World Cup Atene: Analisi E Risultati In Diretta Finali Terzo Giorno

2023 WORLD AQUATICS SWIMMING WORLD CUP – ATHENS

Si chiude stasera la tappa di Atene della World Cup 2023. Il circuito si sposterà poi a Budapest, in Ungheria, per la tappa conclusiva che si svolgerà il prossimo fine settimana.

DIRETTA STREAMING

400 METRI MISTI MASCHILI

  • World Record: 4:02.50 — Léon Marchand, France (2023)
  • World Cup Record: 4:11.41 — Daiya Seto, Japan (2019)
  • World Junior Record: 4:10.02 — Ilya Borodin, Russia (2021)

PODIO

  1. ORO Kaito Tabuchi (JPN) 4:13.30
  2. ARGENTO Matthew Sates (RSA) 4:13.38
  3. BRONZO Brendon Smith (AUS) 4:18.18

I 400 Misti maschili hanno dato il via alla sessione finale con una gara elettrica tra Kaito Tabuchi, Matt Sates e Brendon Smith. Sates è in testa alla classifica generale maschile nonostante si sia fratturato il polso durante i 100 farfalla nella giornata inaugurale qui ad Atene.

Il sudafricano è stato in testa dopo la farfalla, poi Smith e Tabuchi sono passati al primo e secondo posto dopo la frazione a dorso. Smith ha girato in 2:02.47, Tabuchi in 2:03.93 e Sates più indietro, in 2:04.86. Come gli abbiamo visto fare sia a Berlino che ad Atene, Sates ha sfruttato la frazione a rana a suo vantaggio, colmando il divario dai suoi avversari con una frazione a rana di 1:10.34. Tabuchi ha fatto un tempo di 1:11.09 e ha mantenuto il vantaggio nella frazione a stile libero, mentre Smith è sceso al terzo posto.

La frazione a stile libero è stata un duello tra Tabuchi e Sates. Sates si è portato in vantaggio all’ultima virata, ma Tabuchi ha chiuso in 27.90 e ha superato Sates di 0,08 secondi per la vittoria. Tabuchi ha fatto registrare 4:13.30 contro 4:13.38 di Sates. Smith si è piazzato al terzo posto in 4:18.18, riproponendo gli stessi nuotatori del podio di Berlino, ma in ordine diverso.

1500 METRI STILE LIBERO FEMMINILI

  • World Record: 15:20.48 — Katie Ledecky, United States (2018)
  • World Cup Record: n/a
  • World Junior Record: 15:28.36 — Katie Ledecky, United States (2014)

PODIO

  1. ORO: Lani Pallister (Australia) — 15:55.73 *World Cup record*
  2. ARGENTO: Katie Grimes (United States) — 16:08.81
  3. BRONZO: Caitlin Deans (New Zealand) — 16:21.06

L’australiana Lani Pallister ha chiuso la gara in anticipo. Già dopo i 200 metri si è staccata da Katie Grimes, probabilmente la sua principale concorrente. Ha continuato ad aumentare il suo vantaggio man mano che la gara proseguiva e alla fine ha chiuso con oltre 13 secondi di vantaggio su Grimes. La Pallister ha nuotato in 15:55.73, stabilendo un nuovo record di Coppa del Mondo, dato che era la prima volta che questa gara veniva disputata dalle donne alla Coppa del Mondo.

I grandi distacchi sono stati all’ordine del giorno in questa gara: Grimes ha conquistato facilmente il secondo posto davanti alla neozelandese Caitlin Deans. L’atleta ha nuotato in 16:08.81 e la rivedremo a breve nella finale dei 200 dorso. La Deans ha completato il podio con 16:21.06.

100 METRI FARFALLA FEMMINILI

  • World Record: 55.48 — Sarah Sjostrom, Sweden (2016)
  • World Cup Record: 56.46 — Sarah Sjostrom, Sweden (2018)
  • World Junior Record: 56.43 — Claire Curzan, United States (2021)

PODIO

  1. ORO: Zhang Yufei (China) — 56.06 *World Cup record*
  2. ARGENTO: Sarah Sjostrom (Sweden) — 56.92
  3. BRONZO: Torri Huske (United States) — 57.12

Zhang Yufei ha migliorato enormemente il suo tempo di vittoria a Berlino, scendendo di sette decimi per ottenere un’altra vittoria ad Atene. Ha girato in 25.98, 0,03 centesimi sotto il record del mondo. Torri Huske ha fatto un giro forte, sfidando Zhang all’uscita dalla piastra, ma Zhang ha ripreso subito il controllo.

Ha girato in 56.06, stabilendo un nuovo record di Coppa del Mondo e cancellando il record del 2018 di Sarah Sjostrom. Anche Sjostrom era in gara e ha fatto una grande spinta negli ultimi metri per mettere le mani sulla piastra al secondo posto con 56,92. “Era quasi come una finale olimpica, questo campo”, ha detto Sarah Sjostrom. Non si sbagliava: in gara c’erano i tre medagliati dei Mondiali 2023 e lei stessa, la detentrice del record mondiale. Questo è il primo incontro da molto tempo a questa parte in cui abbiamo visto Sjostrom cimentarsi nei 100 farfalla: ultimamente si è concentrata sugli sprint in stile libero.

La Huske è riuscita ad aggiudicarsi il terzo posto con un centesimo di vantaggio su Maggie MacNeil.

50 METRI FARFALLA MASCHILI

  • World Record: 22.27 — Andriy Govorov, Ukraine (2018)
  • World Cup Record: 22.82 — Andriy Govorov, Ukraine (2018)
  • World Junior Record: 22.96 — Diogo Ribeiro, Portugal (2022)

PODIO

  1. ORO: Abdelrahman Sameh (Egypt) — 23.04
  2. ARGENTO: Isaac Cooper (Australia) — 23.19
  3. BRONZO: Michael Andrew (United States) — 23.32

Abdelrahman Sameh ha dato filo da torcere a nuotatori come Isaac Cooper, Michael Andrew e Dylan Carter, che finora sono stati le stelle dello sprint in Coppa del Mondo. Sameh si è aggiudicato la vittoria nei 50 farfalla con un tempo di 23.04, appena inferiore al record personale di 22.94 ottenuto a Fukuoka all’inizio dell’anno.

Il secondo classificato, Isaac Cooper, ha ottenuto un record personale. L’australiano ha nuotato in 23.19, battendo il 23.25 nuotato lo scorso weekend a Berlino.

Michael Andrew era chiaramente insoddisfatto del suo risultato, ma ha completato il podio in 23.32.

200 METRI DORSO FEMMINILI

  • World Record: 2:03.14 — Kaylee McKeown, Australia (2023)
  • World Cup Record: Kaylee McKeown (Australia) — 2:06.47 (2023)
  • World Junior Record: 2:03.35 — Regan Smith, United States (2019)

PODIO

  1. ORO: Kaylee McKeown (Australia) — 2:06.02 *World Cup Record*
  2. ARGENTO: Katie Grimes (United States) — 2:08.01
  3. BRONZO: Kylie Masse (Canada) — 2:10.77

Kaylee McKeown ha stabilito  sei record su sei nella Coppa del Mondo di dorso di quest’anno. Dopo aver battuto per la prima volta il record detenuto da Emily Seebohm a Berlino, ha abbassato il limite per la seconda volta in una settimana qui ad Atene, facendo registrare un 2:06.06. Non ha ancora perso una gara in questa Coppa del Mondo e manca ancora una tappa. Cercherà di mantenere la striscia di vittorie anche nei 200 misti.

Subito dopo aver nuotato i 1500 stile libero, Grimes è tornata in acqua per i 200 dorso. Nonostante si sentisse “morta” dopo le due gare, la nuotata è stata comunque un record personale per Grimes, che ha battuto di quattro centesimi il tempo nuotato a Berlino con un 2:08.01.

Kylie Masse è tornata sul podio per la terza volta in questo fine settimana. La canadese ha fatto seguire all’argento nei 50/100 dorso un bronzo nei 200 dorso in 2:10.77.

100 METRI DORSO MASCHILI

  • World Record: 51.60 — Thomas Ceccon, Italy (2022)
  • World Cup Record: 52.11 — Mitch Larkin, Australia (2015)
  • World Junior Record: 52.53 — Kliment Kolesnikov, Russia (2018)

PODIO

  1. ORO: Thomas Ceccon (Italy) — 52.73
  2. ARGENTO: Pieter Coetze (South Africa) — 53.49
  3. BRONZO: Apostolos Christou (Greece) — 53.61

Il detentore del record mondiale Thomas Ceccon ha fatto centro nei 100 dorso, bissando la vittoria di Berlino con un altro primo posto qui ad Atene. Ceccon è stato in testa da un momento all’altro e ha ottenuto un tempo finale di 52.73. Il risultato è superiore al 52.27 ottenuto lo scorso fine settimana, ma è stato comunque soddisfacente. Ha fatto eco ai suoi commenti dopo i 100 stile libero del secondo giorno, affermando che per ottobre stare sotto i 53 secondi è una buona cosa.

Il sudafricano Pieter Coetze ha conquistato il suo terzo podio a dorso del weekend. Ha mantenuto il secondo posto per tutta la gara e ha chiuso con un tempo finale di 53.49, davanti ad Apostolos Christou. Christou ha regalato al pubblico greco il primo podio della serata, conquistando il terzo posto in 53,61.

50 METRI RANA FEMMINILI

  • World Record: 29.16 — Ruta Meilutyte, Lithuania (2023)
  • World Cup Record: Ruta Meilutyte (Lithuania) — 29.56 (2023)
  • World Junior Record: 29.30 — Benedetta Pilato, Italy (2021)

PODIO

  1. ORO: Ruta Meilutyte (Lithuania) — 30.23
  2. ARGENTO: Siobhan Haughey (Hong Kong) — 30.36
  3. BRONZO: Sophie Hansson (Sweden) — 30.68

Ruta Meilutyte è tornata sul podio nei 50 rana femminili. La Meilutyte ha stabilito un nuovo record mondiale durante i Mondiali a Fukuoka, raggiungendo un tempo di 29,16. Qui non ha superato i 30 secondi, ma ha fatto quello che doveva, respingendo Siobhan Haughey di Hong Kong per la vittoria.

Il secondo posto di Haughey (30.36) è un nuovo record personale per lei. È la prima volta che scende sotto i 31″ visto che il suo precedente record era di 31,21 ai PSS di Fort Lauderdale all’inizio dell’anno.

Sophie Hansson si è classificata terza con 30,68, l’ultima nuotatrice della manche a scendere sotto i 31 secondi.

200 METRI RANA MASCHILI

  • World Record: 2:05.48 — Qin Haiyang, China (2023)
  • World Cup Record: Qin Haiyang (China) — 2:07.45 (2023)
  • World Junior Record: 2:08.04 — Dong Zhihao, China (2023)

PODIO

  1. ORO: Qin Haiyang (China) — 2:08.05
  2. ARGENTO: Dong Zhihao (China) — 2:09.18
  3. BRONZO: Casper Corbeau (Netherlands) — 2:09.35

Come McKeown nel dorso, Qin Haiyang continua ad affermare il suo dominio in Coppa del Mondo. Qin è imbattuto nelle gare a rana da due tappe della Coppa del Mondo. Detentore del record mondiale, Qin ha condotto la gara dall’inizio alla fine. Il tempo finale è stato di 2:08.05, un tempo superiore al suo record di Coppa del Mondo, ma che gli ha permesso di vincere la gara con oltre un secondo di vantaggio.

Il suo connazionale Dong Zhihao, detentore del record mondiale juniores, si è lanciato in una carica tardiva negli ultimi 50 metri. Ha girato all’ultima virata in quinta posizione, ma ha fatto un enorme 32.45 negli ultimi 50 metri per passare in seconda posizione. Ha preceduto Casper Corbeau, che ha usato un ottimo 50 finale (33.31) per superare Arno Kamminga e guadagnarsi il terzo posto con 2:09.35.

100 METRI STILE LIBERO FEMMINILI

  • World Record: 51.71 — Sarah Sjostrom, Sweden (2017)
  • World Cup Record:Siobhan Haughey (Hong Kong) — 52.02  (2023)
  • World Junior Record: 52.70 — Penny Oleksiak, Canada (2016)

PODIO

  1. ORO: Siobhan Haughey (Hong Kong) — 52.55
  2. ARGENTO: Sarah Sjostrom (Sweden) — 53.32
  3. BRONZO: Bronte Campbell (Australia) — 53.60

Subito dopo aver ottenuto l’argento nei 50 rana, Haughey è tornata in piscina nei 100 stile libero femminili. È passata dall’argento all’oro nello stile libero, raggiungendo il tempo di 52,55. Haughey è uscita per prima in 25.24, poi è rientrata in 27.31 per assicurarsi la vittoria.

Per Sjostrom si trattava della seconda gara della sessione, anche se aveva avuto un po’ più di pausa rispetto a Haughey, dato che aveva disputato i 100 farfalla all’inizio della sessione. Come nei 100 farfalla, è stata in grado di mettere a segno un ultimo sforzo per assicurarsi il podio. Sjostrom ha ottenuto un 53.32, passando dal quarto al secondo posto nella seconda parte della gara con un tempo di 27.38.

Nei suoi primi 100 stile libero dopo Tokyo, Bronte Campbell si è classificata terza. Ha nuotato in 53.60, superando la sorella Cate Campbell nella seconda parte della gara e guadagnando l’ultimo posto sul podio.

200 METRI STILE LIBERO MASCHILI

  • World Record: 1:42.00 — Paul Biedermann, Germany (2009)
  • World Cup Record: 1:44.38 — Danas Rapsys, Lithuania (2019)
  • World Junior Record: 1:42.97 — David Popovici, Romania (2023)

PODIO

  1. ORO: Danas Rapsys (Lithuania) — 1:45.72
  2. ARGENTO: Maximilian Guiliani (Australia) — 1:47.18
  3. BRONZO: Kieran Smith (United States) — 1:48.03

La gara dei 200 stile libero maschili è stata molto combattuta. Danas Rapsys, Maximilian Giuliani e Kieran Smith sono stati insieme per i primi 150 metri di gara. All’ultima virata, 0,52 secondi separavano i tre nuotatori. Rapsys ha girato per primo e ha fatto una grande virata che ha aumentato il suo vantaggio.

Da quel momento, Rapsys ha dato il massimo e non si è più voltato indietro, vincendo la gara in 1:45.72, con 1,46 secondi di vantaggio sul secondo classificato Guiliani. Il ventenne Guiliani si è fermato a un secondo dal record personale di 1:46.18 con cui aveva conquistato l’argento a Berlino.

Smith si è piazzato al terzo posto, conquistando lo stesso podio di Berlino. Mentre Guiliani si è discostato dal tempo dello scorso weekend, Smith è stato più veloce di 0,12 secondi, raggiungendo il tempo di 1:48.03.

200 METRI MISTI FEMMINILI

  • World Record: 2:06.12 — Katinka Hosszu, Hungary (2015)
  • World Cup Record: 2:08.15 — Katinka Hosszu, Hungary (2019)
  • World Junior Record: 2:06.89 — Summer McIntosh, Canada (2023)

PODIO

  1. ORO: Sydney Pickrem (Canada) — 2:09.67
  2. ARGENTO: Torri Huske (United States) — 2:11.15
  3. BRONZO: Kaylee McKeown (Canada) — 2:11.23

Come previsto, la Huske ha iniziato i 200 misti velocemente, spingendo sulla frazione di farfalla. Ha aperto la gara in 27.39, l’unica nuotatrice in campo a scendere sotto i 28″. Ha mantenuto il suo vantaggio nella frazione a dorso, girando in 34.05 per mantenere un leggero vantaggio su McKeown, che ha girato in 33.49 per passare al secondo posto.

La canadese Sydney Pickrem ha fatto la sua mossa nella rana. Con 36,66 nel terzo 50, è andata in vantaggio su McKeown di 0,69 secondi, con Huske terza. Pickrem ha avuto abbastanza spazio per mantenere il vantaggio nella frazione a stile libero e ha ottenuto la vittoria in 2:09.67.

Huske ha lottato nello stile libero, con un tempo di 30,74 per superare McKeown e conquistare l’argento. Huske ha nuotato in 2:11.15, avendo la meglio su McKeown, che ha nuotato in 2:11.23 per il bronzo.

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale graduated high school at the Italian Liceo Classico "T.L. Caro" where she was engaged in editing the school magazine. In 2002, she was among the youngest law graduates of the  Federico II University of Naples (ITA). She began her career as a Civil Lawyer, becoming licensed to practice law …

Read More »