Campionati Europei Juniores 2022 – Risultati Live Finali Day 4

CAMPIONATI EUROPEI JUNIORES 2022

Quarto pomeriggio di finali a Bucarest, Romania dove si assegnano le medaglie e l’accesso alle finali ai Campionati Europei Juniores di nuoto.

Scoprite con noi i risultati live e le sfide più attese di questa sessione di gara dove molti azzurri si giocano qualcosa di importante.

VENERDI’ 8 LUGLIO POMERIGGIO

Di seguito il programma gare e le gare degli azzurri:

  • 100 farfalla uomini Finale –
  • 100 stile libero donne Semifinali – Marina Cacciapuoti, Matilde Biagiotti
  • 200 dorso uomini Finale
  • 200 farfalla donne Semifinali – Giada Alzetta
  • 50 stile libero uomini Finale
  • 200 rana donne Finale
  • 200 dorso uomini Finale
  • 200 dorso donne Finale – Valentina Giannini
  • 400 misti uomini Finale – Andrea Camozzi
  • 4×100 misti mista – Italia

DAY 4 POMERIGGIO

100 METRI FARFALLA UOMINI – FINALE

  • World Record: Caeleb Dressel (USA) – 49.45 (2021)
  • World Junior Record: Kristof Milak (HUN) –  50.62 (2017)
  • European Record : Kristof Milak (HUN) – 49.68 (2021)
  • European Junior Record : Kristof Milak (HUN) –  50.62 (2017)
  • Championship Record : Egor Kimov (RUS) – 51.35 (2017)

PODIO

  1. ORO Daniel GRACIK (CZE) 52.69
  2. ARGENTO Casper PUGGAARD (DEN) 53.05
  3. BRONZO Ethan DUMESNIL (FRA) 53.35

100 metri farfalla maschili che aprono il quarto pomeriggio di gare ai Campionati Europei di nuoto 2022.

Vince Daniel Gracik con un fantastico crono da 52.69 (unico dei finalisti ad concludere la gara al di sotto del limite dei 53 secondi). Alle sue spalle argento per il danese Casper Puggaard in 53.05 e bronzo per il giovane francese classe 2006 Ethan DUMESNIL in 53.35

100 METRI STILE LIBERO DONNE – SEMIFINALI

FINALE

  1. Mary-Ambre Moluh (FRA), 55.19
  2. Nikoletta Padar (HUN), 55.32
  3. Roos Vanotterdijk (BEL), 55.48
  4. Dora Molnar (HUN), 55.57
  5. Daria Golovati (ISR), 55.76
  6. Giulia Rossi-Bene (FRA), 56.01
  7. Matilde Biagiotti (ITA), 56.07
  8. Marina Cacciapuoti (ITA), 56.15

La francese Mary-Ambre Moluh ha consolidato la prima testa di serie in vista della finale di domani sera dei 100 stile libero femminili, tenendo a bada l’ungherese Dora Molnar e vincendo la prima semifinale con il tempo di 55,19.

Moluh, che ha già vinto il titolo individuale questa settimana e un’ulteriore medaglia in staffetta, possiede un miglior tempo di 55,00, stabilito a maggio.

Molnar, che l’anno scorso si era piazzata al 16° posto in questo evento, ha fatto registrare un tempo di 55.57, che alla fine è risultato il quarto più veloce in assoluto. Il suo PB è di 55,47, ottenuto ai Campionati ungheresi di aprile.

La sua compagna di squadra ungherese Nikoletta Padar, 16 anni, ha vinto la seconda semifinale e si è qualificata al secondo posto per la finale in 55.32, tenendo a bada un’agguerrita Roos Vanotterdijk (55.47) del Belgio.

Padar ha un miglior tempo di 54.85, mentre questa nuotata ha segnato un nuovo PB per Vanotterdijk, che aveva abbattuto la barriera dei  56 nelle batterie  (55.82).

In finale ci saranno anche due italiane.Matilde Biagiotti con 56.07 entra con il settimo tempo, mentre Marina Cacciapuoti chiude la top 8 in 56.15

200 METRI RANA UOMINI – FINALE

  • World Record: Zac Stubblety-Cook (AUS) – 2:05.95 (2022)
  • World Junior Record: Haiyang Qin (CHN) – 2:09.39 (2017)
  • European Record : Anton Chupkov (RUS) – 2:06.12 (2019)
  • European Junior Record : TARGET TIME – 2:09.64
  • Championship Record : Anton Chupkov (RUS) – 2:10.69 (2015)

PODIO

  1. Lucien Vergnes (FRA), 2:13.02
  2. Luka Mladenovic (AUT), 2:13.21
  3. George Smith (GBR) 2:13.79

Il francese Lucien Vergnes ha annullato un enorme deficit all’ultima virata per aggiudicarsi la vittoria nei 200 rana, mettendo sotto l’austriaco Luka Mladenovic e superandolo di 19 centesimi di secondo.

Mladenovic ha mantenuto il vantaggio iniziale nei 100 in 1:03.52, per poi estendere il suo vantaggio con un incredibile 33.45 nel terzo 50, con un vantaggio di 1,31 secondi sul concorrente più vicino e di 1,68 su Vergnes.

Tuttavia, Vergnes ha chiuso come una furia, superando Maldenovic 34,37 a 36,24 nell’ultima vasca e vincendo l’oro con il nuovo PB di 2:13.02.

200 METRI FARFALLA DONNE – SEMIFINALI

  • World Record: Zige Liu (CHN) – 2:01.81 (2009)
  • World Junior Record: Summer McIntosh (CAN) – 2:05.20 (2022)
  • European Record : Katinka Hosszu (HUN) – 2:04.27 (2009)
  • European Junior Record : TARGET TIME – 2:06.71
  • Championship Record : Anastasia Markova (RUS) 2:08.41 (2021)

FINALE

  1. Lana Pudar (BIH), 2:11.15
  2. Anna Porcari (ITA), 2:12.49
  3. Tabatha Avetand (FRA) / Ashleigh Baillie (GBR), 2:13.10
  4. Andra Gorecki (ROU), 2:14.49
  5. Lucy Fox (GBR), 2:14.65
  6. Mehlika Yalcin (TUR), 2:14.77
  7. Natalia Piekarska (POL), 2:15.10

L’astro nascente Lana Pudar, 16 anni, ha controllato la semifinale dei 200 farfalla femminili di stasera, stabilendo il miglior tempo della sessione in 2:11.15 e conquistando la corsia 4 per la finale di domani.

La Pudar, che lo scorso anno ha vinto l’argento in questa gara e si è classificata seconda nei 100 farfalla, è reduce da un’ottima prestazione ai Campionati Mondiali, dove si è classificata sesta e ha stabilito il nuovo record nazionale in 2:07.58.

L’italiana Anna Porcari si è qualificata seconda in classifica generale dopo aver superato la Pudar nella seconda semifinale, abbassando il suo personale da 2:12.88 a 2:12.49.

50 METRI STILE LIBERO UOMINI – FINALE

PODIO

  1. ORO David Popovici (ROU), 22.16
  2. ARGENTO Jere Hribar (CRO), 22.55
  3. BRONZO Martin Kartavi (ISR), 22.57

David Popovici ha migliorato il suo PB per la seconda volta consecutiva nei 50 stile libero, difendendo con successo il suo titolo europeo juniores dello scorso anno con un tempo di 22,16.

Popovici, 17 anni, ha vinto i 50 stile libero ai campionati del 2021 l’anno scorso con il tempo di 22.22, che è rimasto il suo personale fino alla sessione di giovedì, dove ha fatto registrare 22.17 in semifinale.

Con questa vittoria, il rumeno è a un passo dal completare la tripletta. Se vincerà i 100 stile domenica, avrà conquistato i 50, i 100 e i 200 in due campionati europei juniores consecutivi.

Popovici è ora a 18 centesimi dal record rumeno, che è di 21,98, stabilito da Norbert Trandafir nel 2013.

200 METRI RANA DONNE – FINALE

PODIO

  1. ORO Eneli Jefimova (EST), 2:26.85
  2. ARGENTO Justine Delmas (FRA), 2:26.86
  3. BRONZO Defne Coskun (TUR), 2:27.51

Dopo il finale in rimonta dei 200 rana dei ragazzi, la finale delle ragazze è stata ancora più bella: l’estone Eneli Jefimova ha recuperato più di un secondo e mezzo sulla francese Justine Delmas, vincendo l’oro per un solo centesimo.

Jefimova, che l’anno scorso era arrivata lontanamente seconda a Delmas in questa gara, a metà gara era a soli due decimi dalla francese, ma Delmas l’ha superata con 37,81 a 39,18 al terzo 50, con un vantaggio di oltre 1,6 secondi.

Tuttavia, Delmas era ancora solo seconda, poiché la britannica Sienna Robinson aveva preso l’iniziativa e si era portata in vantaggio, ma stava cominciando ad affievolirsi.

Passata in quarta posizione ai 150, la quindicenne Jefimova si è lanciata in 37.30 per raggiungere i leader e infine agganciare Delmas al muro per il titolo in 2:26.85.

Questo tempo ha battuto il suo record estone di 2:26.88, stabilito in occasione dello Swim Open Stockholm 2021. Ai Campionati Mondiali di qualche settimana fa, Jefimova ha mancato le semifinali, piazzandosi al 19° posto in 2:28.51.

200 METRI DORSO UOMINI – FINALE

PODIO

  1. Ksawery Masiuk (POL), 1:56.62
  2. Oleksandr Zheltyakov (UKR), 1:57.65
  3. Filip Kosinki (POL), 1:58.93

Ksawery Masiuk è esploso all’ultima virata e ha conquistato l’oro nei 200 dorso con il personale di 1:56.62, mettendo sotto l’ucraino Oleksandr Zheltyakov con un’incredibile finale di 50 secondi.

Masiuk, campione del 2021 in 1:58.41, che è rimasto il suo miglior tempo fino a questa finale, è stato indietro di oltre otto decimi rispetto a Zheltyakov ai 150, ma è stato l’unico nuotatore a scendere sotto i 30 secondi nell’ultimo 50, arrivando in 28.73 e scendendo di quasi due secondi dal suo PB.

Il diciassettenne non ha partecipato a questa gara ai Campionati Mondiali del mese scorso, ma con quel tempo si sarebbe piazzato al sesto posto in classifica generale. Adesso è ottavo al mondo in questa stagione.

Masiuk ha vinto anche i 50 dorso all’inizio della manifestazione e ha la possibilità di completare l’impresa con i 100 dorso. Nel 2021 ha vinto i 100 e i 200 e si è piazzato secondo nei 50.

200 METRI DORSO DONNE – FINALE

  • World Record: Regan Smith (USA) – 2:03.35 (2019)
  • World Junior Record: Regan Smith (USA) – 2:03.35 (2019)
  • European Record : Anastasia Fesikova (RUS) – 2:04.94 (2009)
  • European Junior Record : TARGET TIME – 2:06.62
  • Championship Record : Polina Egorova (RUS) – 2:08.97 (2017)

PODIO

  1. ORO Dora Molnar (HUN), 2:10.31
  2. ARGENTO Laura Bernat (POL), 2:11.07
  3. BRONZO Evie Dilley (GBR), 2:11.19

In quella che è stata un’altra vittoria in rimonta, l’ungherese Dora Molnar, alla sua seconda gara della sessione, ha annullato il mezzo secondo di vantaggio di Laura Bernat a 50 dalla fine e si è aggiudicata il titolo dei 200 dorso in 2:10.31.

La sedicenne Molnar ha chiuso in 32.87 per superare Bernat di oltre un secondo sull’ultima lunghezza e vincere con un comodo margine di oltre sette decimi, scalzando la campionessa in carica.

Molnar ha un miglior tempo di 2:09.34, stabilito all’inizio di quest’anno, e vince la sua terza medaglia d’oro del meeting dopo aver contribuito alle vittoriose staffette ungheresi nella 4×200 stile femminile e nella 4×100 mista stile libero.

400 METRI MISTI UOMINI – FINALE

PODIO

  1. Michal Piela (POL), 4:20.50
  2. Zsombor Bujdoso (HUN), 4:21.64
  3. Vasileios Sofikitis (GRE), 4:22.22

La finale dei 400 misti ha visto incredibilmente i primi tre nuotatori della metà gara finire tutti fuori dai primi quattro, con una situazione relativamente combattuta per tutta la gara, prima che la bravura nello stile libero di Michal Piela gli garantisse la vittoria.

Piela, di origine polacca e proveniente dalla corsia 1, era quarto dopo il dorso, è salito al terzo posto dopo la rana e poi è stato l’unico nuotatore che è riuscito a mantenere entrambi i tempi dello stile libero al di sotto dei 30″. Ha toccato per primo in 4:20.50.

Il tempo è di oltre due decimi inferiore al suo precedente personale di 4:20.72, stabilito lo scorso maggio, e regala alla Polonia la quarta medaglia nelle ultime tre gare individuali di questa sessione.

Piela, 17 anni, aveva già vinto una medaglia di bronzo nei 200 misti.

L’ungherese Zsombor Bujdoso, che l’anno scorso si era classificato sesto in questa gara con il PB di 4:22.20, è sceso al di sotto di questo tempo in 4:21.64 per conquistare l’argento, dopo essere passato dalla sesta alla seconda posizione nella frazione a rana e averla mantenuta.

4X100 METRI MISTI MISTA – FINALE

  • World Record: Great Britain (GBR) – 3:37.58 (2021)
  • World Junior Record: United States of America (USA) – 3:44.84 (2022)
  • European Record : Great Britain (GBR) – 3:37.58 (2021)
  • European Junior Record : Russia (RUS) – 3:47.99 (2018)
  • Championship Record : Russia (RUS) – 3:47.99 (2018)

PODIO

  1. France, 3:50.55
  2. Great Britain, 3:51.98
  3. Ukraine, 3:52.73

Italia squalificata

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Valentina Lucconi

Valentina Lucconi

VALENTINA LUCCONI Ex atleta professionista di nuoto dal 2006 al 2011. Appassionata di economia, di sport e di tendenze. Trova importante la comunicazione e lo scambio di opinione per la crescita personale ed aziendale. Allenatrice di nuoto squadra agonistica Vela Nuoto Ancona. Membro del Gruppo Amici per lo Sport di Falconara. Ama viaggiare, …

Read More »