Campionati Europei In Vasca Corta: La Rana E’ Un Affare Italiano

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

December 02nd, 2019 Italia

CAMPIONATI EUROPEI VASCA CORTA 2019

I Campionati Europei in vasca corta inizieranno a Glasgow il prossimo mercoledì.

Le gare nello stile rana sono dominate dall’Italia e dalla Russia, ed in cima alle entry list, ci sono ragazze che  non sono ancora abbastanza grandi per guidare un’auto.

50 METRI RANA DONNE

  • European Record: 28.81, Ruta Meilutyte (LTU), 2014
  • European Championship Record: 29.10, Ruta Meilutyte (LTU), 2013
  • 2017 Champion: Ruta Meilutyte (LTU), 29.36

Ad entrare come favorita è l’italiana 14enne Benedetta Pilato, che ha sorpreso tutti questa estate vincendo l’argento ai Mondiali FINA di Gwangju. Il tempo nuotato in Corea, nelle semi finali dei 50 metri rana, 29.98, è tutt’ora il Record Italiano assoluto sulla distanza in vasca lunga. Divenne così la prima donna italiana ad abbattere il muro dei 30 secondi in vasca lunga.

CARRARO Martina
courtesy of Giorgio Scala Deepbluemedia Inside

In vasca corta, all’inizio di Novembre al Trofeo Nico Sapio, ha stabilito il Record Italiano in vasca corta, con il tempo di 29.41.

Insieme a lei, Martina Carraro e Arianna Castiglioni.

La Carraro ha nuotato la distanza quattro volte sotto i 30″ ed ha conquistato la medaglia di bronzo ai Mondiali in corta a Dicembre 2018.

Arianna Castiglioni ha rotto la barriera dei 30 secondi per la prima volta a fine novembre al Derby europeo della International Swimming League.

Secondo il regolamento, soltanto due atleti per nazione potranno accedere alla finale. Si prevede dunque una sfida tutta italiana già nelle batterie e semifinali.

PREVISIONE PODIO

  1. Benedetta Pilato, Italia
  2. Martina Carraro, Italia
  3. Jenna Laukkanen, Finlandia

100 METRI RANA DONNE

  • European Record: 1:02.36, Ruta Meilutyte (LTU), 2013
  • European Championship Record: 1:02.92, Ruta Meilutyte (LTU), 2013
  • 2017 Champion: Ruta Meilutyte (LTU), 1:03.79

Martina Carraro è la donna da battere nei 100 metri rana.

Arianna Castiglioni
2019 FINA World Championship
Courtesy of Rafael Domeyko

La sua progressione ed il suo miglioramento in questa distanza sono impressionanti. A Novembre ha prodotto i due tempi più veloci della sua carriera, nuotando 1:04.68 allo Swimmeeting di Bolzano e poco dopo siglando il record nazionale di 1:04.11 a Londra.

Arianna Castiglioni è tra le atlete sub 1:05. Durante la tappa a Londra della International Swimming League, ha nuotato il suo personal best, 1:04.43.

Sotto il minuto e 5 secondi oltre alle due italiane c’è solo la finlandese Jenna Laukkanenche ha un primato personale di 1:04.25.

PREVISIONE PODIO

  1. Martina Carraro, Italia
  2. Arianna Castiglioni, Italia
  3. Jenna Laukkanen, Finlandia

200 METRI RANA WOMEN’S 200 BREASTSTROKE

  • European Record: 2:15.21, Rikke Moller Pedersen (DEN), 2013
  • European Championship Record: 2:15.21, Rikke Moller Pedersen (DEN), 2013
  • 2017 Champion: Jessica Vall (ESP), 2:18.41

Nella distanza lunga della rana il dominio è russo.

A guidare la start è Evgeniia Chikunova, che ha compiuto 15 anni solo poche settimane fa. La Chikunova è stata campionessa mondiale ed europea junior quest’estate in vasca lunga. In vasca corta, guida il ranking mondiale con il tempo di 2:18.59 nuotato ai Campionati Russi a Novembre.

Altra favorita è Daria Chikunova che nel 2018 ha già nuotato sotto i due minuti e 20 secondi.

Le italiane Francesca Fangio e Martina Carraro hanno nuotato entrambe 2:20 a Novembre, il che le rende candidate pericolose per il podio

PREVISIONE PODIO 

  1. Evgeniia Chikunova, Russia
  2. Daria Chikunova, Russia
  3. Martina Carraro, Italia

Le previsioni sono a cura di James Sutherland

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!