Trials Australia Occhi Puntati Sui 100 Stile Risultati Finali Day 4

2021 SWIMMING AUSTRALIA OLYMPIC TRIALS

Il programma della quarta sessione di finali dei Trials Olimpici Australiani mette in palio la qualificazione in quattro distanze: 200 metri rana maschili, 200 metri farfalla femminili, 100 metri stile libero maschili e 1500 metri stile libero femminili.

200 METRI RANA UOMINI

I 200m rana maschili non hanno visto grandissime prestazioni, che probabilmente verranno conservate per la finale che si svolgerà alle ore 11:00 italiane. Matthew Wilson che ha detenuto il record mondiale della distanza per una manciata di ore a Gwangju, ha nuotato il primo tempo di ingresso in finale, 2:10.26 mentre Zac Stubblety-Cook con 2:10.64 ha lanciato la sfida per la finale. Daniel Cave è in agguato con il tempo in 2:13.36, ma sembra essere una battaglia tra i primi due, che dovranno nuotare sotto il 2:08.28 richiesto da Swimming Australia

PODIO

  1. Zac Stubblety-Cook – 2:06.28 Record Australiano – Record del Commonwealth
  2. Matthew Wilson – 2:08.52
  3. Daniel Cave – 2:09.62

Matt Wilson è stato veloce in partenza ed è stato il primo a virare ai 50 in 28.85. Zac Stubblety-Cook si è ripreso sui secondi 50, ma Wilson ha mantenuto il vantaggio, girando ai  100 in 1:01.35, un secondo intero sotto il ritmo del record del mondo. Stubblety-Cook ha fatto la sua mossa sul terzio50 e ha preso il comando ai 150 metri 1:34.24. Con un ritmo sotto il record del mondo Zac Stubblety-Cook ha nuotato gli ultimi 50 metri toccando la piastra in  2:06.28, siglando il  nuovo record australiano e del Commonwealth e il secondo tempo più veloce di sempre.

Solo il record mondiale di Anton Chupkov è meglio di ciò che ha fatto in acqua oggi l’australiano. Matt Wilson è arrivato secondo in 2:08.52, mancando il tempo di qualificazione da .24 secondi.

A meno di 40 giorni dai Giochi Olimpici Zac Stubblety-Cook guida il ranking mondiale stagionale

2020-2021 LCM Men 200 Breast

2Shoma
Sato
JPN2:06.4004/07
3Arno
Kamminga
NED2:06.8512/04
4Anton
Chupkov
RUS2:06.9905/20
5Ippei
Watanabe
JPN2:07.0812/06
View Top 26»

200 METRI FARFALLA DONNE

  • World: 2:01.81 12/10/2009 Liu Zige, CHN
  • Commonwealth: 2:03.41 30/07/2009 Jessicah Schipper, AUS
  • Australian: 2:03.41 30/07/2009 Jessicah Schipper, Commercial
  • All Comer: 2:05.41 7/04/2015 Madeline Groves, SPW
  • OQT: 2:08.43

La diciassettenne Elizabeth Dekkers si è imposta nelle batterie dei 200 metri farfalla raccogliendo la prima testa di serie in un solido 2:08.49. Afferrando l’unico tempo sub-2:10 del campo, Dekkers ha nuotato il 5 ° tempo più veloce della sua carriera. Il suo personal best di sempre è di 2:07.25 nuotato lo scorso Aprile ai Campionati Australiani giovanili.

Podio

  1. Brianna Throssell – 2:07.63
  2. Elizabeth Dekkers – 2:08.57
  3. Laura Taylor – 2:08.74

Ai 50 metri erano in quattro ad avanzare verso la parete di virata, guidate da Brianna Throssell in testa a 28.51 seguita da Elizabeth Dekkers a 28.56. Dekkers è passata in vantaggio al secondo 50, girando a 1:00.72 seguita da Throssell in 1:01.09. Ai 150 metri era ancora la Dekkers a mantenere il vantaggio, virando in 1:33.62, .23 centesimi davanti a Throssell.

Nell’ultima vasca la veterana Throssell ha fatto la sua mossa. Con una accelerazione in uscita di subacquea ha chiuso l’ultimo 50 in 33.78 per muoversi davanti a Dekkers e chiudere in 2:07.63.

Brianna Throssell riesce a scorgere la strada per i suoi secondi giochi olimpici, mentre la Dekkers vede svanire il sogno agli ultimi 50 metri, chiudendo fuori dal QT.

100 METRI STILE LIBERO UOMINI

  • World: 46.91 18/12/2009 Cesar Cielo, BRA
  • Commonwealth: 47.04 11/04/2016 Cameron McEvoy, AUS
  • Australian: 47.04 11/04/2016 Cameron McEvoy, Bond
  • All Comer: 57.04 11/04/2016 Cameron McEvoy, Bond
  • OQT: 48.33

Il campione olimpico in carica  Kyle Chalmers partirà dalla corsia centrale in finale con il tempo di 48.58 nuotato nelle batterie. Il tempo è più lento rispetto al migliore stagionale di Chalmers, 48.04 realizzato ai Campionati nazionali di Aprile. Chalmers ha bisogno di essere più veloce di stamattina di oltre due decimi per ambire al posto in squadra per le prossime oOlimpiadi, con il QT fissato a 48.33.

PODIO

  1. Kyle Chalmers – 47.59
  2. Matthew Temple – 48.32
  3. Cameron McEvoy – 48.49
  4. Zac Incerti – 48.51

La gara individuale e la staffetta olimpica 4×100 metri stile libero maschile sono un gioco fatto.

Kyle Chalmers ha mostrato che lui è pronto a difendere il suo titolo olimpico. Chalmers ha eseguito un passaggio ai 50 metri in 23.05, per chiudere in 47.59 con mezza lunghezza del corpo di vantaggio.

Secondo Matthew Temple a 48.32, sotto il tempo di qualificazione olimpica di 1 centesimo. Il detentore del primato australiano Cameron McEvoy ha chiuso la top 3 mettendo il suo nome in lizza per la staffetta veloce di Tokyo ed i suoi terzi Giochi olimpici. Zac Incerti è riuscito a fare la gara della vita, nuotando il personal best e finendo per la prima volta in carriera sotto i 49 secondi.

1500 METRI STILE LIBERO DONNE

  • World: 15:20.48 17/05/2018 Katie Ledecky, USA
  • Commonwealth: 15:40.41 04/08/2015 Lauren Boyle, NZL
  • Australian: 15:52.17 04/08/2015 Jessica Ashwood
  • All Comer: 15:28.36 24/04/2014 Katie Ledecky, USA
  • OQT: 16:02.75

Podium:

  1. Maddy Gough – 15:46.13
  2. Kiah Melverton – 15:57.14
  3. Moesha Johnson – 15:59.96

Chiusura col botto della quarta serata di finali dei trials con Maddy Gough che ha stabilito il nuovo record australiano e del Commonwealth nei 1500 metri stile libero femminili in 15:46.13

Nei primi 200 metri, il gruppo al comando era formato da quattro donne. Maddy Gough in testa in 2:05.34. Nei 300 metri successivi ha aumentato il vantaggio girando ai 500 metri in 5:15.39. A poco più di un secondo Kareena Lee in 5:16.82, seguita da Moesha Johnson in 5:17.04 e Kiah Melverton in 5:17.34. Gough ha affermato il suo vantaggio sui secondi 500 mentre la gara sarebbe stata tra il trio di Lee, Melverton e Johnson per il secondo posto.

Ai 1000 metri, Gough ha accumulato cinque secondi di vantaggio virando in 10:31.26, mentre la Lee ha abbassato il ritmo e la gara per il secondo posto è diventata tra Johnson e Melverton.

Melverton, che era leggermente dietro Johnson per tutta la gara, ha fatto la sua mossa sugli ultimi 100 per finire in seconda posizione e qualificarsi per Tokyo.

Gli australiani hanno dimostrato grande profondità in questa gara, con le prime quattro nuotatrici tutte sotto il tempo di qualificazione olimpica.

Maddy Gough con il tempo di 15:46.13 stabilisce il record australiano migliorandolo di oltre sei secondi e togliendolo a Jessica Ashwood. Inoltre, il tempo è anche il nuovo record del Commonwealth e cancella il vecchio primato di 15:46.41 stabilito dalla neozelandese Lauren Boyle

RECAP E APPROFONDIMENTI

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »