Il Futuro avanza al Nico Sapio:Ceccon-Quadarella-Quaglieri-Martinenghi

by Francesco Torrese 0

November 11th, 2017 Italia

Nella seconda giornata di gare alla piscina Sciorba di Genova c’è subito tanta qualità.
Il pomeriggio inizia nel migliore dei modi con gli 800 stile libero comandati dal bronzo mondiale dei 1500 stile di Budapest Simona Quadarella. Gara gestita come un vero e proprio metronomo dall’atleta allenata dal tecnico federale Christian Minotti. La romana chiude in 8:17.92 anticipando Diletta Carli che fa 8:28.39 e Alisia Tettamanzi 8:32.73.

400 stile libero maschili orfani di Gabriele Detti vengono vinti da Matteo Ciampi in 3:46.49 avanti a Domenico Acerenza 3:48.16 e Manuel Bortuzzo 3:50.37.

Laura Letrari ancora una volta si aggiudica i 100 misti con il tempo di 1:00.39 e lo fa in grande stile conquistando anche il record della manifestazione. A soli 3 decimi dall’italiana arriva l’israeliana Amit Ivry, seguita a sua volta da Sara Franceschi in 1:02.10.

Nei 100 farfalla Marius Kusch beffa al tocco finale Matteo Rivolta anticipandolo di 16 centesimi. 50.91 per il tedesco e 51.07 per l’atleta delle Fiamme Oro Roma, alle spalle del duo di testa arriva l’olandese Mathys Goosen in 52.31.

Ilaria Bianchi dopo le incursioni dello scorso anno nei 200 farfalla ci prende gusto e ribadisce la sua supremazia regolando tutte le avversarie in 2:09.09. Secondo posto per Alessia Polieri che effettua un ottimo recupero nell’ultima vasca e chiude in 2:10.38 anticipando Francesca Annis che fa 2:10.60.

Fabio Scozzoli è ancora il migliore! Il ragazzone del Centro Sportivo Esercito chiude ancora una volta in prima posizione con un solidissimo 26.21 siglando anche il nuovo record della manifestazione. Felipe Lima e Nicolò Martinenghi si accontentano degli altri due gradini del podio dei 50 rana con i tempi di 26.39 e 26.60.

Ottima la prova di Anna Pirovano nei 400 misti che segna in un sol colpo il proprio personale ed il record della manifestazione con il crono di 4:33.56. Alle spalle della Pirovano si piazzano Luisa Trombetti in 4:35.24 e Sara Stevanella 4:51.84.

Spettacolo nei 100 dorso femminili dove l’americana Kathleen Baker strapazza il parco partenti e con delle subacquee al limite dell’umano stampa un grande 56.67. Gli USA completano la doppietta grazie alla prova di Helen Moffitt che anticipa al tocco la nostra Tania Quaglieri di 22 centesimi. L’azzurra è la migliore delle italiane con il crono di 59.55.

Super prova nei 200 dorso di Lorenzo Mora che stampa un impressionante 1:51.85 che vale come nuovo record della manifestazione. David Gamburg non va oltre l’1:55.49 che basta per regolare il campione italiano Simone Sabbioni che fa 1:56.16.

Una partenza non proprio velocissima, ma una facilità di nuotata che incanta. La statunitense Madison Kennedy realizza il nuovo record della manifestazione con il crono di 24.33. Kim Busch e Erika Ferraioli seguono a non troppa distanza l’americana rispettivamente in 24.67 e 24.68.

Podio fotocopia quello dei 100 rana. Scozzoli, Lima e Martinenghi. Gara intensa che ha visto una buona rimonta di Scozzoli su un Lima lanciatissimo nei primi 50 metri. Solida la prova di Martinenghi. Il tabellone finale recita 58.28, 58.52 e 58.57.

200 rana donne vinti da Francesca Fangio con il tempo di 2:24.02 che precede Martina Carraro in 2:25.54 e Giulia Verona in 2:25.69.

Abbatte il muro dei 24’’ nei 50 dorso Simone Sabbioni con il tempo di 23.97. Lorenzo Mora, dopo l’impressionante 200 dorso, chiude in seconda posizione con il tempo di 24.08 davanti ad un Rivolta a pancia all’in su che fa 24.28.

Nella finale più attesa della giornata, quella dei 100 stileFederica Pellegrini non si fa attendere. La Fenice doma tutte le avversarie sin dalla partenza e costruisce cosi la sua vittoria. Il tempo finale della Fede nazionale è di 53.30, mentre Kim Busch e Aglaia Pezzato chiudono in 54.06 e 54.51.

Il “Re Magno” sale sul gradino più alto del podio con tanto di record del trofeo nei 200 stile libero con il crono si 1:45.17, staccando di otto decimi l’olandese Ben Schwietert e di nove decimi l’israeliano Denis Loktev.

Nei 50 farfalla Elena Di Liddo si impone su Helen Moffitt 26.35 ed Ilaria Bianchi 27.00 con il tempo di 26.11. Chiusura con il botto grazie alla grande prova messa in acqua da Thomas Ceccon nei 200 misti che vola a poco più di un secondo dal record italiano e stabilisce il nuovo record del Nico Sapio in 1:55.75. Secondo gradino del podio per Lorenzo Glessi in 1:58.37 e terzo per Alberto Razzetti in 1:59.95.

 

In This Story

Leave a Reply

Be the First to Comment!