Olimpiadi Tokyo 2020 Risultati E Recap Live Finali Giorno 3

OLIMPIADI DI TOKYO 2020

È martedì mattina a Tokyo e all’Aquatics Cetre  è tutto pronto per la terza sessione di finali dei giochi olimpici estivi del 2020, rinviati al 2021.

Questa sessione sarà caratterizzata dalle finali dei 200 stile libero maschili, 100 dorso femminili e maschili e 100 rana femminili e le semifinali dei 200 stile libero femminili, 200 farfalla maschili e 200 misti femminili.

200 STILE LIBERO FEMMINILI – SEMIFINALI

  • World Record: Federica Pellegrini (ITA) – 1:52.98 (2009)
  • Olympic Record: Allison Schmitt (USA) – 1:53.61 (2012)
  • World Junior Record: Yang Junxuan (CHN) – 1:55.43 (2019)
  • 2016 Olympic Champion: Katie Ledecky (USA) – 1:53.73
  • Record Italiano Federica Pellegrini 1:52.98 Roma 2009

Federica Pellegrini ha esordito questa mattina con il tempo di 1:57.33. 27.24/56.73/ 1:26.98 i suoi parziali. Katie Ledecky è stata oltre due secondi e si presenta come testa di serie, Ariarne Titmus ha nuotato nelle batterie a mezzo secondo dall’americana. Secondo e terzo tempo per Penny Oleksiak 1:55.38 e Madison Wilson 1:55.87

TOP 8

  1. Ariarne Titmus (AUS) – 1:54.82
  2. Siobhan Haughey (HKG) – 1:55.16
  3. Katie Ledecky (USA) – 1:55.34
  4. Yang Junxuan (CHN) – 1:55.98
  5. Barbora Seemanova (CZE) – 1:56.14
  6. Penny Oleksiak (CAN) – 1:56.39
  7. Federica Pellegrini (ITA) – 1:56.44
  8. Madison Wilson (AUS) – 1:56.28

Ariarne Titmus gareggia nella prima semifinale passando ai 100 metri in quinta posizione. La più veloce è Siobhan Haughey che stacca le altre concorrenti per 150 metri prima di dare vita al duello con l’australiana che accelera nella seconda metà di gara e chiude prima in 1:54.82.

Federica Pellegrini è nella seconda semifinale, partente dalla corsia n. 8. Il centro della vasca è occupato dall’americana Katie Ledecky, campionessa olimpica in carica, 1:55.28 nelle batterie.

Katie Ledecky impone il ritmo nella prima metà di gara, 57.11 il passaggio di Pellegrini ai 100 metri. Nella seconda metà di gara, Federica prova la sua accelerazione e va recuperare posizione chiudendo terza. Il suo tempo è 1:56.44, settimo tempo assoluto. Federica Pellegrini  conquista la sua quinta finale olimpica consecutiva.

200 METRI STILE LIBERO UOMINI FINALE

  • World Record: Paul Biedermann (GER) – 1:42.00 (2009)
  • Olympic Record: Michael Phelps (USA) – 1:42.96 (2008)
  • World Junior Record: Hwang Sun Woo (KOR) – 1:44.62 (2021)
  • 2016 Olympic Champion: Sun Yang (CHN) – 1:44.65
  • Record Italiano: Filippo Megli 1:45.67 (2019)

L’unico sub 1:44 delle semifinali è stato nuotato da Duncan Scott in 1:44.60. A quasi 5 decimi l’americano Kieran Smith ma le insidie potrebbero arrivare anche dalle corsie laterali. Conquista la prima finale olimpica a soli 16 anni il fenomeno rumeno David Popovici che ieri ha nuotato il settimo tempo. L’altro atleta junior in corsa per il podio è il coreano Hwang Sunwoo che in questa distanza detiene il Record Mondiale Juniores.

  1. GOLD: Tom Dean (GBR), 1:44.22 record britannico 
  2. SILVER: Duncan Scott (GBR), 1:44.26
  3. BRONZE: Fernando Scheffer (BRA), 1:44.66 record brasiliano
  4. David Popovici (ROU), 1:44.68 record rumeno – Record Europeo Juniores
  5. Martin Malyutin (ROC), 1:45.01
  6. Kieran Smith (USA), 1:45.12
  7. Hwang Sunwoo (KOR), 1:45.26
  8. Danas Rapsys (LTU), 1:45.78

È stata una grande finale per la Gran Bretagna, che ha spazzato i primi due gradini del podio con Tom Dean e Duncan Scott. La coppia è arrivata a queste Olimpiadi con i primi due tempi del mondo e, alla fine, hanno conquistato oro e argento con 1:44.22 e 1:44.26. Dean ha stabilito il nuovo record britannico, cancellando il crono di 1:44.47, stabilito da Scott alle Olimpiadi di Londra nel 2012.

World Junior Record-holder Hwang Sunwoo conduceva fino ai 150 metri con passaggi a  23.95/25.83/26.78. Dean era in seconda posizione ai 50 ma con una chiusura a 26.84 ha toccato la piastra per primo.

Il brasiliano Scheffer ha chiuso terzo in  1:45.66 stabilendo il nuovo record sudamericano  con 1:44.66.

David Popovici si è piazzato quarto con 1:44.68, mancando il podio di 2 centesimi, ma ha stabilito il nuovo record Europeo Juniores nella distanza.

100 METRI DORSO DONNE FINALE

In due turni di eliminatorie sono stati stabiliti quattro record olimpici dalle prime tre donne in gara in questa finale. Nelle semifinali se lo è preso Regan Smith con 57.86. Questa è la finale, dove si incoronerà una nuova olimpionica ed i giochi sembrano aperti fino all’ultima bracciata.

  1. GOLD: Kaylee McKeown (AUS), 57.47
  2. SILVER: Kylie Masse (CAN), 57.72
  3. BRONZE: Regan Smith (USA), 58.05
  4. Rhyan White (USA), 58.43
  5. Emily Seebohm (AUS), 58.45
  6. Kathleen Dawson (GBR), 58.70
  7. Kira Toussaint (NED), 59.11
  8. Anastasia Gorbenko (ISR), 59.53

Kaylee McKeown è diventata la prima donna australiana nella storia a vincere l’oro olimpico nei 100 dorso. Ha stabilito il record olimpico con 57.47, andando .64 più veloce della semifinale e solo 2 centesimi dal suo record mondiale di 57.45.

Kylie Masse aveva virato per prima ai 50 metri ma chiude seconda con 57.72.

Regan Smith chiude il podio con 58.05

100 METRI DORSO UOMINI FINALE

Thomas Ceccon in queste Olimpiadi ha già vinto la medaglia d’argento con la staffetta 4×100 metri stile libero maschili ed ora punta al podio della gara individuale dei 100 metri dorso. Ryan Murphy campione olimpico in carica e detentore del record mondiale partirà dalla corsia 4 con il suo 52.24 dalle semifinali. a soli 5 centesimi Kliment Kolesnikov

  1. GOLD: Evgeny Rylov (ROC), 51.98
  2. SILVER: Kliment Kolesnikov (ROC), 52.00
  3. BRONZE: Ryan Murphy (USA), 52.19
  4. Thomas Ceccon (ITA), 52.30
  5. Xu Jiayu (CHN), 52.51
  6. Hugo Gonzalez (ESP), 52.78
  7. Mitch Larkin (AUS), 52.79
  8. Robert Glinta (ROU), 52.95

E’ stata la finale olimpica dei 100 metri dorso maschili più veloci della storia.

Evgeny Rylov e Kliment Kolesnikov hanno occupato il primo ed il secondo gradino del podio e portano la prima medaglia olimpica al il Comitato Olimpico Russo.

È stata la prima volta dal 1980 che gli Stati Uniti non ha vinto un oro o un argento nei 100 metri dorso maschili.

Le uniche olimpiadi dove un americano non ha vinto un oro o un argento in questo evento sono state quelle del 1908, 1932, 1956 e 1980 (quando hanno boicottato i giochi).

Ryan Murphy ha dovuto combattere fino all’ultimo metro con l’italiano Thomas Ceccon, che con 52.30 si ferma ai piedi del podio ma abbassa il record italiano da lui stesso detenuto .

100 METRI RANA DONNE – FINALE

  • World Record: Lilly King (USA) – 1:04.13 (2017)
  • Olympic Record: Tatjana Schoenmaker (RSA) – 1:04.82 (2021)
  • World Junior Record: Ruta Meilutyte (LTU) – 1:05.21 (2014)
  • 2016 Olympic Champion: Lilly King (USA) – 1:04.93
  • Record Italiano: Arianna Castiglioni 1:05.67 (2021)

Lilly King finora è stata seconda alla sudafricana Tatjana Schoenmaker che è stata la più veloce sia nelle batterie che nelle semifinali dei 100 metri rana femminili. Il trono olimpico potrebbe accogliere questa notte una nuova regina. Nella lotta al podio si inserisce anche l’italiana Martina Carraro che entra in finale con il settimo tempo.

  1. GOLD: Lydia Jacoby (USA), 1:04.95
  2. SILVER: Tatjana Schoenmaker (RSA), 1:05.22
  3. BRONZE: Lilly King (USA), 1:05.54
  4. Evgeniia Chikunova (ROC), 1:05.90
  5. Yuliya Efimova (ROC), 1:06.02
  6. Sophie Hansson (SWE), 1:06.07
  7. Martina Carraro (ITA), 1:06.19
  8. Mona McSharry (IRL), 1:06.94

Lydia Jacoby stravolge tutte le previsioni e va a  vincere l’oro nei 100 metri rana  femminili con 1:04.95, diventando la sesta nuotatrice della storia a rompere l’1:05.

Tatjana Schoenmaker , che aveva stabilito il record olimpico nelle batterie, vira per prima ai 50 metri in 30.41. Dietro di lei le due americane Lilly King e Jacoby. Jacoby si è staccata nei 20 metri finali, lasciando Schoenmaker e King nella sua scia. Con due passaggi a 30.74/34.21 Lydia Jacoby va a vincere l’oro olimpico in 1:04.95.

Schoenmaker porta la prima medaglia al Sudafrica salendo sul secondo gradino del podio.

Dopo aver vinto questo evento a Rio con 1:04.93,  la campionessa in carica Lilly King è felice del suo bronzo in 1:05.54. Post gara ha dichiarato:

 “Noi amiamo mantenere quell’oro nella famiglia USA. Questa ragazza ha appena avuto la gara della vita e sono così orgogliosa di essere sua compagna di squadra. Sono orgogliosa di aver vinto il bronzo per il mio paese”.

200 METRI FARFALLA UOMINI – SEMIFINALI

  • World Record: Kristof Milak (HUN) – 1:50.73 (2019)
  • Olympic Record: Michael Phelps (USA) – 1:52.03 (2008)
  • World Junior Record: Kristof Milak (HUN) – 1:52.71 (2018)
  • 2016 Olympic Champion: Michael Phelps (USA) – 1:53.36
  • Record Italiano Federico Burdisso 1:54.28 Budapest 2021

Il programma prevede che la chiusura delle sessione sarà riservata alle semifinali dei 200 metri farfalla maschili e dei 200 metri misti femminili.

Il detentore del Record del Mondo Kristof Milak ha nuotato nelle batterie oltre tre secondi il suo world record e potrebbe abbassare questa notte l’1:53.58 nuotato questo pomeriggio. Federico Burdisso vanta un personale e record italiano stabilito appena due mesi fa a Budapest di 1:54.28 mentre Giacomo Carini ha nuotato il suo miglior tempo della stagione chiudendo 10° in 1:55.33.

  1. Kristof Milak (HUN) – 1:52.22
  2. Leonardo de Deus (BRA) – 1:54.97
  3. Chad le Clos (RSA) – 1:55.06
  4. Federico Burdisso (ITA) – 1:55.11
  5. Tamas Kenderesi (HUN) – 1:55.17
  6. Gunnar Bentz (USA) – 1:55.28
  7. Krzysztof Chmielewski (POL) – 1:55.29
  8. Tomoru Honda (JPN) – 1:55.31

Obiettivo finale olimpica centrato anche per Federico BurdissoIl 20enne azzurro nuota il quarto tempo assoluto delle due semifinali e sarà presente nella finale che si svolgerà domani. Il più veloce è stato l’ungherese detentore del record del mondo nella distanza Kristof Milakcon 1:52.22.

Chad le Clos prova un passaggio velocissimo per fare il vuoto, e vince la sua semifinale in 1:55.06. Giacomo Carini con 1:55.95 non riesce ad entrare nei primi 8.

200 METRI MISTI DONNE – SEMIFINALI

La detentrice del Record italiano Ilaria Cusinato è stata la più veloce delle azzurre in gara, 2:11.41 contro il 2:11.47. Avanti a loro tuttavia sono in 10 sotto il 2:11, tre delle quali a 2:09. La testa di serie non è Katinka Hosszul’olimpionica in carica, bensì l’americana  Kate Douglass in 2:09.16

  1. Kate Douglass (USA) – 2:09.21
  2. Abbie Wood (GBR) – 2:09.56
  3. Alex Walsh (USA) – 2:09.57
  4. Yu Yiting (CHN) – 2:09.72
  5. Yui Ohashi (JPN) – 2:09.79
  6. Sydney Pickrem (CAN) – 2:09.94
  7. Katinka Hosszu (HUN) – 2:10.22
  8. Alicia Wilson (GBR) – 2:10.59

Non ci saranno azzurre nella finale dei 200 metri misti femminili. Ilaria Cusinato chiude ottava la seconda semi in 2:12.10. Nella prima semifinale Sara Franceschi è sesta con 2:11.71.

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »