Mondiali Di Nuoto Doha 2024: Analisi E Risultati Live Batterie Day5

2024 WORLD AQUATICS CHAMPIONSHIPS

Pronti a raccontarvi tutto ciò che succede all’Aspire Dome di Doha, in Qatar, durante il quinto giorno di batterie di qualifica dei Campionati Mondiali di nuoto 2024.

Aggiornate questo articolo per controllare i risultati minuto per minuto.

100 METRI STILE LIBERO FEMMINILI

  • World Record: Sarah Sjostrom, Sweden – 51.71 (2017)
  • World Junior Record: Penny Oleksiak, Canada – 52.70 (2016)
  • Championship Record: Sarah Sjostrom, Sweden – 51.71 (2017)
  • 2023 World Champion: Mollie O’Callaghan, Australia – 52.16
  • Olympic ‘A’ Qualifying Time: 53.61, Olympic ‘B’ Qualifying Time: 53.88

TOP 16

  1.  Shayna Jack (AUS) – 53.50
  2.  Marrit Steenbergen (NED) – 53.66
  3.  Siobhan Haughey (HKG) – 53.70
  4.  Barbora Seemanova (CZE) – 53.97
  5.  Kate Douglass (USA) – 54.12
  6.  Stephanie Balduccini (BRA) – 54.25
  7.  Kalia Antoniou (CYP) – 54.49 & Anna Hopkin (GBR) – 54.49
  8.  –
  9.  Kornelia Fiedkiewicz (POL) – 53.58
  10.  Nagisa Ikemoto (JPN) – 54.70
  11.  Michelle Coleman (SWE) – 54.72
  12.  Chiara Tarantino (ITA) – 54.87
  13.  Kayla Sanchez (PHI) – 54.88
  14.  Charlotte Bonnet (FRA) – 55.12
  15. Ai Yanhan (CHN) – 55.19
  16. Nikolett Padar (HUN) – 55.21

Shayna Jack ha preso il controllo durante la prima, in testa fin dall’inizio. Ha girato i primi 50 in 25.95 prima di vincere la manche con un tempo di 53.50. Il suo tempo è stato il più veloce della mattinata e le è valso la corsia 4 nella seconda semifinale di stasera.

Marrit Steenbergen ha aperto la penultima manche in 25.94, quasi identico allo split di Jack della manche precedente. La Steenbergen è arrivata leggermente più lenta negli ultimi 50, ma ha fatto abbastanza per vincere la manche con un veloce 53.66. Steenbergen è la medaglia di bronzo in carica in questo evento e ha aiutato la squadra olandese a vincere l’oro nella staffetta 4×100 stile libero femminile nella prima giornata.

200 METRI DORSO MASCHILI

  • World Record: Aaron Peirsol, United States – 1:51.92 (2009)
  • World Junior Record: Kliment Kolesnikov, Russia – 1:55.14 (2017)
  • Championship Record: Aaron Peirsol, United States – 1:51.92 (2009)
  • 2023 World Champion: Hubert Kos, Hungary – 1:54.14
  • Olympic ‘A’ Qualifying Time: 1:57.50, Olympic ‘B’ Qualifying Time: 1:58.09

TOP 16

  1.  Apostolos Siskos (GRE) – 1:56.64
  2.  Kai Van Westering (NED) – 1:57.29
  3.  Pieter Coetze (RSA) – 1:57.90
  4.  Roman Mityukov (SUI) – 1:58.03
  5.  Adam Telegdy (HUN) – 1:58.07
  6. Ksawery Masiuk (POL) – 1:58.20
  7. Luke Greenbank (GBR) – 1:58.23
  8. Bradley Woodward (AUS) – 1:58.26
  9. Lee Juho (KOR) – 1:58.29
  10. Lukas Märtens (GER) – 1:58.45
  11. Jack Aikins (USA) – 1:58.50
  12. Brodie Williams (GBR) – 1:58.72
  13. Osamu Kato (JPN) – 1:58.82
  14. Hugo Gonzalez (ESP) – 1:59.00
  15. John Shortt (IRL) – 1:59.27
  16. Yeziel Morales (PUR) – 1:59.38

Il tedesco Lukas Märtens, specialista dello stile libero, si è fatto notare. Ha aperto in 27.30 nei primi 50 metri, prima di arrivare secondo ai 100 metri in 57.34. Il greco Apostolos Siskos ha preso il comando della gara e ha vinto la manche in 1:56.64. Il tempo di Siskos è diventato un nuovo record nazionale, superando il precedente 1:56.72 di Apostolos Christou. Pieter Coetze del Sudafrica ha raggiunto il secondo posto in 1:57.90 e Martens è sceso al quarto posto.

Dopo aver fallito l’accesso alle manche dei 100 metri, il polacco Ksawery Masiuk ha vinto la terza manche. Ha girato in 1:58.20, avanzando alla sua prima semifinale dell’incontro.

Dopo aver ottenuto l’argento nei 100 dorso maschili, lo spagnolo Hugo Gonzalez è passato alle semifinali con un 14° posto questa mattina. Con un tempo di 1:59.00 si è piazzato al 5° posto nella manche finale.

200 METRI RANA FEMMINILI

  • World Record: Evgeniia Chikunova, Russia – 2:17.55 (2023)
  • World Junior Record: Viktoria Gunes, Turkey – 2:19.64 (2015)
  • Championship Record: Rikke Pedersen, Denmark – 2:19.11 (2013)
  • 2023 World Champion: Tatjana Schoenmaker, South Africa – 2:20.80
  • Olympic ‘A’ Qualifying Time: 2:23.91, Olympic ‘B’ Qualifying Time: 2:24.63

TOP 16

  1. Kate Douglass (USA) – 2:24.15
  2. Mona McSharry (IRL) – 2:24.82
  3. Kotryna Teterevkova (LTU) – 2:25.09
  4. Sydney Pickrem (CAN) – 2:25.18
  5. Tes Schouten (NED) – 2:25.90
  6. Francesca Fangio (ITA) – 2:26.01
  7. Gabrielle Silva (BRA) – 2:26.28
  8. Alina Zmushka (NIA) – 2:26.31
  9. Kristyna Horska (CZE) – 2:26.71
  10. Letitia Sim (SGP) – 2:27.08
  11. Lisa Mamie (SUI) – 2:27.42
  12. Nayara Pineda (ESP) – 2:27.45
  13. Ana Blazevic (CRO) – 2:27.51
  14. Sua Moon (KOR) – 2:27.53
  15. Eleni Kontogeorgou (GRE) – 2:28.53
  16. Villanue Rodriguez (MEX) – 2:28.90

Mona McSharry ha realizzato un tempo di 2:24.82 assicurandosi la vittoria nella seconda manche. Più nota per le sue doti di sprint, il tempo della McSharry è appena superiore al suo record irlandese (2:24.50) ottenuto a maggio. Il suo tempo è stato il secondo più veloce della sessione mattutina.

La terza manche è stata vinta da Tes Schouten dei Paesi Bassi, che ha ottenuto una medaglia d’argento nella seconda serata di gare nei 100 rana. Ha toccato il muro in 2:25.90 per la sua vittoria di manche, poco più di un secondo più lenta della McSharry nella manche precedente. Schouten è la medaglia d’argento in carica in questo evento.

Kate Douglass (USA) e Sydney Pickrem (CAN), che hanno fatto 1-2 nei 200 IM femminili all’inizio dell’incontro, hanno dato il meglio nella manche finale. Douglass (2:24.15) ha vinto la manche con il tempo più veloce della mattinata, mentre Pickrem (2:25.18) è arrivata seconda. L’italiana Francesca Fangio ha fermato il cronometro in 2:26.01 e si è classificata terza in questa manche, conquistando il biglietto per le semifinali di stasera.

200 METRI RANA MASCHILI

  • World Record: Qin Haiyang, China – 2:05.48 (2023)
  • World Junior Record: Dong Zhihao, China – 2:08.83 (2023)
  • Championship Record: Qin Haiyang, China – 2:05.48 (2023)
  • 2023 World Champion: Qin Haiyang, China – 2:05.48
  • Olympic ‘A’ Qualifying Time: 2:09.68, Olympic ‘B’ Qualifying Time: 2:10.33

TOP 16

  1. Matti Mattsson (FIN) – 2:09.15
  2. Lyubomir Epitropov (BUL) – 2:10.57
  3. Ikuru Hiroshima (JPN) – 2:10.73
  4. Caspar Corbeau (NED) – 2:10.85
  5. Erik Persson (SWE) – 2:10.94
  6. Nic Fink (USA) – 2:11.00
  7. Dong Zhihao (CHN) – 2:11.13
  8. Arno Kamminga (NED) – 2:11.22
  9. Jake Foster (USA) – 2:11.27
  10. Maksym Ovchinnikov (UKR) – 2:11.55
  11. Adam Chillingworth (HKG) – 2:11.98
  12. Denis Petrashov (KGZ) – 2:12.23
  13. James Dergousoff (CAN) – 2:12.34
  14. Lee Sanghoon (KOR) – 2:12.43
  15. MA De Lara Ojeda (MEX) – 2:12.50
  16. Carles Coll Marti (ESP) – 2:12.72

La medaglia di bronzo di Tokyo, il trentenne finlandese Matti Mattsson, si è fatto notare girando il primo 100 in 1:01.72. Ai 150 ha girato in 1:35.03 e ha tenuto duro vincendo con il tempo più veloce della mattinata (2:09.15). Lo svedese Erik Persson (2:10.94) ha conquistato il secondo posto in questa manche, grazie a un ottimo finale. L’americano Jake Foster ha ottenuto un tempo di 2:11.27 e si è piazzato al terzo posto.

Il giapponese Ikuru Hiroshima si è aggiudicato la vittoria nella penultima manche, toccando con un tempo di 2:10.73. Nic Fink (2:11.00), vincitore dei 100 rana nella seconda serata, si è piazzato al secondo posto, mentre il cinese Dong Zhihao (2:11.13) è arrivato terzo.

La testa di serie Caspar Corbeau (NED) è stato in testa dall’inizio fino ai 195 metri, prima che il bulgaro Lyubomir Epitropov gli soffiasse la vittoria di manche. Epitropiv ha chiuso in 2:10.57, mentre Corbeau ha girato in 2:10.85. Il compagno di squadra di Corbeau, Arno Kamminga, ha chiuso in 2:11.22 per il terzo posto.

STAFFETTA 4X200 METRI STILE LIBERO FEMMINILI

  • World Record: Australia – 7:37.50 (2023)
  • Championship Record: Australia – 7:37.50 (2023)
  • 2023 World Champion: Australia – 7:37.50

TOP 8

  1. China – 7:54.38
  2. New Zealand – 7:54.97
  3. Canada – 7:56.07
  4. Brazil – 7:57.12
  5. Hungary – 7:57.46
  6. Great Britain – 7:58.18
  7. Australia – 7:58.19
  8. Netherlands – 7:58.63

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale graduated high school at the Italian Liceo Classico "T.L. Caro" where she was engaged in editing the school magazine. In 2002, she was among the youngest law graduates of the  Federico II University of Naples (ITA). She began her career as a Civil Lawyer, becoming licensed to practice law …

Read More »