International Swimming League: Match 2, Day 1- Live Recap

2020 INTERNATIONAL SWIMMING LEAGUE – MATCH 2- Recap Live

Il primo match della stagione 2020 di International Swimming League si è concluso ieri con la vittoria dei Cali Condors. A poche ore di distanza dalla battaglia tra le 3 squadre americane e il team Energy Standard la Duna Arena di Budapest è già pronta ad ospitare il secondo incontro della stagione.

Oggi e domani saranno impegnati nel loro esordio stagionale:

  • AQUA CENTURIONS
  • DC TRIDENT
  • IRON TEAM
  • LONDON ROAR

Tutte queste quattro squadre hanno già preso parte alla prima stagione ISL. La squadra più accreditata è sicuramente quella capitanata da Adam Peaty che nell’edizione inaugurale si sono classificati al secondo posto durante la finale di Las Vegas.

Molta attesa per la squadra italiana, che cercherà di sopperire alle pesanti mancanze dovute ad alcune rinunce (ad altri imprevisti, come l’assenza di Federica Pellegrini) sfruttando i propri punti di forza.

Unico italiano in gara al di fuori del Team Centurions è Marco Orsi. Il velocista di Budrio fa il suo esordio in ISL con il Team Iron. Fondamentale il suo apporto alla squadra di Katinka Hosszu soprattutto per l’introduzione nel programma gare dei 100 misti.

Le corsie della prima giornata di gare vengono assegnate sulla base dei risultati della scorsa stagione.

CORSIE DAY 1:

  • 1 & 2:  DC Trident
  • 3 & 4: London Roar
  • 5 & 6: Iron
  • 7 & 8: Aqua Centurions

PROGRAMMA GARE 18 OTTOBRE

  • 100 farfalla
  • 200 dorso
  • 200 rana
  • 4×100 stile donne
  • 50 stile libero
  • 200 misti
  • 50 rana
  • 4×100 stile uomini
  • 50 dorso
  • 400 stile libero
  • 4×100 mista uomini e donne

RISULTATI LIVE

100 FARFALLA FEMMINILI

La prima gara del secondo match è vinta da Marie Wattel per i London Roar che conquista anche i punti di 2 avversarie grazie alla regola del Super Jackpot.

100 FARFALLA MASCHILI

Doppietta Aqua Centurions nei 100 farfalla maschili con Szabo davanti a Matteo Rivolta. 50.01 il tempo  del velocista milanese. La coppia di Centurions beffa il campione europeo Marius Kusch che porta ai London Roar 6 punti.

200 DORSO FEMMINILI

Amy Bilquist vince con distacco i 200 dorso femminili davanti alla velocista Toussaint che si difende bene nella doppia distanza. A sorpresa solo sesta Katinka Hosszu.

200 DORSO MASCHILI

Altri punti per i London Roar che grazie alla vittoria di Christian Diener e del terzo posto di Greenbank allungano sulle altre squadre.

200 RANA FEMMINILI

I 200 rana femminili se li aggiudica Annie Lazor davanti a Galat e Pickrem. La Lazor si aggiudica 15 punti rubandone 6 alle avversarie. Quarto posto per Martina Carraro con 2:22.59.

200 RANA MASCHILI

Si difendono con onore gli azzurri nei 200 rana maschili arrivando al 4° e al 5° posto con Scozzoli che nuota ad un solo centesimo dal proprio primato personale. Il primatista mondiale della distanza vince per i London Roar con 2 :04.60

4X 100 STILE LIBERO FEMMINILI

La prima staffetta della giornata va ai London Roar 1 che però perdono punti a causa dell’ultimo posto della seconda formazione. 4° e 6° posto per le due staffette Aqua Centurions

50 STILE LIBERO MASCHILI

50 STILE STILE LIBERO FEMMINILI

Non tradisce le attese Ranomi Kromowidjojo che stra vince i 50 stile femminili con un bottino di 15 punti.

200 MISTI MASCHILI

Philip Heintz vince i 200 misti davanti a Santos e al primatista europeo Vazaios. Prima squalifica del match che infligge due punti di penalità a Devine per i DC Trident.

200 MISTI FEMMINILI

I 200 misti femminili regalano sorprese. La dominatrice assoluta della distanza è solo 3° al termine della gara e appare in difficoltà. Doppietta per le atlete canadesi Pickrem e Andison.

50 RANA MASCHILI

Seconda gara della rana nel programma di oggi. Il turco Emre Sakci beffa il re della rana mondiale Adam Peaty. Alle loro spalle il duo Aqua Centurions che dopo il 200 tornano alla gara a loro più congeniale.

50 RANA FEMMINILI

Alia Atkinson vince i 50 rana al femminile davanti a Ida Hulkko e Martina Carraro che nuota 29.51

A questo punto del programma il punteggio vede i London Roar al comando con 174 punti. Alle loro spalle il Team Iron con 131. Lotta serrata per il terzo posto tra Aqua Centurions e DC Trident rispettivamente a 104 e 96 punti.

4×100 STILE LIBERO MASCHILE

Gli Aqua Centurions con una grande prova di forza conquistano la 4×100 stile libero che vale il doppio dei punti rispetto alle gare regolari. 45.77 la frazione conclusiva di Alessandro Miressi. Da segnalare Zach Apple che nuota 45.15

50 DORSO FEMMINILI

50 dorso femminili che non vedono protagonista la detentrice del record mondiale, Etienne Medeiros, solo 5°. Vince invece Linnea Mack  davanti a Maria Kameneva e l’olandese Toussaint

50 DORSO MASCHILI

I London Roar fanno doppietta e multi Jackpot grazie a Diener e Guido che portano ben 26 punti alla squadra.

400 STILE LIBERO FEMMINILI

Valentine Dumont vince per gli Aqua Centurions i 400 stile femminili nuotanto al limite dei 4 minuti e conquistando ben 19 punti permettendo alla squadra di riavvicinarsi al Team Iron.

400 STILE MASCHILI

La partenza veloce di Leonardo Santo lo porta a pagare molto da metà gara in poi. Vince Grothe all’ultimo metro resistendo alla rimonta dello specialista Romanchuk.

4X100 MISTA FEMMINILE

4X100 MISTA MASCHILE

Grazie alle 2 vittorie delle staffette miste i London Roar potranno decidere in quale stile disputare la Skin Race di domani, sia al maschile che al femminile. 

Dopo la prima giornata di gare la classifica vede i London Roar i in netto vantaggio davanti alle altre 3 squadre molto vicine.

  1. LONDON ROAR               294 pts
  2. AQUA CENTURIONS      197 pts
  3. IRON                                   194 pts
  4. DC TRIDENT                     181 pts

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Aglaia Pezzato

Aglaia Pezzato

Cresce a Padova e dintorni dove inizialmente porta avanti le sue due passioni, la danza classica e il nuoto, preferendo poi quest’ultimo. Azzurrina dal 2007 al 2010 rappresenta l’Italia con la nazionale giovanile in diverse manifestazioni internazionali fino allo stop forzato per due delicati interventi chirurgici. 2014 Nel 2014 fa il suo esordio …

Read More »