Kira Toussaint Ci Racconta Della Squalifica Nei 50Do E Del Falso Positivo

TROFEO SETTECOLLI 2019

La dorsista olandese Kira Toussaint torna a splendere dopo essere stata vittima di un errore in un test antidoping.

A Roma, al Trofeo Settecolli, l’abbiamo incontrata dopo la finale dei 100 metri dorso, dove ha vinto l’argento con il tempo di 1:00.01. Il giorno prima nei 50 metri dorso pur arrivando prima, è stata squalificata per essere riemersa dalla subacquea oltre i 15 metri.

Le abbiamo dunque chiesto quali siano le sue sensazioni in merito alle gare e come si sente dopo aver dimostrato la sua totale innocenza nel caso di doping che l’ha coinvolta.

 

50 METRI DORSO DONNE

  1.  Etiene Medeiros (BRA) 27.64
  2.  Holly Barratt (AUS) 28.00
  3. Silvia Scalia (ITA) 28.11

I 50 metri dorso sono un assolo della stella brasiliana Etiene Medeiros, unica sotto i 28 secondi. Vince segnando un 27.64 che basta per toccare la piastra davanti alle avversarie, ma è ben lontano dal tempo registrato ad aprile di  27.36, che la posiziona al primo posto nel ranking mondiale sulla distanza.

Dietro di lei c’era la 31enne australiana Holly Barratt, che ha toccato in 28.00, mentre l’azzurra Silvia Scalia completa il podio fermando il cronometro in 28.11.

Degno di nota, la squalifica della olandese Kira Toussaint  per aver oltrepassato i 15 metri in fase di partenza, che si era contraddistinta al mattino con una ottima prestazione

100 METRI DORSO  DONNE

  1. PANZIERA Margherita (ITA), 59:69
  2. TOUSSAINT Kira (NED), 1:00.01
  3. BARRAT Holly (AUS), 1:00.69

Gara in rimonta per la campionessa europea dei 200 metri dorso in carica e primatista italiana Margherita Panziera, che conquista la medaglia d’oro in 59:69 rimontando sulla olandese Kira Toussaint all’arrivo. Per l’olandese un riscatto voluto, dopo la squalifica di ieri pomeriggio nella finale dei 50 dorso.

Per la dorsista azzurra, tempo non lontano dal proprio personale registrato ad Aprile in 58:92.

Completa il podio Holly Barrat con 1.00.69; per l’australiana circa mezzo secondo in più rispetto al personale stagionale fatto registrare ad inizio giugno agli Australian World Trials in 1: 00.24

Ottimo risultato per la primatista israeliana  Anastasia Gorbenko, classe 2003 che tocca in quinta posizione col tempo di 1: 01.18.

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!