Settecolli:Spettacolo Nelle Gare Veloci-Pellegrini sub 25 50SL-Risultati Day1

TROFEO SETTECOLLI 2019

Inizia la prima serata di finali qui al Foro Italico di Roma.

Tra le finali più avvincenti due hanno come protagonisti nuotatori francesi. Mehdy Metella questa mattina ha nuotato il miglior tempo con 51.53. Attenzione però agli altri finalisti, tra i quali Chad le Clos, Kristof Milak ed il nostro Federico Burdisso.

Impossibile non attendere col fiato sospeso la gara dei 50 metri stile libero maschili, con Florent Manaudou tornato in gran forma dopo tre anni dalla sua ultima gara.

In vasca avremo anche i ranisti più veloci al mondo battagliare nei 100 metri. Le gare femminili vedranno partire dai blocchi atlete internazionali come Pernille Blume, Kira Toussaint, Etienne Medeiros.

400 METRI STILE LIBERO  FEMMINILI

  1. KESELY Ajna  (HUN) 4:04.40
  2. IGARASHI Chihiro  (JPN) 4:10.72
  3. PIROZZI Stefania (ITA) 4:11.06

La finale A è un assolo della teenager ungherese Ajna Kesely, classe 2001 che  si è fatta strada verso il suo  nuovo miglior tempo toccando la piastra in 4:04.70 per una vittoria decisamente decisiva.

In precendenza il personale della Kesely era di 4: 05.12 registrato ai campionati ungheresi.

Partenza convinta e passo deciso che ha portato la giovane mezzofondista 17enne davanti a tutte questa sera. 400 metri stile libero orfani della campionessa europea in carica Simona Quadarella, che ha deciso di concentrarsi sulle sue gare più congeniali, lasciando campo libero alla Kesely verso l’oro a questo 56° Trofeo Sette Colli.

Terzo posto per la nostra Stefania Pirozzi, che cede solo sul finale di gare alla giapponese Igarashi.

400 METRI STILE LIBERO MASCHILI

  1. Gabriele Detti (ITA) 3:45.76
  2. Matteo Ciampi (ITA) 3:48.73
  3. Anton Ipsen (DEN) 3:49.99

Il pubblico italiano ha aiutato Gabriele Detti e Matteo Ciampi a conquistare la doppietta nei 400 metri stil libero.

Assolo di Detti che tocca in 3: 45.76, non troppo distante dal suo 3: 43.36 registrato per il titolo italiano agli scorsi Campionati Assoluti di aprile.

Buona prova anche per Matteo Ciampi con il tempo di 3: 48.73, che gli è valso l’argento davanti al danese Anton Ipsen.

50 METRI DORSO FEMMINILI

  1.  Etiene Medeiros (BRA) 27.64
  2.  Holly Barratt (AUS) 28.00
  3. Silvia Scalia (ITA) 28.11

I 50 metri dorso sono un assolo della stella brasiliana Etiene Medeiros, unica sotto i 28 secondi. Vince segnando un 27.64 che basta per toccare la piastra davanti alle avversarie, ma è ben lontano dal tempo registrato ad aprile di  27.36, che la posiziona al primo posto nel ranking mondiale sulla distanza.

Dietro di lei c’era la 31enne australiana Holly Barratt, che ha toccato in 28.00, mentre l’azzurra Silvia Scalia completa il podio fermando il cronometro in 28.11.

Degno di nota, la squalifica della olandese Kira Toussaint  per aver oltrepassato i 15 metri in fase di partenza, che si era contraddistinta al mattino con una ottima prestazione.

50 METRI DORSO MASCHILI

  1.  Michael Andrew (USA) 24.39, *Meet Record
  2.  Simone Sabbioni (ITA) 24.97
  3.  Gustav Hokfelt (SWE) 25.23

Questa mattina nelle batterie aveva stabilito il nuovo Record Della Manifestazione. Michael Andrew ha nuotato il tempo di 24.53 per aggiudicarsi la corsia centrale in finale, soltanto 8 centesimi di secondo più lento del suo personale stagionale.

In finale migliora il record della manifestazione e si candida come assoluto protagonista ai prossimi Mondiali in Corea.

Strepitoso fin dalla partenza, dove  il giovane atleta a stelle e strisce  stacca subito gli avversari innescando una progressione devastante.

Ottimi gli azzurri, col il ritorno a gran voce di Simone Sabbioni, secondo col personale in 24:97.

Decisamente soddisfatto e sorridente al termine della gara, il giovane classe 1996 torna a far parlare di sé dopo un periodo difficile dovuto ad un infortunio alla spalla. Gara convincente che ben fa sperare per la distanza più lunga dei 100 metri dorso.

Completa il podio lo svedese Gustav Hokfelt con il tempo di 25:23 e sempre solido sulle distanze brevi del dorso.

100 METRI RANA FEMMINILI

  1.  Jessica Vall (ESP) 1:06.67
  2.  Martina Carraro (ITA) 1:07.04
  3.  Lisa Mamie (SUI) 1:07.42

La spagnola Jessica Vall vince con un solido 1: 06.67,  aggiudicandosi il titolo nei 100 metri rana femminili al Trofeo Sette Colli, raggiungendo la settima posizione nel ranking mondiale stagionale.

Detentrice del primato spagnolo sulla distanza in 1: 06.44 che ha stabilito nel 2017 ed in continua conferma negli ultimi mesi.

L’italiana Martina Carraro ha vinto l’argento in 1: 07.04, mentre l’olimpionica svizzera Lisa Mamie ha portato a casa il bronzo in un nuovo record nazionale migliore del suo precedente record personale fermo a 1:07.59.

Anche se ai piedi del podio, Jhennifer Conceicao continua la sua striscia positiva di incremento cronometrico iniziato al Mare Nostrum con un altro record sudamericano, facendo segnare 1: 07.64 per il quarto posto generale.

Strepitosa la giovanissima Benedetta Pilato.

La quattordicenne pugliese in finale B ha stabilito il nuovo record italiano categoria ragazzi, toccando in 1: 08.74.

La Pilato è l’adolescente del momento in continua crescita e la aspetta un’estate ricca di impegni internazionali giovanili che culmineranno con la partecipazione ai prossimi Campionati del Mondo di Luglio.

100 METRI RANA MASCHILI

  1. Adam Peaty (GBR) 58:72
  2.  Niccolò Martinenghi (ITA) 59:30
  3. Caba Siladi (SRB) & Joao Gomes Junior (BRA) 59.61

Vi avevamo anticipato una gara senza esclusioni di colpi e la rana mondiale a risposto alle aspettative che tutto lo Stadio del Nuoto di Roma attendeva.

Il detentore del record mondiale Adam Peaty  ha fatto ancora una volta quello che sa fare, ovvero spingere sull’acceleratore nella seconda vasca sbaragliando la concorrenza con il tempo di 58.72 .

Questa volta però non ha avuto vita facile. Partenza lampo per il capitano della nazionale azzurra Fabio Scozzoli, che non è riuscito a tenere l’intensità iniziale fino alla fine. Ritorno di cattiveria per i brasiliani e per il secondo azzurro in finale Nicolo Martinenghi , che ancora una volta ha dimostrato il suo valore.

Niccolò infatti si classifica secondo col tempo di 59.30, migliorando il suo personale stagionale fermo a 59:37 dallo scorso gennaio ed inserendo l’azzurro nella top 10 mondiale.

50 METRI FARFALLA FEMMINILI

  1.  Holly Barratt (AUS) 25.68
  2. Emilie Beckmann (DEN) 26.31
  3. Ilaria Bianchi (ITA) 26.38

L’australiana Holly Barratt continua a sfidare l’età sfiorando il suo personal best di sempre. Vince con il tempo di 25.68, dopo aver conquistato l’argento nei 50 metri dorso. La Barratt è stata più lenta di un solo centesimo rispetto al 25.67 nuotato ai Giochi del Commonwealth dell’anno scorso.

Emily Beckmann porta a casa l’argento con il tempo di 26.31, mentre Ilaria Bianchi sale sul secondo gradino del podio con 26.38.

100 METRI FARFALLA MASCHILI

  1. Chad Le Clos (RSA) 51.61
  2.  Mehdy Metella (FRA) 51.65
  3. Piero Codia (ITA) 52.26

In una gara tiratissima fino all’ultimo centimetro, Chad le Clos ha la meglio, anticipando il tocco di appena 4 centesimi di secondo.

Il tempo di stasera di 51.61 è in linea con il tempo nuotato alla FINA Champions Series di Budapest, e mantiene il sudafricano al secondo posto nel ranking mondiale stagionale.

2018-2019 LCM MEN 100 FLY

2Mehdy
METELLA
FRA50.8504/21
3Andrei
MINAKOV
RUS51.1210/09
4Chad
LE CLOS
RSA51.2505/12
5Sebastian
SABO
SRB51.3403/30
View Top 28»

Il francese Mehdy Metellache detiene la prima prestazione al mondo di quest’anno, è secondo con il tempo di 51.65.

L’azzurro Piero Codia completa il podio con il tempo di 52.26.

50 METRI STILE LIBERO FEMMINILI

  1. Pernille Blume (DEN) 24.09
  2. Femke Heemskerk (NED) 24.71
  3. Lidon Munoz Del Campo (ESP) 24.82

La campionessa olimpica Pernille Blume ha prodotto il suo secondo tempo più veloce della stagione. Un ottimo 24.09 per conquistare l’oro, ad un solo centesimo da quel 24.08 nuotato alla FINA Champions Series di Indianapolis, che le ha fatto guadagnare il terzo posto nel ranking mondiale.

2018-2019 LCM WOMEN 50 FREE

2Cate
CAMPBELL
AUS24.0004/28
3Pernille
BLUME
DEN24.0806/01
4Bronte
CAMPBELL
AUS24.1706/14
5Emma
McKEON
AUS24.2506/14
View Top 29»

Femke Heemskerk è seconda con il tempo di 24.67, mentre Lidon Munoz del Campo chiude terza con 24.82.

La Finale B viene vinta da Federica Pellegrini, la quale con il tempo di 24.92 scende per la prima volta nella sua (lunghissima) carriera sotto il muro dei 25 secondi e sigla la seconda prestazione italiana all time in questa distanza.

50 METRI STILE LIBERO MASCHILI

La prima finale del ritorno di Florent Manaudou è spettacolo della velocità.

Il brasiliano Bruno Fratus dimostra il suo dominio in questa gara, nuotando il tempo di 21.42 per conquistare l’oro. Questo è il secondo miglior tempo stagionale di Fratus, dopo il 21.31 che lo ha portato sulla vetta del ranking

2018-2019 LCM MEN 50 FREE

BrunoBRA
FRATUS
06/09
21.31
2Benjamin
PROUD
GBR21.4804/28
3Vladimir
MOROZOV
RUS21.4909/07
4Caeleb
DRESSEL
USA21.5106/22
5Andrea
VERGANI
ITA21.5304/02
View Top 28»

Il francese tocca la piastra con tre decimi di ritardo, fermando il tempo a 21.72 e salendo sul secondo gradino del podio. Nella prima manifestazione alla quale partecipa dopo tre anni, Manaudou riesce a nuotare due volte sub 22 secondi in una sola giornata.

L’americano Michael Andrew dopo aver aperto la serata con la gara dei 50 metri dorso, chiude in bellezza con il bronzo nei 50 metri stile libero con 21.94.

APPROFONDIMENTI

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!