Ceccon E Quadarella Oro A Barcellona 100 Dorso/400 Stile-Risultati

MARE NOSTRUM TOUR 2022

SECONDA TAPPA: BARCELLONA

Con solo due giorni di gara per ogni tappa del Mare Nostrum Tour, ogni giorno a Barcellona abbiamo in programma gare di alto livello.

Già questa mattina abbiamo assistito a una solida nuotata da parte del campione olimpico in carica dei 200m stile libero Tom Dean. Il britannico  ha fatto registrare un tempo di 1:46.89.

Il momento clou delle batterie femminili è stato i 100 metri rana, con la detentrice del record nazionale tedesco Anna Elendt che ha nuotato il tempo di 1:05.82. Questo crono è a soli  0,24 secondi dal suo standard nazionale.

Anche la prova di forza nei 50m stile libero vedrà alcuni tra i migliori velocisti al mondo con Bruno Fratus (BRA), Ben Proud (GBR), Thom De Boer (NED), Michael Andrew (USA).

800 METRI STILE LIBERO UOMINI

  • ORO– Joris Bouchaut (FRA), 7:53.03
  • ARGENTO  – Marc-Antoine Olivier (FRA), 7:53.53
  • BRONZO – Daniel Wiffen (IRL), 7:55.16

50 METRI DORSO DONNE

Ottima prova per l’azzurra Silvia ScaliaLa primatista italiana chiude terza per conquistare la ,medaglia di bronzo con il tempo di 27.89, a soli 23 centesimi dal Record Italiano stabilito ad Aprile a Riccione di 27.66.  Bronzo pari-merito con la francese Analia Pigree anche lei detentrice del record nazionale in 27.39.

Il Canada ha fatto propri il primo ed il secondo gradino del podio, con la detentrice del record nazionale Kylie Masse che ha vinto la finale con 27,47, seguita da Ingrid Wilm, che ha toccato in 27,85.

La Masse detiene il record nazionale in 27.18, ottenuto ai Trials canadesi di quest’anno. Masse ha battuto questo record 3 volte nel 2022, avendo nuotato prima 27.62 ai Trials Prep Event di marzo, abbassando il primato di 27.64 fissato ai Campionati Mondiali del 2017. In quella stessa occasione, Masse nuotò 27,52 per abbassare il tempo di un altro decimo, prima di stabilizzarsi a 27,18.

50 METRI RANA UOMINI

Gli Stati Uniti hanno conquistato la prima medaglia di questa seconda tappa del Mare Nostrum Tour, grazie al finalista olimpico Michael Andrew.

Il ventitreenne Andrew ha fatto segnare un tempo di 27.06 per avere la meglio sul brasiliano Joao Gomes Junior, che ha toccato in 27.18. L’italiano Nicolò Martinenghi ha chiuso la top 3 in 27.26.

Questi tre uomini sono tutti nei primi 5 posti del ranking mondiale stagionale, con Martinenghi che guida la classifica con 26,49. Andrew è il secondo al mondo con il suo recente record americano di 26.52, mentre Gomes Junior è il quarto più veloce al mondo in questa stagione con 26.62 al Brazil Swimming Trophy di aprile.

2021-2022 LCM Men 50 Breast

NicUSA
Fink
06/21
26.45
2Nicolò
Martinenghi
ITA26.4806/21
3Michael
Andrew
USA26.5204/28
4Joao
Gomes
BRA26.6204/06
5Andrey
Nikolaev
RUS26.6604/29
View Top 29»

50 METRI FARFALLA DONNE

Le prime due classificate dei 50 metri farfalla femminili hanno ottenuto ciascuna un tempo inferiore alla soglia dei 26 secondi. A guidare il campo è stata la francese Melanie Henique, che con  25.57 ha battuto l’egiziana Farida Osman per soli 0,16 secondi.

Alle spalle della Osman, con 25.73, si è piazzata la svedese Louise Hansson, in 26.03. La Hansson rappresenta Loughborough. dove ha trasferito la sua base di allenamento a partire dal 2020.

400 METRI MISTI UOMINI

Il diciottenne Matt Sates continua a migliorare i tempi ogni volta che nuota i 400m misti maschili, abbassando il suo 4:12.74 di Monaco a un nuovo PB di 4:11.58.

Sates è andato vicinissimo al record della tappa di 4:11.22 dell’ungherese Laszlo Cseh, un tempo che resiste dal 2008. Il sorprendente sforzo di Sates si è anche avvicinato ulteriormente al record nazionale sudafricano, di 4:11.11 stabilito nel 2011 da Sebastian Rousseau.

L’ ungherese David Verraszto  ha ottenuto l’argento con 4:13.54, mentre il due volte finalista olimpico in questo evento, Max Litchfield della Gran Bretagna, ha completato la top 3 in 4:16.21.

100 METRI STILE LIBERO DONNE

L’olandese Marrit Steenbergen, si è aggiudicata la cima del podio dei 100m stile libero femminili con 54,16.

La 22enne olandese Steenbergen ha nuotato il suo personal best di sempre, nel 2015 in 53,97. Da allora si prese una pausa per concentrarsi sugli studi, ed il tempo di stasera è il miglior crono che ha fatto registrare negli ultimi due anni. Ai Campionati Europei del 2016 vinse due ori con la staffetta 4×100 stile libero femminile e mista.

Le canadesi Kayla Sanchez e Maggie MacNeil hanno vinto l’argento e il bronzo, rispettivamente con i tempi di 54,24 e 54,38.

Per la campionessa mondiale MacNeil, questo incontro segna la sua prima apparizione in gara dopo aver subito una frattura al gomito all’inizio dell’anno.

100 METRI DORSO UOMINI

Il primi tre classificati sono scesi agevolmente sotto la soglia dei 54 secondi nei 100 m dorso, guidati dal 21enne medaglia olimpica in staffetta Thomas Ceccon,

Ceccon è arrivato comodamente al muro davanti a tutti con un tempo di 53,18, non troppo lontano dal suo record stagionale di 52,99 stabilito lo scorso gennaio. Con il 52,30 ottenuto ai Giochi Olimpici, Ceccon detiene il record nazionale italiano.

Il veterano Ryosuke Irie, 32 anni, è salito sulla secondo gradino del podio, con il tempo di 53,46, a circa mezzo secondo dal 52,88 ottenuto al Japan Swim di aprile.

A riprova della sua longevità, Irie detiene ancora il record assoluto del Mare Nostrum in questo evento con il 53,08 realizzato oltre dieci anni fa.

Per quanto riguarda Coetze, a 17 anni ha rappresentato il più giovane sudafricano all’Olimpiade l’anno scorso a Tokyo. Ora che ha 18 anni e si è qualificato per i suoi primi Campionati mondiali senior. Qui a Barcellona chiude in 53,72, suo miglior tempo stagionale.

100 METRI RANA DONNE

Come già accennato, la tedesca Elendt ha dato il meglio di sé questa mattina, facendo registrare un velocissimo tempo di 1:05.82 nei 100 metri rana femminili.

Stasera la ventenne ha abbassato un po’ i toni, anche se si è comunque classificata al primo posto con 1:06.07.

La giapponese Reona Aoki, attualmente numero uno al mondo in questo evento, si è accontentata dell’argento in 1:06.43, mentre la svedese Sophie Hansson ha completato la top 3 in 1:06.60.

Da notare che la campionessa olimpica in carica di questo evento, Lydia Jacoby ha fatto segnare un crono di 1:06.66, mancando di soli 6 centesimi il podio.

50 STILE LIBERO UOMINI

Mentre a Monaco le gare dei 50 metri sono state svolte secondo il format delle skin, a Barcellona hanno ripreso la formula classica batterie/finali.

Dopo aver vinto la gara a Monaco, il brasiliano Bruno Fratus, ha raccolto un altro oro.

Con un tempo di 21,78, Fratus è stato leggermente lontano dal suo tempo di 21,49 di Monaco, ma è stato comunque abbastanza veloce da tenere a bada il detentore del record nazionale britannico Ben Proud.

Proud ha nuotato 21.89 per l’argento, mentre Michael Andrew si è assicurato la seconda medaglia della serata con 22.06 per il bronzo.

Andrew ha un personale stagionale di 21,45 , che lo colloca al secondo posto  al mondo, dietro Caeleb Dressel. Il tempo nuotato da Fratus a Monaco lo ha inserito al terzo posto del ranking mondiale stagionale.

2021-2022 LCM Men 50 Free

2Benjamin
Proud
GBR21.3206/24
3Michael
Andrew
USA21.4106/24
4Bruno
Fratus
BRA21.4905/22
5Maxime
Grousset
FRA21.5706/24
View Top 30»

200 METRI DORSO DONNE

Regan Rathwell,  ha realizzato un grande record personale per vincere i 200 metri dorso femminili. Con un tempo di apertura di 1:03.66 e un secondo 100 a 1:05.88, l’atleta dell’Università del Tennessee ha conquistato l’oro con soli 8 centesimi di vantaggio sull’ungherese Eszter Szabo argento in 2:09,62.

Anche il crono della Szabo rappresenta il suo nuovo PB, abbassando di un decimo, il precedente di 2:09,72 ottenuto ai Campionati europei del 2021.

Chiude il podio l’israeliana Aviv Barzelay  in 2:11,68.

200 METRI RANA UOMINI

L’olandese Arno Kamminga ha conquistato la vittoria nei 200 metri rana maschili con un tempo nettamente migliore rispetto a quello di Monaco.

Solo pochi giorni fa il 26enne detentore del record nazionale aveva fatto registrare un tempo di 2:10.91, mentre qui ha chiuso in  2:08.65 per battere la coppia di nuotatori giapponesi.

In gara al Mare Nostrum Tour per la prima volta dopo 3 anni, la squadra giapponese ha portato molti membri che rappresenteranno la nazione il mese prossimo a Budapest. Due di questi nuotatori sono Yu Hanaguruma e Ryuya Mura, che hanno chiuso rispettivamente secondo e terzo, con 2:10.79, e 2:11.86.

200 METRI FARFALLA DONNE

La britannica Laura Stephens ha sfiorato il record personale vincendo i 200 metri farfalla femminili in 2:07.12, a soli 8 centesimi dal PB di 2:07.04 nuotato l’anno scorso. Il tempo la posiziona al sesto posto della classifica mondiale stagionale.

La giapponese Kina Hayashi ha conquistato l’argento in 2:07.27, mentre l’americana Emma Sticklen dell’Università del Texas ha conquistato il bronzo in 2:08.41.

Hayashi rappresenta la terza atleta giapponese più veloce di tutti i tempi grazie al 2:06.41 con cui ha vinto il titolo ai Trials Internazionali del Giappone lo scorso aprile, un crono che la inserisce al quarto posto al mondo quest’anno.

2021-2022 LCM Women 200 Fly

SummerCAN
McIntosh
06/22
2:05.20 WJR
2Zhang
Yufei
CHN2:05.8409/23
3Hali
Flickinger
USA2:05.9006/21
4Kina
Hayashi
JPN2:06.4103/04
5Regan
Smith
USA2:06.7906/22
View Top 27»

Emma Sticklen ha registrato il PB stasera, con il suo 2:08.41 che migliora il 2:08.88 registrato ai Trials USA. Nel ranking mondiale sale dalla 17sima alla 12sima posizione.

100 METRI FARFALLA UOMINI

Tra l’ungherese Kristof Milak, lo svizzero Noe Ponti e il sudafricano Chad Le Clos, è stato il giapponese Naoki Mizunuma a mettere per primo la mano sul muro per l’oro nei 100 metri farfalla.

Mizunuma con 51,46 ha superato il detentore del record mondiale nei 200 metri farfalla e campione olimpico Milak, argento in 51,51.

Appena 2 decimi dopo, il tocco del bronzo olimpico dei 100 farfalla Noe Ponti con 51,71.

Nel marzo di quest’anno, il venticinquenne Mizunuma è diventato il primo nuotatore giapponese a scendere sotto la barriera dei 51 secondi. Ai Trials Internazionali della sua nazione, Mizunuma ha realizzato un record di 50,86 per infrangere la storica barriera e posizionarsi secondo nel ranking mondiale dietro l’americano Caeleb Dressel.

2021-2022 LCM Men 100 Fly

2Kristof
Milak
HUN50.1406/24
3Naoki
Mizunuma
JPN50.8106/24
4Michael
Andrew
USA50.8804/28
4Josh
Liendo
CAN50.8804/06
View Top 48»

200 METRI MISTI DONNE

La detentrice del record nazionale israeliano Anastasia Gorbenko è stata la donna più veloce nella finale dei 200 misti femminili, con le prime tre classificate separate di 34 centesimi.

Gorbenko si è imposta in 2:10.65, superando la plurimedagliata olimpica ungherese Katinka Hosszu. Hosszu si è classificata seconda in 2:10.75, mentre un’altra olimpica, Abbie Wood, si è aggiudicata il bronzo in 2:10.99.

La Gorbenko rimane la quarta atleta più veloce al mondo con il suo 2:10.43  di aprile, mentre il record stagionale di Wood di 2:10.64 di marzo la mantiene come numero 8 al mondo in questa stagione.

2021-2022 LCM Women 200 IM

Alex USA
Walsh
06/19
2:07.13
2Kaylee
McKeown
AUS2:08:5706/19
3Leah
Hayes
USA2:08.91 WJR06/19
4Rika
Omoto
JPN2:10.0106/19
5Yiting
Yu
CHN2:10.1209/22
View Top 27»

200 METRI STILE LIBERO UOMINI

Sebbene il britannico Tom Dean sia entrato in questa finale come nuovo detentore del record del meeting di Barcellona, è stato il diciottenne sudafricano Sates ad abbassare ancora una volta il limite nella stessa giornata.

Con il tempo di 1:45.91, Sates non solo è sceso sotto la barriera dell’1:46 per la prima volta nella sua carriera, ma ha anche superato l’1:46.89 di Dean.

Dean ha comunque brillato con 1:46.27, mentre il giapponese Katsuo Matsumoto ha completato la top 3 con 1:46.46.

Per Sates, la vittoria nei 200 stile si aggiunge a quella nei 400 misti conquistata all’inizio della sessione, ed entrambi i risultati rappresentano dei record personali.

400 METRI STILE LIBERO DONNE

La sessione di finali si è conclusa con un altro oro per l’Italia, a firma della medaglia olimpica di bronzo negli 800 stile Simona Quadarella

Con il tempo di 4:06.18, la 23enne stabilisce il suo miglior tempo stagionale entrando nel ranking mondiale alla 13sima posizione. Argento per la brasiliana Gabrielle Roncatto, con 4:08.91, mentre la giapponese Miyu Namba chiude il podio con 4:09.59

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »