Tutti i Pregi Degli Occhialini Svedesi

Diciamo la verità.

Per nuotare si ha bisogno solo del costume da bagno.

Tutto il resto è opzionale.

Persino la cuffia e gli occhialini non sono necessari. Lo diventano quando non vuoi nuotare con i capelli che ti cadono davanti agli occhi oppure se non vuoi avere gli occhi perennemente arrossati.

La ricerca dell’occhialino giusto può essere stressante per chi si sta avvicinando a questo sport.

Sono la prima ad aver collezionato decine di pezzi dai 5 ai 50€ di costo prima di capire che quelli adatti a me erano ad un palmo di mano.

Basta navigare in un negozio on line qualsiasi di articoli per il nuoto. Decine, se non centinaia di modelli per un pezzo di plastica che deve coprirti gli occhi.

Una miriade di forme, colori, naselli, lacci elastici, guarnizioni. A volte però la semplicità è la strada da percorrere.

Vi abbiamo raccontato la storia degli occhialini svedesi. Originariamente prodotti dalla società svedese Malmsten nel 1970, l’azienda sostiene che il loro design è probabilmente il modello di occhialini da nuoto più copiati al mondo.

 Immediatamente riconoscibili dalla loro mancanza di una guarnizione.

Sono davvero tanti i nuotatori che non hanno fatto a meno di questi occhiali anche in gare importanti. La nostra

Photo Credit: Peter Sukeník

Federica Pellegrini del resto, è da sempre affezionata a questo modello, indossandolo anche alle gare olimpiche e mondiali.

Ma anche i nuotatori di tutti i giorni, sia principianti che professionisti, apprezzano l’essenzialità degli svedesi.

Di ragioni ce ne sono tante, noi ve ne diciamo quattro.

Sono a buon mercato

Provate a cercare su internet o nel vostro negozio preferito. Non troverete un paio di occhialini più economici degli svedesi.

Il loro prezzo si aggira intorno ai 5€, che possono diventare 15€ per i modelli con guarnizione di gomma e lacci colorati di ricambio.

Ma il modello base costa davvero poco, e vi da la possibilità di acquistarne anche uno o due in più, da tenere come scorta.

Se hai più di un figlio in un corso di nuoto, sai bene quanto si possa risparmiare optando per gli occhialini svedesi.

Sono personalizzabili

Nessun altro pezzo dell’equipaggiamento di nuoto è personalizzabile come il goggle svedese.

Sono venduti completamente non-assemblati con un set di lenti oculari, cinghia di lattice, nasello in plastica e stringa. Hai la possibilità di farteli calzare perfettamente sugli occhi. Sono indossabili da qualsiasi tipologia di occhio, di viso o di naso. Si può addirittura dare spazio alla creatività, mondando ad esempio due lenti di colore diverso.

Una volta indossati calzeranno a pennello e non avrai più bisogno di regolarli.

Non avrai l’ansia di perderli

Se acquisti un occhialino da 70€ ed accidentalmente lo lasci nello spogliatoio o su una tribuna, probabilmente passerai tutta la giornata a cercarlo. In una normale sessione di gare, con centinaia di atleti che si affollano in piscina, le cose piccole come gli occhialini possono perdersi. Un altro nuotatore li può prendere, per errore o con dolo è irrilevante. Quello che non è irrilevante è la spesa che hai affrontato ormai sfumata. Se utilizzi gli svedesi e li perdi, avrai perso soltanto 5€. Il loro essere così personalizzati li rende anche poco appetibili agli altri nuotatori.

Hanno un look fresco

Chi indossa uno svedese è un nuotatore che guarda l’essenzialità.

Una persona che vuole tenere un profilo basso, rimanere semplice e non dare nell’occhio per l’eccentricità.

Ma è anche uno che li ha adattati perfettamente al volto e che in gara penserà soltanto a come toccare la piastra per primo.

Ispirata da Loretta Race. Puoi leggere qui l’articolo in lingua inglese

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!