Semifinale 1 International Swimming League Recap Live Day 1

ISL INTERNATIONAL SWIMMING LEAGUE SEMIFINALE 1

La Semifinale n. 1 della seconda stagione della International Swimming League sta per iniziare nella Duna Arena di Budapest.

Le quattro squadre impegnate oggi e domani sono:

Ci aspettano due ore di nuoto spettacolo. Mettetevi comodi come sempre ed aggiornate questa pagina per non perdervi nemmeno un risultato.

100 METRI FARFALLA DONNE

I campioni in carica hanno l’imbarazzo della scelta nella loro rosa, potendo contare sulle prime tre nuotatrici del campionato nei 100 metri farfalla. Sarah Sjostrom ha eguagliato il record della lega vincendo la scorsa settimana. Anastasiya Shkurdai è al 2° posto e Maddy Banic al 3°. Questa mattina vedremo in acqua proprio le prime due.

Passaggio a 25.94 per Sarah Sjostrom che tocca la piastra per prima con il tempo di 55.44 per conquistare la prima vittoria della semifinale di Energy StandardLa Sjostrom sembra perfettamente ripresa e è l’unica a chiudere la distanza sotto i 56 secondi.

Seconda per i London Roar Marie Wattel con il tempo di 56.09.

100 METRI FARFALLA UOMINI

Nella gara maschile Michael Andrew dei NY Breakers inizia in maniera molto aggressiva, girando primo ai 50 metri. Chad le Clos lo riprende nella seconda parte della gara, andando a chiudere primo e nuotando il suo personal best della stagione, 49,14.

200 METRI DORSO DONNE

 

Rio Shirai Natsumi Sakai dei Tokyo Frog Kings riescono a rimanere in testa al gruppo per i primi 100 metri. Nella seconda parte di gara è Emily Seebohm a dettare il passo. Vince la gara con il tempo di 2:01.04 accumulando un totale di 15 punti.

200 METRI DORSO UOMINI

Prima vittoria della giornata per la squadra giapponese dei Tokyo Frog King. E’ Ryosuke Irie a portare il pieno punteggio ai Tokyo Frog con la vittoria nei 200 metri dorso maschili con il tempo di 1:49.02. A soli 7 centesimi Kliment Kolesnikov di Energy Satndard

200 METRI RANA DONNE

Nella distanza più veloce della rana sono le due concorrenti di NY Breakers ad emergere non lasciando mai le prime due posizioni. Emily Escobedo firma la prima vittoria del suo team con il tempo di 2:16.71. Molly Renshaw da seconda finisce terza grazie alla rimonta di Annie Lazor dei London Roar.

200 METRI RANA UOMINI

Adam Peaty, Kirill Prigoda Marco Koch si danno battaglia in acqua.

Ai 100 metri è Kirill Prigoda a virare per primo, mentre Koch è in terza posizione. Negli ultimi 50 metri Marco Koch risale fino alla seconda posizione ma è il detentore del record del mondo, Kirill Prigodaa toccare per primo la piastra in 2:01.20.

4X100 STILE LIBERO DONNE


Un’ultima frazione mostruosa di Freya Anderson non è bastata ai London Roar per conquistare la vittoria nella 4×100 metri stile libero femminili. Freya Anderson Sarah Sjostrom hanno dato vita ad un ultimo 100 spaventoso, con l’inglese che ha realizzato la sua frazione in 50.99.

Vince Energy Standard con il tempo di 3:25.82

50 METRI STILE LIBERO UOMINI

Nei 50 metri stile libero maschili, tornano sui blocchi di partenza Florent Manaudou e Vlad Morozov. Erano entrambi assenti nell’ultimo match della regular season. I due velocisti sono i favoriti nella distanza, ma mentre Manaudou gareggia soltanto nei 50 stile come gara individuale e nuoterà sia la staffetta 4×100 stile che la 4×100 metri misti, Morozov, invece, è impegnato soltanto in questa gara e nei 50 metri rana.

La battaglia c’è stata ed vincerla è stato il francese Florent Manaudou che per gli Energy Standard ha nuotato il tempo più veloce, 20.63.

50 METRI STILE LIBERO DONNE

Questa mattina vedremo Sarah Sjostrom affrontare l’attuale leader della classifica del campionato nei 50 metri stile libero, Kasia Wasick. Sjostrom ha vinto due volte questa gara dopo essere tornata in seguito al piccolo infortunio alla schiena. Insieme a loro ci sono anche Femke Heemskerk, Freya Anderson e Runa Imai.

Anche al femminile si è realizzata la sfida della vigilia. Sarah Sjostrom Kasia Wasick sono arrivate alla piastra con sei centesimi di secondo di distacco. Vince la Sjostrom con il tempo di 23.43, mentre la Wasick per i NY Breakers è seconda con 23.49.

200 METRI MISTI UOMINI

Qualcuno fermerà i giapponesi nei misti? Kosuke Hagino ha sempre vinto i 400 metri misti finora e detiene il miglior crono del campionato con un vantaggio di oltre due secondi. Yui Ohashi ha fatto lo stesso nella gara femminile e, dopo la partenza di Melanie Margalis, sarà davvero difficile contrastarla. Questa settimana, però, si misurano con i London Roar. Sydney Pickrempotrebbe essere l’unica rivale per la Ohashi, avendo un personale stagionale molto vicino a quello della giapponese. Hagino, al contempo, incontrerà  Brandonn Almeida dei NY Breakers e la coppia di Energy Standard Max Litchfield e Max Stupin.

Sorpresa nei 200 metri misti maschili, dove Duncan Scott ha eseguito una gara perfetta, andando a nuotare il suo personal best di sempre e stabilendo il nuovo record nazionale sulla distanza. Scott conquista la vittoria negli ultimi 50 metri realizzando una volata che lo porta a toccare per primo in 1:51.66. Kosuke Hagino è secondo con 1:52.35

200 METRI MISTI DONNE

Previsione giusta nei 200 metri misti femminili, conquistati da Yui Ohashi per i Tokyo Frog King con il tempo di 2:03.93.

50 METRI RANA UOMINI

Adam Peaty, Kirill Prigoda, Ilya  Shymanovich, Michael AndrewUmana sfida aperta nei 50 metri rana maschili che promette scintille in acqua, che diviene ancora più accesa dopo le accuse mosse contro Shymanovich dall’allenatrice di Peaty.

Arrivo al fotofinish per Adam Peaty Ilya Shymanovich con il campione olimpico che vince la gara con il tempo di 25.50, nuovo Record Britannico.

50 METRI RANA DONNE

Benedetta Pilato in questa semifinale si trova la detentrice del record del mondo in vasca corta Alia Atkinson. Pilato, componente di Energy Standard, ha inaugurato la sua prima stagione alla International Swimming League stabilendo il Record Italiano in questa distanza e diventando la prima donna della storia a nuotare i 50 metri in vasca corta in meno di 29 secondi.

Record Italiano.

Benedetta Pilato con il tempo di 28.86 va a stabilire il nuovo Record Italiano sulla distanza, migliorando il record stabilito durante il match n. 1 di questa edizione della ISL.

Ad Ottobre Benedetta nuotò le due vasche a rana toccando la piastra in 28.97 stabilendo anche il nuovo Record Mondiale Junior.

Questa mattina migliora entrambi i primati e si posiziona insieme a Lilly King al primo posto anche nella classifica dell campionato.

4X100 STILE LIBERO UOMINI

Energy Standard nuota a mezzo secondo dal miglior tempo della stagione e sale al quarto posto nella classifica generale del campionato. Le uniche squadre davanti a loro sono gli Aqua Centurions (che non si sono qualificati per le semifinali) e le due franchigie americane (Cali e LA).

Kliment Kolesnikov ha continuato ad essere un eroe nella staffetta, nuotando un 45,7 nella sua frazione per guidare la squadra, chiusura di Florent Manaudou in 46,2.

SEMIFINALE

POINTS UPDATE

50 METRI DORSO DONNE

Kira Toussaint dei London Roar è appena diventata la detentrice del record mondiale nei 50 metri dorso femminili,  con un tempo di 25,60.

Il tempo nuotato a Budapest questa mattina supera il precedente WR di 25,67 della brasiliana Etiene Medeiros, stabilito ai Campionati del Mondo in vasca corta del 2014.

Prima del crono nuotato pochi minuti fa nella semifinale della stagione 2 della ISL, il personal best della Toussaint era rappresentato dal 25,75 nuotato sia ai Campionati Europei in corta del 2019 che il mese scorso proprio qui alla ISL.

Quest’oggi si è migliorata di 15 centesimi rispetto al suo primato personale per produrre il tempo più veloce della storia.

Per il secondo anno consecutivo i London Roar stabiliscono un Record del Mondo in una gara a dorso femminile. L’anno scorso era stata l’australiana Minna Atherton a conquistare il primato nei 100 metri.

50 METRI DORSO UOMINI

 

Questa semifinale promette una resa dei conti stellare per gli uomini. Energy Standard ha tre campioni del mondo in vasca corta su cui puntare: Evgeny Rylov, Kliment Kolesnikov e Matt Grevers. London ha Christian Diener e Guilherme Guido entrambi nella top 5 del campionato.

Guilherme Guido e Christian Diener non hanno brillato all’inizio della stagione. Oggi, però, hanno dimostrato di essere tornati in forma chiudendo primo e secondo.

Guido  con 22,89, è a 0,03 dal suo personale stagionale. Rimane il detentore del record del campionato con il suo 22,55 dell’anno scorso. Diener con 23,03, è a tre decimi dal suo miglior risultato stagionale.

Londra ha vinto il jackpot da entrambi i nuotatori di New York, raggiungendo Energy Standard

 

400 METRI STILE LIBERO DONNE

Sapore di rivincita questa mattina nei 400 metri stile libero femminili, dove vedremo Leah Smith contro Siobhan Haughey. Durante la gara nel Match 9, la Haughey ha condotto in vantaggio per i primi 300 metri. Negli ultimi 100 metri Leah Smith ha accelerato il passo fino a toccare la piastra per prima.

I Tokyo Frog hanno spinto il loro vantaggio nei 400 metri stile libero femminili con Leah Smith che non ha mai perso questa gara quest’anno.  Il tempo di 3:58.26 la porta al primo posto della classifica del campionato, superando Melanie Margalis ed il suo precedente personale di 3:58.65.

400 METRI STILE LIBERO UOMINI

Londra ha lottato duramente in questa gara con un successo inaspettato per Tom Dean che non era mai arrivato oltre il quinto posto fino alla scorsa settimana, quando è salito al terzo. Oggi è stato incredibilmente più veloce di 4,1 secondi servendo a Danas Rapsys la sua prima sconfitta nei 400 metri stile libero.

STAFFETTA 4×100 METRI MISTI DONNE

Come abbiamo imparato in queste settimane, la staffetta 4×100 metri misti assume rilevanza fondamentale per le squadre impegnate nella seconda stagione della ISL. Chi vince sceglie lo stile delle skin race che si svolgeranno domani sera a conclusione del Match.

La scelta della skin race femminile sarà riservata ad Energy Standard che con Emily Seebohm, Benedetta Pilato, Maddy Banic e Sarah Sjostrom conquistano il primo posto con il tempo di 3:45.58.

STAFFETTA 4X100 METRI MISTI UOMINI

Le staffette nei misti delle quattro squadre impegnate nella semifinale #1 non hanno una squadra che le domina incontrastate. Energy Standard è in testa alla classifica sia nella staffetta femminile che in quella maschile quest’anno. Ma London Roar è terza in entrambe le stagioni.

Energy Standard è arrivata con il miglior tempo della lega quest’anno, quasi un secondo più veloce dei London Roar. Quest’ultimi, però, hanno riservato lo specolò migliore per il gran finale. Distruggono il record ISL di Energy e conquistando il miglior tempo della lega.

Nella frazione di apertura Guilherme Guido ha battuto il detentore del record del campionato Kliment Kolesnikov (49.6 qui) con un 49.4.

La differenza, però, l’ha fatta Adam Peaty. Peaty ha nuotato 54,8, uno degli split più veloci che abbiamo mai visto. Marius Kusch ha terminato la frazione a delfino in  49.3 e Duncan Scott ha chiuso la partita con 45.9.

SEMIFINALE #1

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »