Nelle Batterie Dei 100 Dorso Sabbioni Subisce Due Volte Il Distacco Del Device

CAMPIONATI MONDIALI FINA 2019GWANGJU

E’ accaduto pochi minuti fa durante le batterie di qualifica dei 100 metri dorso maschili.

Incredibile che sia accaduto in un Mondiale.

Simone Sabbioni è stato vittima incolpevole del distacco del device per ben due volte.

100 METRI DORSO UOMINI

  • World Record: Ryan Murphy (United States), 2016, 51.85
  • Junior World Record: Kliment Kolesnikov (Russia), 2017, 53.38
  • World Championships Record: Aaron Piersol (United States), 2009, 52.19
  • 2017 Defending World Champion: Xu Jiayu (China), 52.44
  • Record Italiano Simone Sabbioni53.34, Aprile 2016, Riccione

SEMIFINALI

  1. Xu Jiayu, China, 52.85
  2. Guilherme Guido, Brazil, 52.95
  3. Mitch Larkin, Australia, 53.12
  4. Matt Grevers, United States, 53.22
  5. Ryosuke Irie, Japan, 53.38
  6. Evgeny Rylov, Russia, 53.45
  7. Robert Glinta, Romania, 53.64
  8. Daniel Martin, Romania, 53.65
  9. Ryan Murphy, United States, 53.69
  10. Markus Thormeyer, Canada, 53.77
  11. Mikita Tsmyh, Belarus, 53.81
  12. Apostolos Christou, Greece, 53.82
  13. Simone Sabbioni, Italy, 53.85
  14. Kliment Kolesnikov, Russia, 53.89
  15. Luke Greenbank, Great Britain, 53.95
  16. Thomas Ceccon, Italy 54.04

Simone Sabbioni Thomas Ceccon sono gli italiani impegnati nelle batterie del mattino. Thomas Ceccon è fresco di medaglia d’oro agli Euro Junior di quest’anno in questa distanza e cerca il salto nel palcoscenico dei grandi.

Ceccon tocca sesto nella propria batteria, con il tempo di 54.04.

Quando è il momento di Simone Sabbioni accade qualcosa di inimmaginabile.

Al momento della partenza, il sistema di ancoraggio de “device”, il dispositivo che viene posizionato al blocco di partenza nelle gare a dorso, cede. Simone Sabbioni si trova dunque ancorato al muro di partenza, mentre la gara continua regolarmente.

I giudici si rendono conto della totale assenza di responsabilità dell’atleta e decidono di fargli ripetere la gara.

Sabbioni si trova dunque svantaggiato dall’assenza di punti di riferimento in acqua, dovendo affrontare le due vasche da solo.

Al momento della partenza, però, il device si stacca di nuovo.

Soltanto al terzo tentativo Simone Sabbioni riesce a partire e terminare la gara, per fortuna con successo, poiché il tempo di 53.85 lo proietta in semifinale.

Qualificato anche Thomas Ceccon con il 16° tempo

AGGIORNAMENTO

Dopo l’ufficializzazione dei risultati, e prima dell’inizio delle batterie dei 1500 metri stile libero donne, viene concesso a Dylan Carter di ripetere la gara. Il nuotatore lamenta di essere stato pregiudicato (anche lui) dal malfunzionamento del sistema di partenza.

Carter termina la gara in 54.03, superando per un solo centesimo di secondo il tempo di Thomas Ceccon, che, incredibilmente, è fuori dalle semifinali di questo pomeriggio.

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!