Razzetti Argento Nei 400 IM, Ceccon Bronzo Nei 50 Farfalla-Recap Day3

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

October 31st, 2022 Italia, News

2022 FINA WORLD CUP – TORONTO

Si è chiusa la tappa di Toronto della FINA World Cup 2022. L’ultima sessione di finali ha visto Alberto Razzetti conquistare l’argento nei 400 metri misti e Thomas Ceccon il bronzo nei 50 metri farfalla.

400 METRI MISTI UOMINI

  • World Record: 3:54.81, Daiya Seto (JPN) – 2019
  • World Jr. Record: 3:56.47, Ilya Borodin (RSF) – 2021
  • World Cup Record: 3:57.25, Daiya Seto (JPN) – 2018

PODIO:

  1. Matt Sates (RSA) – 4:02.65
  2. Alberto Razzetti (ITA) – 4:05.03
  3. Hubert Kos (HUN) – 4:05.13

La terza serata si è aperta con i 400 misti maschili, dove si è ripetuto esattamente il podio di Berlino: Matt Sates, Alberto Razzetti e Hubert Kos hanno conquistato il podio.

Sates ha mantenuto il comando dopo la frazione a farfalla, ma Kos ha preso il comando con un’ottima frazione a dorso. Sates ha ripreso il comando durante la frazione a rana e non l’ha più ceduto, portandolo a oltre 2,5 secondi di vantaggio e toccando infine il traguardo in 4:02.65. È stato un po’ più veloce del 4:02.95 con cui ha vinto l’evento a Berlino, un segno positivo per lui che cerca di completare lo sweep il prossimo fine settimana a Indianapolis.

Nella frazione a stile libero, sia Razzetti che Charlie Swanson hanno iniziato a spingere Kos e la gara si è conclusa al tocco tra loro tre. Swanson è rimasto fuori dalle medaglie in 4:05.52.

800 METRI STILE LIBERO UOMINI

  • World Record: 7:23.42, Grant Hackett (AUS) – 2008
  • World Jr. Record: 7:36.00, Sven Schwarz (GER) – 2019
  • World Cup Record: 7:35.58, Gabriele Detti (ITA) – 2017

PODIO:

  1. Marwan Elkamash (EGY) – 7:45.09
  2. Luc Kroon (NED) – 7:48.42
  3. Ondrej Gemov (CZE) – 7:50.16

In questa sessione non è stato possibile vedere la nuotata vincente degli 800 stile libero maschili, in quanto Marwan Elkamash si è aggiudicato la vittoria in 7:45.09 nelle manche del mattino. Nella manche finale, è stato Luc Kroon a toccare per primo, con un 7:48.42 che gli è valso l’argento. Kroon ha avuto alle spalle il canadese Sebastian Paulins per gran parte della gara, ma a circa 200 metri Kroon si è scrollato di dosso il canadese e ha preso il pieno controllo della gara.

Paulins è arrivato secondo nella manche, ma l’ultimo posto sul podio è andato a Ondrej Gemov, che come Elkamash ha nuotato nelle manche del mattino.

100 METRI FARFALLA DONNE

  • World Record: 54.59, Kelsi Dahlia (USA) – 2021
  • World Jr. Record: 55.39, Claire Curzan (USA) – 2021
  • World Cup Record: 54.84, Kelsi Dahlia (USA) – 2018

PODIO:

  1. Maggie MacNeil (CAN) – 54.78 WC
  2. Louise Hansson (SWE) – 55.02
  3. Giovanna Tomanik Diamante (BRA) – 57.41

La gara tra Maggie MacNeil e Louise Hansson nei 100 farfalla femminili è stata molto emozionante. Le due si sono separate dal campo di gara fin dalle prime battute e si sono affrontate colpo su colpo. A metà gara, la Hansson, che ha girato per prima, aveva 0,01 secondi di vantaggio sul record del mondo. La MacNeil ha sfruttato la forte subacquea per spingere il ritmo ed è riuscita a mettere le mani sul muro per prima in 54,78.

Il record mondiale è sfuggito alla fine, ma il tempodi MacNeil di 54,78 è un nuovo record canadese e di coppa del mondo. MacNeil deteneva il vecchio record canadese in 55,04, ma questa nuotata ha segnato il suo primo tempo sotto i 55 secondi. La Hansson si è piazzata seconda in 55,02. Dopo la gara, ha dichiarato di essere soddisfatta della nuotata, in quanto si tratta di un nuovo miglior tempo per lei.

Dietro la gara tra MacNeil e Hansson, è stata Giovanna Tomanik Diamente a completare il podio in 57,41.

50 METRI FARFALLA UOMINI

  • World Record: 21.75, Nicholas Santos (BRA), 2018/Szebasztian Szabo (HUN) – 2021
  • World Jr. Record: 22.34, Andrei Minakov (RUS) – 2020
  • World Cup Record: 21.75, Nicholas Santos (BRA) – 2018

PODIO:

  1. Dylan Carter (TTO) – 22.28
  2. Chad Le Clos (RSA) – 22.45
  3. Thomas Ceccon (ITA) – 22.60

Dylan Carter ha completato la sua tripletta per il secondo fine settimana consecutivo. Finora ha vinto i 50 stile libero, i 50 dorso e i 50 farfalla in tutte le tappe della Coppa del Mondo. Questa sera si è aggiudicato la vittoria in 22.28, sfruttando una forte subacquea per superare un campo competitivo.

Chad Le Clos si è classificato secondo nei 200 farfalla e si è ripetuto nei 50. Ha toccato in 22.45, 0,15 secondi davanti all’italiano Thomas Ceccon. Il duo australiano composto da Kyle Chalmers e Matt Temple ha chiuso il podio al quarto e quinto posto, rispettivamente con i tempi di 22,67 e 22,70.

200 METRI DORSO DONNE

  • World Record: 1:58.94, Kaylee McKeown (AUS) – 2020
  • World Jr. Record: 2:00.03, Missy Franklin (USA) – 2011
  • World Cup Record: 1:59.35, Daryna Zevina (UKR) – 2016

PODIO:

  1. Beata Nelson (USA) – 2:00.50
  2. Kylie Masse (CAN) – 2:02.21
  3. Summer McIntosh (CAN) – 2:02.85

Per gran parte della gara, sembrava che Beata Nelson stesse per stabilire un nuovo record mondiale. Il ritmo di Kaylee McKeown le è sfuggito negli ultimi 25 metri, ma è stata comunque una nuotata forte per l’americana, appena lontana dal suo record di sempre (2:00.27) e più veloce di oltre due secondi rispetto a Berlino.

Anche Kylie Masse, seconda in questa gara lo scorso fine settimana, ha abbassato il tempo di Berlino. Con 2:02.21, conquista la terza medaglia del fine settimana. Ha preceduto di poco la compagna di squadra Summer McIntosh, bronzo in 2:02.85. Per la McIntosh si tratta di un’ottima nuotata in un evento che non pratica abitualmente, che aggiunge un altro podio alle vittorie (e ai record mondiali juniores) che ha già ottenuto nel fine settimana nei 400 stile e nei 400 misti.

100 METRI DORSO UOMINI

  • World Record: 48.33, Coleman Stewart (USA) – 2021
  • World Jr. Record: 48.90, Kliment Kolesnikov (RUS) – 2017
  • World Cup Record: 48.88, Jiayu Xu (CHN) – 2018

PODIO:

  1. Shaine Casas (USA) – 48.84 WC
  2. Coleman Stewart (USA) – 49.95
  3. Kacper Stokowski (POL) – 50.02

Shaine Casas ha fatto faville in questo fine settimana e ha continuato a farlo anche nei 100 dorso maschili. Ha fatto registrare un 48.84 per un nuovo record di coppa del mondo, il secondo in altrettanti giorni. Casas, che non ha mai avuto problemi durante le finali, ha raggiunto il record mondiale a metà gara.

È il record mondiale di Coleman Stewart, che si è piazzato al secondo posto, a poco più di un secondo da Casas, con 49,95. Kacper Stokowski della Nc State ha completato il podio in 50,02. Javier Acevedo, che sta disputando un ottimo circuito di Coppa del Mondo, si è piazzato appena fuori dal podio, al quarto posto, a soli 0,02 secondi dal record canadese stabilito lo scorso fine settimana.

50 METRI RANA DONNE

  • World Record: 28.56, Alia Atkinson (JAM) – 2018
  • World Jr. Record: 28.81, Benedetta Pilato (ITA) – 2020
  • World Cup Record: 28.56, Alia Atkinson (JAM) – 2018

PODIO:

  1. Ruta Meilutyte (LTU) – 28.96
  2. Lilly King (USA) – 29.20
  3. Anastasia Gorbenko (ISR) – 30.25

Era lontana dal record europeo di 28,60 stabilito a Berlino, ma Ruta Meilutyte è riuscita comunque a mettere le mani sul muro per prima. Ha toccato in 28.96, con 0,24 secondi di vantaggio su Lilly King. La Meilutyte, che sfrutta la sua incredibile partenza per arrivare rapidamente davanti a tutti, ha vinto i 50/100 rana sia a Berlino che a Toronto in Coppa del Mondo.

Lilly King ha vinto i 200 rana nella prima serata e si è piazzata seconda a Meilutyte nei 100 rana nella seconda. La King si è imposta negli ultimi 15 metri, ma non è riuscita a colmare il distacco che Meilutyte aveva accumulato nella prima parte della gara. A 1,05 secondi da lei, Anastasia Gorbenko si è piazzata terza in 30.25.

200 METRI RANA UOMINI

  • World Record: 2:00.16, Kirill Prigoda (RUS) – 2018
  • World Jr. Record: 2:03.23, Akihiro Yamaguchi (JPN) – 2012
  • World Cup Record: 2:00.48, Daniel Gyurta (HUN) – 2014

PODIO:

  1. Nic Fink (USA) – 2:03.78
  2. Caspar Corbeau (NED) – 2:04.17
  3. Caio Pumputis (BRA) – 2:04.27

Caspar Corbeau ha preso subito il comando per la maggior parte della gara, mentre Nic Fink e Caio Pumputis lo incalzavano dalle due corsie successive. Fink ha aspettato gli ultimi 50 metri per fare la sua mossa ed è riuscito a vincere in 2:03.78. È un’immagine familiare vederlo sul gradino più alto del podio: ha conquistato i 50/100/200 rana a Berlino e a Toronto.

Corbeau ha ottenuto il secondo posto dietro a Fink per la terza volta in questo fine settimana con il tempo di 2:04.17. Pumputis, laureato alla Georgia Tech, ha completato il podio in 2:04.27. La gara per le medaglie è stata molto combattuta, con solo circa quattro decimi a separare i primi tre classificati.

100 METRI STILE LIBERO DONNE

  • World Record: 50.25, Cate Campbell (AUS) – 2017
  • World Jr. Record: 51.45, Kayla Sanchez (CAN) – 2018
  • World Cup Record:50.58, Sarah Sjostrom (SWE) – 2017

PODIO:

  1. Siobhan Haughey (HKG) – 51.33
  2. Beryl Gastaldello (FRA) – 51.67
  3. Kasia Wasick (POL) – 51.69

Kasia Wasick era in testa alla prima virata, ma ai 50 metri Siobhan Haughey ha preso il controllo della gara. La vincitrice dello scorso fine settimana a Berlino ha fatto 2 su 2 in due tappe di Coppa del Mondo vincendo anche qui. Il suo tempo di 51,33 è di circa due decimi più veloce di quello ottenuto lo scorso fine settimana.

Nuotando dalla corsia 1, Beryl Gastaldello è riuscita a a conquistare il secondo posto in 51,67. A soli 0,02 secondi da lei, la velocista polacca Kasia Wasick ha resistito e si è piazzata terza in 51,69, a circa due decimi dal suo record di sempre e dal record polacco.

Nella sua seconda gara della serata, la MacNeil si è piazzata quinta in 51,82.

200 METRI STILE LIBERO UOMINI

  • World Record: 1:39.37, Paul Biedermann (GER) – 2009
  • World Jr. Record: 1:40.65, Matt Sates (RSA) – 2021
  • World Cup Record: 1:39.37, Paul Biedermann (GER) – 2009

PODIO:

  1. Brooks Curry (USA) – 1:42.32
  2. Trenton Julian (USA) – 1:42.35
  3. Kieran Smith (USA) – 1:42.45

Gli statunitensi hanno conquistato il podio dei 200 stile libero  maschili, con Brooks Curry, Trenton Julian e Kieran Smith che hanno conquistato i primi tre posti. È stata una gara combattuta per tutto il tempo, ma gli americani sono stati sempre in controllo, conquistando i primi tre posti a ogni virata.

Come previsto, è stato il velocista Curry a prendere il comando per primo. Julian si è avvicinato al terzo 50 per passare al primo posto, ma la gara si è conclusa al tocco: Curry ha avuto la meglio su Julian per 0,03 secondi. Smith si è piazzato solo un decimo dietro Julian, conquistando il terzo posto in 1:42.45. Abbiamo visto che Gastaldello ci ha regalato un argento dalla corsia laterale nella gara precedente, e lo abbiamo visto di nuovo qui, visto che i medagliati provenivano dalle corsie 7, 8 e 1.

200 METRI MISTI DONNE

  • World Record: 2:01.86, Katinka Hosszu (HUN) – 2014
  • World Jr. Record: 2:04.48, Yiting Yu (GHN) – 2021
  • World Cup Record: 2:02.13, Katinka Hosszu (HUN) – 2014

PODIO

  1. Beata Nelson (USA) – 2:05.08
  2. Sydney Pickrem (CAN) – 2:05.23
  3. Summer McIntosh (CAN) – 2:06.57

L’unica non canadese in gara, Beata Nelson, si è aggiudicata la vittoria nei 200 misti femminili. Ha fatto registrare un tempo di 2:05.08, arrivando dietro a Sydney Pickrem dopo la frazione a rana e conquistando la vittoria con un nuovo PB. Beata Nelson, che aveva vinto i 200 dorso femminili all’inizio della sessione, era prima dopo la frazione a farfalla ma ha ceduto il comando nei 100 metri prima a Summer McIntosh e poi a Pickrem.

La Pickrem si è avvicinata, ma le virate della Nelson si sono rivelate decisive e l’atleta ha chiuso al secondo posto in 2:05.23. La Pickrem, che detiene il record nazionale canadese in 2:04.00, ha dimostrato ancora una volta la sua abilità nella rana.

McIntosh, che aveva gareggiato anche nei 200 dorso all’inizio della sessione e si era classificata terza, si è guadagnata il bronzo per la seconda volta questa sera. La McIntosh ha mantenuto la testa della gara dopo il dorso, ma l’ha persa quasi subito quando la gara è passata alla frazione a rana. Tuttavia, nella frazione a stile libero è riuscita a rimontare un po’ i leader e ha concluso in 2:06.57, completando un weekend incredibile per lei a Toronto.

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale graduated high school at the Italian Liceo Classico "T.L. Caro" where she was engaged in editing the school magazine. In 2002, she was among the youngest law graduates of the  Federico II University of Naples (ITA). She began her career as a Civil Lawyer, becoming licensed to practice law …

Read More »