Sei Nuotatori Polacchi Rispediti A Casa Dopo Essere Arrivati A Tokyo

OLIMPIADI DI TOKYO 2020

Sei nuotatori della nazionale di nuoto olimpica della Polonia sono stati costretti a tornare a casa subito dopo essere arrivati a Tokyo a causa di un errore nel procedimento di iscrizione da parte della Federazione polacca.

Alicja Tchórz, Bartosz Piszczorowicz, Aleksandra Polańska, Mateusz Chowaniec, Dominika Kossakowska e Jan Hołub erano tutti stati convocati nella nazionale polacca per partecipare alle Olimpiadi di Tokyo come nuotatori delle staffette.

Dopo aver affrontato il viaggio intercontinentale, appena arrivati in Giappone, sono stati letteralmente rispediti a casa.

Nel video di seguito si possono vedere gli atleti abbracciare i compagni di squadra prima di tornare sul pullman.

Questo video è del nuotatore Mateusz Chowaniec, argento ai Campionati Europei Juniores, pubblicato dai media polacchi.

Il 17 Luglio, la Federazione polacca pubblicava un comunicato dove affermava che il roster olimpico era composto da 17 nuotatori (non i 23 iniziali). Venivano citati problemi con ‘il completamento del processo di approvazione di FINA, CIO e il Comitato Olimpico polacco’.

Il comunicato recita anche:

“Domani, il presidente del PZP pubblicherà un annuncio ufficiale contenente tutte le informazioni relative alla situazione, le attività dell’associazione relative all’approvazione della composizione e le decisioni prese”.

Potete leggere il comunicato qui.

MANCATA APPROVAZIONE FINA

La Polonia ha qualificato le seguenti staffette per i giochi olimpici:

  • staffetta 4x100m stile libero maschile
  • 4x100m stile libero femminile
  • 4x200m stile libero maschile
  • 4x100m misti maschile
  • 4×100 metri misti femminile

Gli standard di qualificazione olimpica FINA impongono che ogni nazione può inserire atleti di staffetta a condizione che abbiano almeno raggiunto lo standard ‘B’ per la gara corrispondente. Si possono iscrivere fino a 10 nuotatori di sola staffetta per una nazione che ne ha qualificate 5.

La Polonia ha dunque tagliato fuori i nuotatori in esubero dopo aver incluso coloro che si erano qualificati nella gara individuale.

In risposta alla decisione, diversi nuotatori polacchi hanno firmato una lettera al presidente della Federazione, Paweł Słomiński, chiedendo le dimissioni dell’intero consiglio.

‘Ci appelliamo al presidente e l’intero consiglio. Dimettetevi  immediatamente’.

22 dei 23 nuotatori inizialmente convocati hanno firmato la lettera.

L’unica a non firmare è stata Kasia Wasick.

 

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale graduated high school at the Italian Liceo Classico "T.L. Caro" where she was engaged in editing the school magazine. In 2002, she was among the youngest law graduates of the  Federico II University of Naples (ITA). She began her career as a Civil Lawyer, becoming licensed to practice law …

Read More »