Il Record Olandese Dei 200 Dorso E’ Un Affare Della Famiglia Toussaint

FINA WORLD CUP SERIES – BERLINO

Il Record olandese dei 200 metri dorso è diventato un affare di famiglia. Della famiglia Toussaint.

La venticinquenne olandese Kira Toussaint ha continuato l’assalto ai propri record nazionali durante la tappa di Coppa del Mondo FINA a Berlino.

50 METRI DORSO

Il primo giorno la Toussaint, ha abbattuto il suo precedente personal best e Record Nazionale nei 50 metri dorso. Ferma il cronometro a 27.49, cancellando di due decimi esatti il suo primato recedente (27.69).

100 METRI DORSO

Altro giorno altro record.

Nei 100 metri dorso la Toussaint va a rosicchiare altri dieci centesimi al suo stesso Record Nazionale Olandese.

Dopo appena una settimana, tocca la piastra nella finale dei 100 metri dorso in 59.46, vince l’oro e stampa un nuovo primato nazionale (precedente 59.56)

200 METRI DORSO

  1. ORO RUCK Taylor 2:08.21
  2. ARGENTO GRABOWSKI Lena 2:10.06
  3. BRONZO TOUSSAINT Kira 2:11.79

L’ultimo giorno Kira Toussaint si affaccia in una gara che non nuota molto spesso.

Taylor Ruck vince l’oro con il tempo di 2:08.21. Argento per Lena Grabowski con 2:10.06.

Kira Toussaint tocca per terza e ferma il cronometro in 2:11.79.

Il tempo non rappresenta soltanto il personal best di sempre dell’atleta, ma diventa “un affare di famiglia”.

Kira fissa infatti il nuovo Record Olandese nei 200 metri dorso, record che apparteneva alla sua mamma, Jolanda de Rover.

La mamma della Toussaint, conquistò la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Los Angeles del 1984 nei 200 metri dorso. Il tempo di 2:12.38 è stato record Olandese per ben 35 anni, prima che arrivasse sua figlia ad abbatterlo.

Kira Toussaint ha dichiarato a SwimSwam:

“Ho chiamato mia madre subito dopo e lei ha detto che era davvero felice e le ho detto che la palla è nel suo angolo ora”

“Ho provato così tante volte a battere 2:12, ma non l’ho fatto sul serio per un paio d’anni”.

Il personal best della Toussaint era di 2:13.02, nuotato a Eindhoven 7 anni fa.

Le è stato chiesto cosa sia cambiato ora che l’ha portata verso questo miglioramento.

Kira ci ha risposto:

 “Sapevo di essere in buona forma. Ho nuotato il mio più veloce 2 ° 50 nei 100 (30,3) un paio di volte così speravo di poter resistere per un 200. Voglio dire, a livello internazionale, il 2:11 non è molto veloce, ma per me, personalmente, è un grande passo avanti”.

Rispetto all’anno scorso dichiara: “non mi ero allenata bene a causa di tutto quello che stava succedendo, ma quest’anno ho iniziato bene la stagione con un campo di allenamento di 3 settimane”.

View this post on Instagram

OMG 💪🏼 When you finally break the family record in the 200 back and really can’t believe it!!! 2.11.79 and 🥉 so happy!! The old ‘family record’ was from my mom from the 1984 Olympic Games in Los Angeles where she won gold with 2.12.38. I called my mom right after the race and told her the ball is in her corner again to get the record back again 🤪 the passed 2 weeks were crazy. Didn’t expect to swim a PB 5 times and swim a national record 4 times. On to the next one: Martinez Cup from @de_dolfijn_ next weekend in Amsterdam as a qualification meet for the European short course championships in Glasgow in December! 🍫 #finaworldcup #teamNL #olympics

A post shared by Kira Toussaint (@kiratoussaint) on

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!