolutamente” questi tempi all’inizio della stagione, ma continua ad avvicinarsi al suo record mondiale di 57,45 del 2021.

Nessun altro in campo è riuscito a toccare la McKeown. Come ieri, le canadesi hanno conquistato il secondo e il terzo posto nella gara, con Kylie Masse seconda in 1:00.10 e Ingrid Wilm terza in 1:00.57.

50 METRI RANA MASCHILI

PODIO

  1. ORO Qin Haiyang, 26.52
  2. ARGENTO Adam Peaty 26.59
  3. BRONZO Nic Fink 26.98

Qin Haiyang si è imposto nei 50 rana maschili, conquistando la sua seconda vittoria di questa tappa con un tempo di 26,52. È possibile che Qin stia iniziando a mostrare i segni di quante gare ha fatto quest’anno, dato che questo è stato il suo tempo di vittoria più lento nei 50 rana tra Mondiali, WUGS, Giochi Asiatici e Coppa del Mondo di Berlino.

Tuttavia, 26.52 è stato più che sufficiente per vincere. Adam Peaty si è piazzato al secondo posto in 26.89, un ottimo risultato per lui che ha migliorato notevolmente rispetto a una settimana fa, quando si era piazzato al terzo posto in 26.98.

Nic Fink ha conquistato il bronzo in 26.98.

Nicolo Martinenghi ha migliorato il tempo nuotato a Berlino, chiudendo qui ad Atene al quinto posto in 27.06.

50 METRI FARFALLA FEMMINILI

  • World Record: 24.43 — Sarah Sjostrom, Sweden (2014)
  • World Cup Record: 25.06 — Sarah Sjostrom, Sweden (2023)
  • World Junior Record: 25.46 — Rikako Ikee, Japan (2017)

PODIO

  1. ORO: Sarah Sjostrom (Sweden) — 24.97 World Cup Record
  2. ARGENTO: Zhang Yufei (China) — 25.31
  3. BRONZO: Torri Huske (United States) — 25.73

Torri Huske è partita forte, ma la gara è stata tutta di Sarah Sjostrom. Ha preso rapidamente il controllo e ha stabilito un nuovo record di Coppa del Mondo per la vittoria. Ha nuotato in 24.97, portando il record sotto i 25 secondi per la prima volta e superando il 25.06 dello scorso fine settimana.

Si tratta di un altro podio che si ripete rispetto a quello dello scorso fine settimana. Zhang si è aggiudicata l’argento in 25.31, superando il 25.14 dello scorso fine settimana. Huske si è cimentata ancora una volta nella doppietta 200 stile libero/50 farfalla. Ha migliorato il suo tempo nei 50 farfalla, raggiungendo il terzo posto in 25.73.

100 METRI STILE LIBERO MASCHILI

  • World Record: 46.86 — David Popovici, Romania (2022)
  • World Cup Record: 47.78 — Vladislav Grinev, Russia (2019)
  • World Junior Record: 46.86 — David Popovici, Romania (2022)

PODIO

  1. ORO Thomas Ceccon 48.36
  2. ARGENTO Dylan Carter 48.62
  3. BRONZO Zac Incerti 48.88

Thomas Ceccon conquista per la seconda volta il titolo nei 100 metri stile libero maschili. Qui ad Atene ha chiuso in 48.36, mentre a Berlino la scorsa settimana aveva vinto l’oro in 47.97. Il primato personale di Ceccon in questa distanza è di 47.71, realizzato alle Olimpiadi di Tokyo 2021.

Dopo la gara, Ceccon ha commentato “per ottobre è buono”.

I primi tre classificati sono stati gli unici a scendere sotto i 49 secondi, con Zac Incerti che ha chiuso al terzo posto in 48,88. Dopo aver superato un infortunio alla spalla all’inizio dell’anno, Incerti sta continuando a dimostrare che sta tornando in forma qui in Coppa del Mondo.

100 METRI RANA FEMMINILI

  • World Record: 1:04.13 — Lilly King, United States (2017)
  • World Cup Record: 1:05.93 — Alia Atkinson, Jamaica (2015)
  • World Junior Record: 1:04.35 — Ruta Meilutyte, Lithuania (2013)

PODIO

  1. ORO: Ruta Meilutyte (Lithuania) — 1:06.70
  2. ARGENTO: Tes Schouten (Netherlands) — 1:06.94
  3. BRONZO: Sophie Hansson (Sweden) — 1:07.26

Ruta Meilutyte ha preso il largo velocemente, girando in 30.63. Un tempo ancora più veloce del 31.07 con cui aveva esordito lo scorso fine settimana. Si è affaticata nel tratto finale, ma a differenza di Berlino, è riuscita non solo a mantenere un posto sul podio, ma anche a vincere.

Meilutyte è la campionessa mondiale in carica in questa gara e si è aggiudicata la vittoria con 1:06.70, tenendo a bada l’olandese Tes Schouten. La Schouten ha fatto un tempo di 35,15 sulla via del ritorno, precedendo Jenna Strauch e Sophie Hansson per il secondo posto in 1:06,94.

Anche la Hansson ha superato la Strauch, completando il podio con 1:07.26.

200 METRI FARFALLA MASCHILI

  • World Record: 1:50.34 — Kristof Milak, Hungary (2022)
  • World Cup Record: 1:54.18 — Chad le Clos, South Africa (2015)
  • World Junior Record: 1:53.79 — Kristof Milak, Hungary (2017)

PODIO

  1. ORO: Matt Sates (South Africa) — 1:55.44
  2. ARGENTO: Richard Marton (Hungary) — 1:56.50
  3. BRONZO: Takumi Terada (Japan) — 1:57.23

Sates ha ottenuto la sua seconda vittoria della giornata, chiudendo la seconda sessione di finali con una vittoria nei 200 farfalla maschili. Lui, Richard Marton, Takumi Terada e Trenton Julian erano tutti insieme ai 100 metri. Ma Sates ha trovato un’altra marcia nella parte finale, con un tempo di 30.27/29.46 per separarsi dagli altri tre e vincere. Il tempo di vittoria di Sates, 1:55.44, è il suo record personale e ha ridotto l’1:55.87 nuotato lo scorso fine settimana.

Marton, che era in testa al gruppo nei 50 e nei 100, ha resistito per l’argento in 1:56.60. Terada ha bissato il terzo posto di Berlino, a soli due decimi dal tempo ottenuto in quell’occasione, con 1:57.23.

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale graduated high school at the Italian Liceo Classico "T.L. Caro" where she was engaged in editing the school magazine. In 2002, she was among the youngest law graduates of the  Federico II University of Naples (ITA). She began her career as a Civil Lawyer, becoming licensed to practice law …

Read More »