Anteprime Mondiali: La Battaglia Nella Rana Femminile

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

December 06th, 2022 Italia, News

CAMPIONATI MONDIALI IN VASCA CORTA 2022

Anteprime Mondiali.  Prepariamoci a vivere sei giorni di nuoto di alto livello ai Campionati del Mondo di nuoto in vasca corta conoscendo i protagonisti e dando uno sguardo alle sfide più emozionanti.

Anteprima a cura di Yanyan Li

Nonostante il ritiro della detentrice del record mondiale dei 50/100 rana Alia Atkinson, la rana femminile si preannuncia come uno dei campi più competitivi dei Campionati del Mondo in Corta 2022.

Nelle distanze più brevi, Ruta Meilutyte ha il coltello dalla parte del manico, dopo aver fatto paura a entrambi i record mondiali dei 50 e 100 rana alla Coppa del Mondo FINA dello scorso autunno. I 200 rana saranno una rivincita tra le rivali nazionali Lilly King e Kate Douglass: sebbene la King abbia una maggiore esperienza internazionale e in vasca corta, la Douglass ha battuto il mese scorso i record NCAA, americano e US Open nei 200 rana.

50 METRI RANA DONNE

Finaliste dei Mondiali in vasca lunga 2022 presenti:

  1. Ruta Meilutyte, Lituania
  2. Benedetta Pilato, Italia
  3.  Lara Van Niekerk, Sudafrica
  4.  Qianting Tang, Cina
  5. Anna Elendt, Germania
  6. Lilly King, Stati Uniti

Finaliste dei Mondiali in vasca corta 2021 presenti:

#2 Benedetta Pilato, Italia
#3 Sophie Hansson, Svezia
#6 Ida Hulkko, Finlandia
#8 Veera Kivirinta, Finlandia

RUTA MEILUTYTE

In questo periodo dell’anno scorso, Ruta Meilutyte aveva appena iniziato a uscire dal ritiro, gareggiando per la prima volta dopo due anni ai Campionati lituani in vasca corta 2021.

In quell’occasione ha fatto registrare un 29.33 nei 50 rana. Era stata più veloce del 29.34 con cui Anastasia Gorbenko ha vinto i Campionati del Mondo in vasca corta del 2021, che si svolgevano nello stesso periodo.

Un anno e un titolo europeo nei 50 rana dopo, Meilutyte si presenta ai Campionati mondiali in vasca corta del 2022 come la grande favorita per la conquista dell’oro.

Quest’anno ha spaventato due volte il record del mondo in questa specialità.

La prima volta ha fatto 29,44 in lunga agli Europei, avvicinandosi al record del mondo di Benedetta Pilato (29,30), mentre la seconda volta ha nuotato un tempo di 28,60 in corta nella tappa berlinese della Coppa del Mondo FINA, a soli 0,04 secondi dal record del mondo di Alia Atkinson (28,56).

Dopo aver detto inizialmente che non sarebbe andata ai Mondiali di nuoto in vasca corta, Meilutyte ha cambiato idea per sfruttare l’opportunità e ora cerca di concludere la sua incredibile stagione di rientro con un nuovo record del mondo tra le mani.

BENEDETTA PILATO

Anche se Meilutyte è la prescelta per l’oro, la gara per le medaglie minori sarà molto competitiva. La diciassettenne Benedetta Pilato, negli ultimi due anni è stata un punto fermo della costanza in questo evento.

Dopo aver stabilito il record mondiale dei 50 rana in vasca lunga l’anno scorso, ha vinto l’argento ai Mondiali in vasca corta del 2021, ai Mondiali in vasca lunga del 2022 e ai Campionati europei del 2022. Meilutyte che è stata l’unica donna a batterla in queste ultime due gare. Ora, la domanda più grande è se sarà in grado di scendere sotto i 29 secondi per la prima volta dal 2020, quando ha ottenuto il suo miglior tempo di 28,81 che la colloca al quinto posto di tutti i tempi.

LILLY KING

La terza donna a scendere sotto i 29 secondi è Lilly King, che ha ottenuto il suo record personale di 28,77 nella stagione ISL 2020.

Il suo season-best di 29.15 le dà il secondo tempo di iscrizione più veloce dietro a Meilutyte. Cercherà di tornare sul podio dei 50 rana dopo aver sofferto di COVID-19 prima dei Mondiali in vasca lunga e aver ottenuto un inusuale settimo posto in finale.

LE ALTRE CONTENDENTI

La cinese Qianting Tang è vicina alla barriera dei 29, avendo fatto registrare un 29.19 ai Nazionali cinesi dello scorso autunno.

È la terza testa di serie. Cercherà di guadagnarsi un posto sul podio nei 50 rana dopo aver scelto di non nuotare l’anno scorso.

Nonostante sia la detentrice del record britannico nella specialità, Imogen Clark non ha mai partecipato a un campionato del mondo. Questo perché le procedure di selezione britanniche non privilegiano i vincitori dei 50 metri. La Clark farà il suo debutto ai Mondiali come quarta testa di serie. E’ iscritta con il suo record britannico di 29,32.

Un’altra nuotatrice reduce da un record è Lara Van Niekerk, medaglia di bronzo ai Mondiali in vasca lunga e campionessa del Commonwealth nei 50 rana in vasca lunga. Quest’anno ha battuto il record sudafricano nei 50 rana con un tempo di 29,62. Gareggerà per la prima volta in una gara internazionale di nuoto in vasca corta dopo il suo anno di successi in vasca lunga.

Sophie Hansson è stata medaglia di bronzo l’anno scorso. Si presenta con un PB di 29.55. Tuttavia, il campo di gara di quest’anno è molto più competitivo di quello dell’anno scorso.

Non dimentichiamoci della stella NCAA Anna Elendt. E’ classificata al 18° posto con 30,10. Tuttavia, è stata veloce fino a 25,73 nella frazione di staffetta dei 50 rana in yard. Il tempo si converte in 28,56 in metri. Se traduciamo in un tempo di partenza di circa 29 netti, anche Elendt potrebbe essere in lizza per uno dei primi posti in questa gara.

Una nuotatrice che manca all’appello è  la Gorbenko. L’israeliana non è iscritta all’edizione di quest’anno dei Mondiali in vasca corta. L’anno scorso vinse due titoli.

 

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale graduated high school at the Italian Liceo Classico "T.L. Caro" where she was engaged in editing the school magazine. In 2002, she was among the youngest law graduates of the  Federico II University of Naples (ITA). She began her career as a Civil Lawyer, becoming licensed to practice law …

Read More »