Cancellazione Energy For Swim: Fina Incolpa Il “Breve Preavviso”

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

November 17th, 2018 Italia

La FINA ha finalmente fatto commenti pubblici sulla cancellazione di Energy For Swim 2018.

Dichiara che l’evento è stato cancellato perchè la FINA ha avuto un “breve preavviso”.

“Il progetto della Federazione Italiana Nuoto di organizzare una gara di nuoto a Torino nel breve termine non ha soddisfatto tutti i requisiti necessari FINA”.

Questo il succo del comunicato stampa.

“Le modifiche al calendario, ricevuto il breve preavviso, non sono coerenti con gli accordi e precedenti di lunga data della FINA. Minano le competizioni di alto livello pre-esistenti.”

Quest’ultima parte suggerisce che il problema sia la vicinanza dell’Energy For Swim 2018 con i Mondiali in vasca corta FINA.

Eppure, gli organizzatori hanno detto che da circa un anno stavano provando ad ottenere l’approvazione della manifestazione dalla FINA.

Il comunicato stampa della FINA difende anche la quantità di premi in denaro dalla stessa messi in palio negli ultimi anni.

Nel quadrienni 2018/2012 dichiara di aver stanziato circa 38 milioni di dollari in vari progetti.

LEGGI ANCHE:

Di seguito vi rimetto il comunicato stampa per intero.

Abbiamo contattato FINA con più richieste di commenti. Al di fuori di questo comunicato, non abbiamo ricevuto alcuna risposta alle nostre domande specifiche.

Comunicato Stampa FINA:

FINA desidera sottolineare che il rispetto per le sue regole concernenti la creazione di un calendario internazionale coerente, la tutela dei diritti degli atleti, e lo sviluppo della struttura e dello sport sono di fondamentale importanza per la promozione e la popolarità delle nostre sei discipline su scala globale.

FINA è orgogliosa della sua comprovata capacità di fornire eventi di altissima qualità per i nuotatori provenienti da tutto il mondo.

Coordinare gli eventi al fine di assicurare un calendario coerente aggiunge un ulteriore livello di complessità.

Questo è un criterio chiave per sanzionare eventi internazionali

Su Energy For Swim:

Il progetto della Federazione Italiana Nuoto per organizzare una gara di nuoto a Torino a breve termine non ha soddisfatto tutti i requisiti necessari FINA.

Questi requisiti garantiscono che i concorsi internazionali offrano le migliori condizioni possibili per tutti gli atleti partecipanti.

Il calendario delle competizioni FINA si è evoluta nel corso degli anni attraverso la partecipazione attiva e la collaborazione delle Federazioni Nazionali.

Modifiche al calendario, ricevute con breve preavviso, non sono coerenti con gli accordi e precedenti di lunga data della FINA.

Minano alle competizioni di alto livello esistenti.

Gli atleti si meritano pienamente tutto il nostro rispetto per il loro impegno e la loro dedizione a questo sport che noi tutti amiamo.

Negli ultimi anni, la FINA ha aumentato attivamente il riconoscimento per gli sforzi degli atleti in occasione di eventi FINA.

Abbiamo alzato i premio in denaro.

Fornito loro e alle rispettive Federazioni Nazionali strumenti aggiuntivi per il progresso sotto il nostro programma di sviluppo.

Sul premio in denaro, FINA può richiamare l’edizione 2017 dei suoi Campionati del Mondo a Budapest (HUN). US $ 5.8 milioni sono stati distribuiti ai migliori atleti.

I prossimi Mondiali FINA (25m), avranno US $ 2.1 milioni di premi.

Il budget stanziato per i diversi progetti nel ciclo di quattro anni 2018-2021 salirà a US $ 38 milioni.

FINA continuerà a sviluppare piattaforme di business appropriati per fornire un calendario interessante di eventi, con la partecipazione dei migliori atleti.

Inoltre, continuiamo accogliendo qualsiasi approccio positivo da un partner o dal promotore per migliorare il valore delle discipline acquatiche.

Articolo in inglese a cura di Jared Anderson

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!