McCullagh Meet: Peaty Vince Anche I 50, Doppietta Duncan Scott

MCCULLAGH MEET 2020

Il campione olimpico Adam Peaty è tornato in acqua nell’ultimo giorno della McCullagh International 2020, portando a casa con facilità i 50 metri rana maschili.

L’atleta di Loughborough si è imposto nella vasca secca segnando il secondo tempo più veloce della stagione al mondo, un 26. 83 che gli è ovviamente valso la corsia centrale nella finale. Ad oggi questo tempo si piazza alle spalle del 26. 78 di Ilya Shymanovich e davanti al 26. 88 nuotato da Nicolò Martinenghi durante la World Cup. Pur non essendo gara olimpica i 50 rana maschili si dimostrano di altissimo spesso tecnico in questa stagione.

Durante la finale del McCullagh Peaty ha peggiorato leggermente nuotando in 27. 01, tempo comunque utile a mantenere a distanza di sicurezza il secondo classificato Ross Murdoch in 27. 48. James Wilby, campione dei Giochi del Commonwealth in carica dai 200 metri, ha concluso al terzo posto in 27.72.

DOPPIETTA DUNCAN SCOTT

2 vittorie nell’arco di pochi minuti per Duncan Scott. Il 22 enne britannico ha dimostrato durante la 3 giorni del McCullagh Meet tutta la sua poliedricità vincendo i 100 e i 200 stile nelle prime sessioni. Nell’ultima giornata Scott si è cimentato nei 100 farfalla prima, vinti in 52. 84 e nei 200 misti poi, vinti in 2:00. 05. In questa distanza Scott arrivò 5° ai Campionati Mondiali di Gwanjiu con il tempo di 1:56. 91 a pochi decimi dal Record Nazionale di Max Litchfield.

Il McCullagh Meet è sembrato un ottimo test per gli atleti di punta della Union Jack, in un periodo sicuramente caratterizzato da carichi di lavoro importanti e con la preparazione finalizzata ai Campionati Britannici previsti dal 14 al 19 aprile 2020 che valgono come qualifica olimpica.

In This Story

Leave a Reply

About Aglaia Pezzato

Aglaia Pezzato

Cresce a Padova e dintorni dove inizialmente porta avanti le sue due passioni, la danza classica e il nuoto, preferendo poi quest’ultimo. Azzurrina dal 2007 al 2010 rappresenta l’Italia con la nazionale giovanile in diverse manifestazioni internazionali fino allo stop forzato per due delicati interventi chirurgici. 2014 Nel 2014 fa il suo esordio …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!