Per Essere Un Buon Allenatore Abbi Cura Di Te

Come si può capire se un allenatore è bravo e un altro non lo è?

Dai risultati dei suoi atleti?

Come si può avere successo come allenatore?

Non si può copiare un altro che è un vincitore. Sembra infatti esserci una sottile chimica segreta della personalità che consente a una persona di allenare con successo. Nessuno sa veramente di cosa si tratta. Coloro che hanno avuto successo e quelli che hanno fallito rappresentano tutti i tipi.

Sono giovani, vecchi, esperti. Teneri, tenaci, di buon carattere, di cattivo umore, orgogliosi. L’intelligenza non è sufficiente,  la dedizione non è sufficiente. Vogliono tutti vincere, ma alcuni vogliono vincere più degli altri e il solo voler vincere non è abbastanza.

Sei allo scoperto. Vieni giudicato per sei o sette mesi all’anno, esaltato o messo alla gogna.

Non riesce a soddisfare tutti, raramente riesce a soddisfare qualcuno e quasi mai soddisfa se stesso.

Una razza strana che lavora in piscina, lavora quando pensa e scrive la programmazione. E’ a lavoro quando parla con i genitori o con i dirigenti delle squadre.

Quando l’atleta eccelle è grazie alla sua voglia di vincere, alla sua dedizione e abnegazione.  Quando gli atleti vanno male, l’allenatore incolpa se stesso. .

Non ci sono formule magiche, ma ci possono essere dei piccoli cambiamenti che fanno la differenza.

Questi sono i consigli di Jeff Grace. Jeff ha una formazione ventennale di coaching. Utilizza una metodologia di insegnamento unica e comprovata per aiutare molti a raggiungere i loro obiettivi atletici a tutti i livelli.

1. SVILUPPA CONSAPEVOLEZZA

Esamina i tuoi comportamenti come allenatore, la tua salute. Datti risposte sincere.

L’unico modo per crescere è attraverso l’introspezione. Comprendi come interagisci con gli altri, come reagisci in ambienti diversi e monitora la tua salute. In questo modo sarai consapevole delle cose che devi sviluppare e adattare per vivere non solo uno stile di vita sostenibile, ma estremamente piacevole.

2. DORMI

Quanto dormi in media ogni notte?

Anche se pensi di essere abbastanza duro da cavartela anche dormendo poco, ti stai prendendo in giro. La tua concentrazione è compromessa, i tuoi livelli di energia sono compromessi e la tua salute emotiva ne risente negativamente.

Non è un distintivo d’onore lavorare fino a sera tardi e poi essere pronto a bordo vasca alle 6 di mattina.  Lavora in modo più efficiente, non di più.

Quando dormi abbastanza sei più felice, più sano e più entusiasta. Ciò andrà a beneficio solo di te e di tutti gli atleti che si allenano con te. Quando sei riposato, tutto si concentra un po ‘più dolcemente.

3. RIMANI IN FORMA

Quante volte alla settimana ti alleni?

Come allenatore professi il valore e i benefici di uno stile di vita attivo. Fai ci che predichi?

Ogni volta che vai a correre ti senti come una lumaca? Il peso sulla bilancia non smette di aumentare?

Tutto ciò influisce negativamente sulla tua salute fisica e per la tua autostima.

Essere in forma è incredibile e ti consente di vivere con un po ‘più di facilità.

4. GUARDA COSA MANGI

Com’è la tua dieta?

Incoraggi a sviluppare solide abitudini alimentari, ma segui lo stesso consiglio?

Quello che mangi ha un enorme effetto sulla qualità della tua vita; i tuoi livelli di energia aumentano, pensi con maggiore chiarezza, prendi decisioni migliori e hai una maggiore stabilità emotiva.

5. ABBI EQUILIBRIO

Concediti un hobby!

Onora le cose che ami nella tua vita oltre al coaching; letteratura, filosofia, scrittura, arrampicata, running, cinema. Solo perché sei impegnato nel tuo mestiere e sei determinato a condurre i tuoi atleti verso il successo non significa che devi sacrificare tutti gli altri tuoi interessi.

Avere altri interessi ti rende più coinvolgente e più adattabile.

6. SOCIALIZZA

Socializza con persone al di fuori dello sport.

Alcuni dei tuoi migliori amici saranno allenatori, ma è importante creare una rete sociale fuori dalla piscina.

I tuoi orari saranno anche inconciliabili con quelli delle altre persone, ma è importante espandere il tuo mondo al di fuori del coaching.

Questo ti dà l’opportunità di guardare le cose da una prospettiva diversa, che a volte sarà esattamente ciò di cui hai bisogno per essere al meglio.

7. SEPARA LA PERSONA DALLE PRESTAZIONI

Assicurati di non lasciare che le prestazioni degli atleti influenzino la tua salute emotiva.

Una lezione importante che insegni agli atleti è che le loro prestazioni non definiscono chi sono. Assicurati di ricordare che le prestazioni dell’atleta non definiscono chi sei.

8. LE ABITUDINI SONO PIÙ IMPORTANTI DEGLI OBIETTIVI

Gli obiettivi sono importanti e sicuri, ma possono creare scenari di vittoria / sconfitta. Le abitudini apportano invece piccole modifiche. I piccoli cambiamenti insieme con la coerenza creano grandi cose.

9. VIVI UNO STILE DI VITA ATTIVO

Come allenatori professi il valore e i benefici di uno stile di vita attivo, ma troppo spesso non si pratica ciò che si predica.

Il coaching è un lavoro impegnativo e può drenare la tua energia fisica, mentale ed emotiva. Un modo per ripristinare quell’energia è attraverso l’esercizio.

10. PRENDITI IL TUO TEMPO

Essere attivi rivitalizza la mente e il corpo e ti renderà un allenatore migliore e, soprattutto, una persona più sana.

Sapere cosa ti dà energia, avere obiettivi e concentrarti su come cambiare le abitudini sono ottimi modi per creare uno stile di vita attivo.

Devi prenderti e gestirti il “tuo” tempo. Non quello degli atleti, ma il tuo. Rendilo una priorità.

 

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!