Olimpiadi Punti Salienti Finali Day 1-Tempi Più Lenti E Nuovi Emergenti

OLIMPIADI DI TOKYO 2020

Non siete riusciti a svegliarvi alle tre di notte per vedere le finali delle Olimpiadi?

Non preoccupatevi. Ogni giorno appena svegli troverete il nostro rapidissimo recap con le notizie più importanti emerse nella notte giapponese.

HAFNAOUI STUPISCE IL MONDO E VINCE L’ORO NEI 400 STILE

Lo ammetto. Abbiamo sbagliato ogni previsione di medaglia nei 400 metri stile libero maschili.

Il 18 enne Ahmed Hafnaoui aveva abbassato il suo personal best di mezzo secondo per entrare in finale con l’ultimo tempo. Dalla corsia otto è andato dritto verso l’oro olimpico.

Sapete quanti ori olimpici sono stati vinti da un concorrente della corsia n. 8? Soltanto tre in tutta la storia, incluso quello di stanotte.

(In ogni caso, nessuno dei 900 partecipanti al nostro concorso pick’em contest aveva previsto l’oro del tunisino)

L’AUSTRALIA BATTE IL RECORD MONDIALE

Questo si che lo avevamo previsto.

Oro e record mondiale portati a casa dalla staffetta 4×100 libero dell’Australia.

Con un 3:29.69 le ragazze verde/oro hanno abbassato di quattro decimi il precedente WR stabilito nel 2018 con una grandiosa Emma McKeon che prima si spara un velocissimo 100 farfalla e poi torna sul blocco e chiude la sua frazione in 51.35.

E le Olimpiadi sono appena iniziate.

SARAH E’ TORNATA

Sarah Sjostrom qualche mese fa scrisse sui social che un braccio rotto non l’avrebbe fermata.

Ti crediamo, Sarah.

Conquista la finale dei 100 metri farfalla femminili con il terzo tempo. Non contenta, un po’ come la collega australiana McKeon, torna in chiamata, si posiziona sul blocco della 4×100 stile libero Svedese ed apre le danze stabilendo il nuovo Record Olimpico nei 100 metri stile libero femminili.

MARTINEGHI DA RECORD

La gioia per i colori azzurri è stata offerta stanotte da Nicolo Martinenghi.

Con 58.28 Nicolò Martinenghi ha ritoccato ulteriormente il suo record italiano assoluto nei 100 rana maschili e piano piano si avvicina a quel muro spaventoso che soltanto due uomini sul pianeta terra sono riusciti ad abbattere.

Spoiler: si, Adam sua Maestà Peaty ha messo la mano davanti anche stavolta.

FINALI AL MATTINO: TEMPI PIU’ LENTI PER TUTTI

Abbiamo iniziato con i grandi tempi realizzati questa notte, ma se non avete visto la sessione di finali, dobbiamo essere sinceri e dirvi che nel complesso le finali al mattino hanno pregiudicato un po’ tutti.

Guardiamo le medaglie. Nei 400 metri misti maschili il tempo vincente di Kalisz sarebbe stato solo terzo alle Olimpiadi del 2016 e ai campionati del mondo 2019. Il tempo del tunisino Hafnaoui avrebbe vinto il bronzo nel 2016 e sarebbe stato addirittura fuori dal podio ai Mondiali 2019.

OLTRE LE CORSIE

Dai tempi della vasca a quello che c’è oltre le corsie.

  • spalti vuoti e silenzio rendono l’atmosfera quasi surreale. Mettetela la sveglia stanotte, c’è bisogno almeno dell’aiuto da casa.
  • Adam sua Maestà Peaty di cui sopra tra le batterie e le semifinali ha deciso di tagliarsi i baffi. Ed io che pensavo fosse un omaggio a Mark Spitz
  • Costume da gara più patriottico d sempre: USA, ma andava bene anche meno.

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »