Ariarne Titmus: “Devo Tutto A Coach Dean”

Ariarne Titmus ha rilasciato una lunga intervista alla FINA dove racconta il percorso che l’ha portata sulla cima del mondo l’anno scorso a Gwangju ed i progetti per il futuro. Ai Mondiali coreani, la Titmus disse:

Mi sento abbastanza normale, era solo una gara di nuoto

A Gwangju, Ariarne Titmus ha fermato la carrellata di vittorie che l’americana Katie Ledecky aveva collezionato nei 400/800/1500 metri stile libero. Durante la prima notte dei mondiali ha conquistato il primo oro australiano vincendo i 400 con il PB di 3:58.76, record del Commonwealth, l’Oceania e l’Australia.

Di quella gara disse:

“Il mio allenatore Dean Boxall mi ha detto che ci sono tre risultati possibili. Nuotare alla grande, nuotare bene o nuotare male. In ogni caso ci si sveglierà comunque domani”.

I 400 furono solo l’inizio. Ariarne conquistò anche l’argento nei 200 stile, dietro Federica Pellegrini, ed il bronzo dietro Simona Quadarella e Katie Ledecky negli 800.

Dove sono oggi non sarebbe possibile senza il mio coach Dean

In Corea la Titmus ha anche vinto uno storico oro per l’Australia. La Staffetta 4×200 metri stile libero femminile, si Laura campione del mondo con primato mondiale. Per la prima volta dopo 20 anni, le squadre maschili e femminili della staffetta conquistavano l’oro nella stessa edizione dei Mondiali.

Insieme alla Titmus vi erano Madison Wilson, Brianna Throssell ed Emma McKeon

Negli 800 metri stile libero, poi, Ariarne conquistò il bronzo dietro Katie Ledecky e Simona Quadarella. L’ultimo 50 lo nuotò in 30.27. Fu il 50 più veloce di tutta la finale.

“Super entusiasta di finire una grande settimana con un record personale e una medaglia di bronzo.

 Dove sono oggi non sarebbe possibile senza il mio allenatore Dean (Boxall), la squadra di St Peters Western e tutta la mia famiglia”

Alla richiesta di descrivere il rapporto tra lei e Boxall, Titmus ha risposto:

“….noi facciamo solo un po’ di click. Ci sono cose su cui litighiamo, ma cerchiamo di essere sulla stessa lunghezza d’onda e con gli stessi obiettivi ed è per questo che funziona. Devo dare fiducia a Dean… e spero che lui si fidi di me”.

E Boxall conferma:

“Ecco perché penso che funzioni… amo lo sport e so che ‘Arnie’ ama lo sport… ama l’allenamento, ama le gare e ogni aspetto del nuoto come me”

Sul rinvio delle Olimpiadi Ariarne Titmus afferma:

 “È stata la decisione migliore per tutti in tutto il mondo. Salvare vite umane è la cosa più importante al cento per cento e finché il sogno è ancora vivo non mi riguarda più di tanto.

“Cercherò di mantenermi il più attiva possibile correndo e facendo allenamenti a casa. Rimarrò motivata. E’ tutto verso un unico grande obiettivo, le gare andranno sicuramente a gonfie vele. Avremo più energia e dovremo dare più energia”

“Tutto sarà su un livello completamente nuovo. Penso che dovremo godercelo e sapere che stiamo andando verso qualcosa di grande, e non sono in molti a farlo”.

Potete leggere l’intervista integrale qui

 

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »