Italia A Quota 15 Medaglie Agli Europei, 3 Ori, 9 Argenti, 3 Bronzi

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

November 04th, 2021 Italia

CAMPIONATI EUROPEI IN VASCA CORTA 2021 – KAZAN

L’Italia del nuoto ai Campionati Europei in vasca corta di Kazan sale ad un totale di 15 medaglie guadagnate in tre giorni di competizione.

Il bottino comprende tre ori, 9 argenti e 3 bronzi che rendono quella azzurra, la nazionale con più medaglie vinte finora. Nel medagliere generale rimane seconda dietro la formazione di casa. La Russia ha raccolto 11 medaglie, e pesano sulla classifica i 5 ori totali contro i 3 italiani.

LE MEDAGLIE DEL DAY 3

Nel terzo giorno di finali, la prima medaglia è firmata da Margherita Panzieraargento nei 200 metri dorso femminili con il tempo di 2:02.05.

Subito dopo, è arrivato l’argento di Lorenzo Zazzeriche, grazie al suo nuovo personal best di 20.84, sale sul secondo gradino del podio nei 50 metri stile libero maschili.

Terza finale del programma e terza medaglia azzurra. A conquistare il bronzo nei 200 metri farfalla femminili è Ilaria Bianchi in 2:05.43.

I 1500 metri stile libero maschili portano quindi un altro argento all’Italia, quello di Gregorio Paltrinieri in 14.13.07.

Il terzo oro della manifestazione arriva nell’ultima gara individuale in programma. Uno straordinario Nicolo Martinenghi non si lascia intimidire dalla concorrenza e va a prendersi il suo primo oro internazionale siglando il nuovo record italiano e diventando il primo uomo della nazione a chiudere la distanza in meno di 56 secondi.

La serata di Kazan si è chiusa con l’ultima emozione targata Italia. Il pomeriggio da record si chiude con il bronzo conquistato da Silvia Scalia, Arianna Castiglioni, Elena Di Liddo e Silvia Di Pietro nella staffetta 4×50 metri misti femminili e nuovo  record italiano.

LE DICHIARAZIONI DEI MEDAGLIATI

MARGHERITA PANZIERA – ARGENTO 200 DORSO

“Io sono molto contenta della gara perché ho nuotato a sei decimi dal record e significa che sto lavorando benissimo. Dopo due mesi di lavoro è un gran tempo ed è la prima tappa di una lunghissima stagione e bisogna capire quali sono le priorità e su cosa puntare. Proverò a migliorarmi ai mondiali a dicembre. Poi avrò davanti una stagione lunghissima che passerà dai mondiali di Fukuoka, fino agli europei di Roma: tempo per trovare la giusta forma ci sarà”

LORENZO ZAZZERI – ARGENTO 50 STILE

“Il record del mondo mi ha messo una carica in corpo incredibile. Mi sono svegliato questa mattina con la voglia di gareggiare e di spaccare il mondo. È un argento bellissimo perché rappresenta la mia prima medaglia individuale della carriera e spero sia il prologo alle prossime. Come ho ripetuto più volte, le Olimpiadi mi hanno catapultato in un’altra dimensione: sono convinto dei miei mezzi e in acqua mi sento molto sciolto”.

ILARIA BIANCHI – BRONZO 200 FARFALLA

“I 200 farfalla sono tostissimi; gli ultimi 25 metri avevo le braccia pesantissime, ma sono riuscita a resistere e a prendermi un bronzo che vuol dire tanto, considerando che sono circondata da atlete giovanissime. Essere ancora su un podio europeo è molto gratificante per tutta la mia carriera. Da Glasgow sono passati due anni ed in mezzo sono successe tante cose. Ho ancora qualcosa da dare a questo sport e mi piace dimostrarlo così”.

GREGORIO PALTRINIERI – ARGENTO 1500 STILE

“Nuotare 14’13’’ il 4 novembre è veramente notevole per me, considerando che mi sono allenato fino a ieri e che vengo da una stagione nella quale non mi sono mai veramente fermato. Il fatto che il mio tempo non serva per l’oro rende l’idea di quale sia il livello nei 1500 soprattutto in Europa: i miei avversari sono tutti del vecchio continente. Adesso vediamo chi ci sarà ai mondiali di Doha, ma sono convinto che prima o poi il mio record del mondo cadrà: è nella logica delle cose. Da questa gara non ho proprio nulla da rimproverarmi, anzi sono molto soddisfatto.Adesso ho gli 800 e vediamo cosa viene. Io mi sento bene e so che non posso essere al top in questo periodo”.

NICOLO MARTINENGHI – ORO 100 METRI RANA

 “Questa è stata una delle gare più belle della mia vita. Credo di non aver sbagliato nulla: non ho commesso sbavature e in genere qualche pecca c’è sempre. Non avrei mai pensato di vincere e addirittura con il record italiano. Non so veramente cosa dire. In queste ultime settimane non sono stato neanche tanto bene, perché ho avuto dei problemi alle ginocchia. Per fortuna con le terapie e le cure giuste sono tornato subito competitivo.

Le medaglie olimpiche mi hanno liberato di qualche peso che avevo e reso più sicuro di me stesso. Sono entrato in una nuova dimensione ed è meraviglioso esserci. Ieri è arrivato anche il record del mondo con la staffetta. Stanotte ho preso sonno a fatica per l’emozione; poi quando mi sono alzato avevo una grande voglia di scendere in acqua. Sono felicissimo”.

STAFFETTA 4X50 METRI MISTI DONNE

SILVIA SCALIA

“Siamo state bravissime tutte. Non era assolutamente scontata la medaglia. Russia e Svezia non sono neanche troppo lontane”.

ELENA DI LIDDO 

“Un record italiano è sempre una grandissima cosa. Peccato perché forse poteva arrivare qualcosa in più, ma siamo soddisfattissime”.

ARIANNA CASTIGLIONI

Ci voleva proprio una gioia del genere. Mi trasmette una grande carica per i 50

SILVIA DI PIETRO

“Un altro podio europeo per me e per l’Italia. Siamo una bellissima squadra: molto unita e competitiva. Sono felice per tutte noi”

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »