Anteprime Europei 2018: Poco Competitive Le Distanze Lunghe?

CAMPIONATI EUROPEI GLASGOW 2018

Articolo a cura di Braden Keith. Tradotto dall’inglese. Puoi leggere l’articolo in lingua originale qui

Gli eventi maschili riguardanti le distanze lunghe dello stile libero agli Europei 2018 sembrerebbero facilmente dominabili da  Gregorio Paltrinieri. 

Il vecchio continente però ha visto l’aumento della competitività in queste discipline a partire dai Giochi Olimpici del 2016. In combinazione con l’assenza di  Gabriele Detti, che salterà il suo 2 ° Campionato Europeo- per un infortunio alla spalla, queste gare si sono aperte a diventare interessanti. Entrano nel campo un sacco di nomi nuovi (anche provenienti da paesi atipici).

Ai Campionati Mondiali dello scorso anno, 7 dei primi 8 classificati nel 1500 stile libero (l’eccezione è la medaglia di bronzo Mack Horton) maschile erano europei.

Nella gara degli 800 mt, 6 dei finalisti A erano europei (le eccezioni sono Sun Yang dalla Cina quinto, e Zane Grothe dagli Stati Uniti, ottavo).

Anche se potrebbe sembrare che queste gare siano poco spettacolari, perché mancano nomi di superstar come Katinka Hosszu, Sarah Sjostrom e Ben Proud, in realtà sono il vero ‘Campionato del Mondo’ dentro ai Campionati Europei.

800 stile libero Mondiali 2017

POSIZIONE CORSIA NOME NAZIONALITÀ TEMPO
1 7 Gabriele Detti Italy 7:40.77
2 5 Wojciech Wojdak Polonia 7:41.73
3 4 Gregorio Paltrinieri Italy 7:42.44
4 3 Henrik Christiansen Norvegia 7:44.21
5 2 Sun Yang Cina 7:48.87
6 6 Felix Auböck Austria 7:51.20
7 1 Florian Wellbrock Germania 7:52.27
8 8 Zane Grothe stati Uniti 7:52.43

1500 Stile libero Mondiali 2017

RANGO CORSIA NOME NAZIONALITÀ TEMPO
1 5 Gregorio Paltrinieri Italy 14:35.85
2 4 Mykhailo Romanchuk Ucraina 14:37.14
3 1 Mack Horton Australia 14:47.70
4 3 Gabriele Detti Italy 14:52.07
5 7 Henrik Christiansen Norvegia 14:54.58
6 8 Serhiy Frolov Ucraina 14:55.10
7 2 Wojciech Wojdak Polonia 15:01.27
8 6 Jan Micka Repubblica Ceca 15:09.28

 

Paltrinieri è Davvero il Favorito nei 1500?

Tutto questo non per dire se Paltrinieri, detentore del record europeo, sia o meno il favorito.

Più interessante è sapere se il periodo in cui si è allenato in Australia con Mack Horton (ricordate, si allenava con Detti prima, quindi era un’abitudine avere un compagno di allenamento) gli porterà risultati migliori.

Nel 2017 ha avuto una stagione solida. Nei 1500 era di 1 secondo e 8 sopra il suo miglior tempo. Nel 2018 il suo migliore è per ora 14: 46.25.

Il tempo nuotato da Paltrnieri è il suo stagionale di ingresso agli Europei più lento dal 2013.

Per quanto riguarda gli 800, li ha nuotati più veloci che in passato (7: 45.53). Su questo ha potuto influire l’allenamento con Horton, tradizionalmente con una velocità migliore di Paltrinieri. Potrebbe dunque migliorare gli 800, ma togliere qualcosa ai 1500.

WELLBROCK E ROMANCHUK

Argento ai mondiali,  Florian Wellbrock ha nuotato un 14:40.69 ai trials in Germania per raggiungere il primo posto. Wellbrock e l’ucraino  Mykhaylo Romanchuk sono i nuotatori con il grande potenziale di rialzo qui.

Nel 2017, Romanchuk ha abbassato di 13 secondi il suo miglior tempo nel 1500, vincendo l’argento ai Mondiali.

Non ha nemmeno gareggiato negli 800 ai Mondiali. Il suo miglior tempo negli 800 in questo momento – è il suo passaggio agli 800 metri ai Mondiali (7: 45.85).

Romanchuck ha nuotato solo un 1500 e due 800 nel 2018 fino ad ora. L’anno scorso aveva gareggiato quattro volte nei 1500 e quattro 800s in avvicinamento ai Mondiali.

Wellbrock ha avuto la sua svolta ai Campionati Nazionali tedeschi. I Campionati, tanto per cambiare, sono stati un po’ rilassati e con standard di qualifica tali che sembra abbiano danneggiato i risultati internazionali della Germania.

C’è un divario abbastanza significativo tra questi tre ed il resto degli iscritti nei 1500, quindi sono favoriti nella distanza più lunga (14:35 per Paltrinieri, 14:37 per Romanchuk, e 14:40 per Wellbrock; il quarto è l’inglese Daniel Jervis a 14:48).

La situazione negli 800

La gara degli 800 mt sarà molto più particolare. Il polacco  Wojciech Wojdak entra con il primo tempo a 7: 41.73.

Ora che questa gara è un evento olimpico, riceverà molta più attenzione, sia in gara che nella preparazione.

Ciò rende i risultati più difficili da prevedere. Molti non hanno esperienza passata con questa distanza ed iniziano ora.

Ci sarà uno scontro tra i “vecchi” mezzo fondisti ed il gruppo dei grandi nuotatori dei 400 metri. Quelli che possono affrontare un 800 ma non un 1500, ora hanno una possibilità in più ed una piattaforma moto più grande.

Tra questi il 19enne  Victor Johansson della Svezia (7: 49.77), l’austriaco che si allena in america Felix Auboeck (7: 49.24), ed il danese Anton Ipsen (7: 53.37).

In assenza di altri riferimenti, o almeno di riferimenti provenienti da paesi europei tradizionalmente forti nella distanza (Gran Bretagna, Russia, Francia, Ungheria), queste gare porteranno grande interesse e passione da parte dei fan di diversi paesi che saranno contando su di loro come migliori possibilità per le medaglie.

Questo dovrebbe aumentare il divertimento e offrire un’atmosfera diversa.

800 METRI SL MASCHILI – PREVISIONI

POSIZIONAMENTO NOME NAZIONALITÀ LIFETIME MIGLIORE 2018 MIGLIORE
1 Gregorio Paltrinieri Italy 7:40.81 7:45.53
2 Mykhailo Romanchuk Ucraina 7: 45.85 (1500 split) 7: 45.85 (1500 split)
3 Wojciech Wojdak Polonia 7:41.73 7:56.95
4 Henrik Christiansen Norvegia 7:44.21 7:53.91
5 Felix Auböck Austria 7:49.24 7:58.05
6 Florian Wellbrock Germania 7:46.85 7:46.85
7 Jan Micka Repubblica Ceca 7:50.38 7:51.46
8 Anton Ipsen Danimarca 7:53.37 7:57.30

1500 METRI STILE LIBERO MASCHILE – PREVISIONI

POSIZIONAMENTO NOME NAZIONALITÀ LIFETIME MIGLIORE 2018 MIGLIORE
1 Mykhailo Romanchuk Ucraina 14:37.14 14:50.91
2 Gregorio Paltrinieri Italy 14:34.04 14:46.25
3 Florian Wellbrock Germania 14:40.69 14:40.69
4 Henrik Christiansen Norvegia 14:53.77 14:58.60
5 Daniel Jervis Gran Bretagna 14:48.67 14:48.67
6 Sergey Frolov Ucraina 14:55.10 14:56.81
7 Domenico Acerenza Italy 14:55.44 14:55.44
8 Anton Ipsen Danimarca 15:05.91 15:07.40

 

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!