Universiadi: Analisi E Risultati Live Semifinali E Finali Day 5

2023 WORLD UNIVERSITY GAMES

Tra poco inizieranno le finali del quinto giorno dei Giochi Universitari Mondiali 2023 di Chengdu, in Cina. Anche stasera abbiamo una suddivisione equa tra semifinali e finali, con 5 gare per ciascuna di esse.

PROGRAMMA DELLE GARE DEL GIORNO 5

  • 800 stile libero maschile – Finale
  • 200 stile libero donne – Semifinali
  • 100 farfalla uomini – Semifinali
  • 50 dorso donne – Semifinali
  • 200 dorso uomini – Semifinali
  • 200 Rana donne – Finale
  • 100 stile libero uomini – Finale
  • 100 farfalla donne – Finale
  • 50 rana uomini – Semifinale
  • Staffetta mista 4×100 stile libero – Finale

Puoi trovare il live stream delle finali del giorno 5 qui.

Tutti gli occhi saranno puntati sulla cinese Zhang Yufei nella finale dei 100 farfalla di stasera. Yufei, che questa settimana ha già vinto l’oro individuale nei 50 farfalla e nei 100 stile libero femminili e ha battuto il record dei campionati in entrambi, entra nella finale di stasera come testa di serie. Inoltre, Yufei ha vinto l’oro in questa gara la scorsa settimana ai Campionati Mondiali di Fukuoka.

Anche i 200 rana femminili ospiteranno un’altra battaglia tra la sudafricana Kaylene Corbett e la lituana Kotryna Teterevkova. La Corbett è storicamente la ranista di maggior successo, ma la Teterevkova ha vinto il primo confronto questa settimana, conquistando la medaglia d’oro nei 100 rana. Nelle semifinali di ieri sera, Corbett ha primeggiato, mentre Teterevkova ha ottenuto il secondo miglior tempo.

800 METRI STILE LIBERO MASCHILI – FINALE

  • Record del mondo: Zhang Lin, Cina – 7:32.12 (2009)
  • Record WUGS: Gregorio Paltrinieri, Italia – 8:45.76 (2017)

PODIO:

L’italiano Matteo Lamberti ha trascorso la maggior parte della gara in seconda posizione questa sera nella finale degli 800 stile libero maschili. A 300 metri dal traguardo, Lamberti è passato in testa e ha continuato a staccarsi dal gruppo fino all’arrivo. Alla fine ha concluso la gara in 7:54.12, arrivando primo per poco più di 3 secondi.

Lamberti ha nuotato una gara molto ben suddivisa. Ha corso i primi 400 metri in 3:57.19 e poi è arrivato a casa in 3:56.93, con un leggero split negativo.

Il giapponese Kaito Tabuchi è stato primo fino ai 500 metri, quando Lamberti ha preso il sopravvento. Tabuchi ha nuotato la gara in modo diverso da Lamberti, con un tempo di 3:55.93 sui primi 400 metri e poi in 4:01.44.

Ivan Giovannoni, campione nei 1500 stile libero maschili, si è classificato terzo stasera, nuotando in 8:00.00. Giovannoni era sesto nei primi 200 metri di gara. Poi è passato al 4° posto per i successivi 250 metri prima di passare al 3° posto, dove è rimasto per il resto della gara.

 

200 METRI STILE LIBERO FEMMINILI – SEMIFINALI

  • Record del mondo: Mollie O’Callaghan, Australia – 1:52.85 (2023)
  • Record dei campionati: Siobhan Haughey, Hong Kong – 1:56.71 (2017)

PRIMI 8 :

  1. Giulia D’Innoncenzo(Italy) – 1:59.96
  2. Amy Tang (United States) – 2:00.27
  3. Leonie Kullmann (Germany) – 2:00.49
  4. Liu Yaxin (China) – 2:00.78
  5. Hyunju Jo (South Korea) – 2:00.89
  6. Oceane Carnez (France) – 2:00.90
  7. Macky Hodges (United States) – 2:00.91
  8. Maria Heitmann (Brazil) – 2:01.43 (TIE)
  9. Wiktoria Wusc (Poland) – 2:01.43 (TIE)

Stasera c’è stato un pareggio per l’ottavo posto nelle semifinali dei 200 stile libero femminili. Sia la brasiliana Maria Heitmann che la polacca Wiktoria Wusc hanno toccato 2:01.43. Questo significa che sarà necessario uno spareggio per determinare quale nuotatrice passerà alla finale di domani sera.

L’italiana Giulia D’Innocenzo ha stabilito il miglior tempo della serata, toccando in 1:59.96, segnando l’unica prestazione sotto i 2 minuti. La D’Innocenzo è partita più veloce di tutti, con un tempo di 57.90 nei 100 metri iniziali. Questo le ha permesso di arrivare a metà gara con almeno mezzo secondo di vantaggio su alle altre.

L’americana Amy Tang ha migliorato la sua nuotata delle batterie del mattino, ottenendo il secondo miglior tempo della serata con 2:00.27.

100 METRI FARFALLA MASCHILI – SEMIFINALI

  • Record del mondo: Caeleb Dressel, Stati Uniti – 49.45 (2021)
  • Record dei campionati: Jason Dunford, Kenya – 50.85 (2019)

PRIMI 8 QUALIFICATI:

  1. Chen Juner (China) – 51.73
  2. Jakub Majerski (Poland) – 51.83
  3. Adrian Jaskiewicz (Poland) – 51.93
  4. Genki Terakado (Japan) – 52.26
  5. Adilbek Mussin (Kazakhstan) – 52.34
  6. Christian Ferraro (Italy) – 52.41
  7. Luca Armbruster (Germany) – 52.45
  8. Matheus Gonche (Brazil) -52.50

In una semifinale piuttosto veloce dei 100 farfalla maschili, è stato necessario un 52.50 per arrivare tra i primi 8 e passare alla finale di domani sera. I tempi dal primo all’ottavo posto sono stati separati da soli 0,77 secondi, il che significa che la finale di domani dovrebbe essere una grande gara.

Il cinese Chen Juner ha stabilito il miglior tempo della serata, nuotando in 51,73. I polacchi Jakub Majerski e Adrian Jaskiewicz, tuttavia, erano proprio lì con lui, scendendo entrambi sotto i 52 secondi. Juner ha una velocità superiore in questo campo. Stasera ha nuotato in 24.14, segnando il miglior tempo di apertura dei 50 metri.

Christian Ferraro con il tempo di 52.41 riesce ad accedere alla finale di domani pomeriggio con il sesto tempo.

50 METRI DORSO FEMMINILI- SEMIFINALI

  • Record del mondo: Liu Xiang, Cina – 26.98 (2018)
  • Record dei campionati: Anastasia Zueva, Russia – 27.89 (2013)

PRIMI 8 :

  1. Adela Piskorska (Poland) – 28.18
  2. Paulina Peda (Poland) – 28.59
  3. Anya Mostek (United States) – 28.70 (TIE)
  4. Federica Toma (Italy) – 28.70 (TIE)
  5. Francesca Pasquino (Italy) – 28.75 (TIE)
  6. Camila Rebelo (Portugal) – 28.75 (TIE)
  7. Yumi Shuno (Japan) – 28.77
  8. Tayla Jonker (South Africa) – 28.80

È stato necessario un 28.80 per entrare nella top 8 di stasera. La polacca Adela Piskorska, campionessa dei 100 dorso femminili di ieri sera, ha guidato la gara anche questa sera, stabilendo un 28.18. Si è trattato di un’altra nuotata molto forte per la Piskorska, che sembrava un po’ fiacca all’inizio della gara. Tuttavia, il suo 28.18 è arrivato a soli 0,29 secondi dal record dei campionati di 27.89, quindi forse riuscirà a raggiungere quel punteggio in finale.

È stata una grande gara per la Polonia: Paulina Peda si è piazzata seconda dietro la Piskorska in 28.59.

L’americana Anya Mostek e l’italiana Federica Toma hanno pareggiato per il terzo posto, entrambe in 28,70.

L’Italia avrà entrambe le atlete iscritte alla gara nella finale, poichè anche Francesca Pasquino è riuscita a superare le semifinali con il quinto tempo, 28.75, pari merito con la portoghese Camila Rebelo.

200 METRI DORSO MASCHILI- SEMIFINALI

  • Record del mondo: Aaron Peirsol, Stati Uniti – 1:51.92 (2009)
  • Record dei campionati: Rysuke Irie, Giappone – 1:54.13 (2009)

PRIMI 8 QUALIFICATI:

L’americano Keaton Jones, prima testa di serie in questa gara, ha vinto la prima semifinale di stasera, stabilendo un tempo di 1:59,29. Tuttavia, è stato spinto dal giapponese Kodai Nishiono e dal sudcoreano Seongju Kim fino alla fine, con Nishiono che ha fatto registrare un 1:59.42 e Kim un 1:59.61.

La prima delle semifinali si sarebbe rivelata la più veloce delle due, almeno nella parte iniziale. Jones, Nishiono e Kim sarebbero stati gli unici nuotatori della gara a scendere sotto  i 2 minuti questa sera.

La seconda manche ha visto il polacco Marcin Goraj ancora una volta in testa. Dopo aver percorso i 150 metri in 1:28.9, Goraj si è affievolito molto negli ultimi 20 metri di gara ed è passato da un convincente 1° posto al 5° posto finale. Il suo 2:00.91 gli è bastato per accedere alla finale di domani sera.

Jan Cejka, della Repubblica Ceca, si è portato in testa negli ultimi metri della seconda manche, toccando il tempo di 2:00.04. Nel frattempo, l’italiano Michele Lamberti, già medagliato nei 50 dorso e nei 100 dorso questa settimana, si è piazzato al 5° posto assoluto con un 2:00.33.

200 METRI RANA FEMMINILI – FINALE

  • Record del mondo: Evgeniia Chikunova, Russia – 2:17.55 (2023)
  • Record WUGS: Rie Kaneto, Giappone – 2:22.32 (2009)

PODIO:

Questa gara è stata tutto ciò che avevamo sperato che fosse. La lituana Kotryna Teterevkova, campionessa dei 100 rana, e la sudafricana Kaylene Corbett, finalista olimpica in questa gara e medaglia di bronzo ai Giochi Del Commonwealth della scorsa estate, si sono affrontate in un testa a testa.

Rimanendo a circa 0,2 secondi l’una dall’altra per tutta la gara, la Teterevkova si è portata leggermente in testa negli ultimi 50 metri. Al tocco, Teterevkova ha fatto 2:22.86, chiudendo con 0,13 secondi di vantaggio su Corbett. Per Corbett, il suo 2:22.99 segna il suo primo tempo sotto I 2:23 nell’evento. La coppia è stata appena lontana dal record dei campionati di 2:22.32.

La cinese Zhu Leiju si è guadagnata la medaglia di bronzo in 2:28.71.

100 METRI STILE LIBERO MASCHILI – FINALE

  • Record del mondo: David Popovici, Romania – 46.86
  • Record WUGS: Vlad Morozov, Russia – 47.62 (2013)

PODIO:

Il brasiliano Pedro Spajari è stato ancora una volta il nuotatore più veloce in partenza, con 23.42 nei 50 metri iniziali. Nella seconda parte della gara, però, si è affievolito e ha concluso all’ottavo posto con 49,75.

Nel frattempo, il polacco Kamil Sieradzki, campione dei 200 stile libero di qualche sera fa, si è guadagnato il suo secondo oro della gara, nuotando in 49,08. Sieradzki era terzo alla virata, con un tempo di 23,63 e ha tenuto bene il ritmo, chiudendo in 25,45.

Sieradzki è affiancato sul podio dal compagno di squadra Mateusz Chowaniec, che stasera ha ottenuto il terzo posto con 49.34. Ha pareggiato con il brasiliano Lucas Peixoto, che ha nuotato anch’egli in 49.34 per il bronzo.

Nuotando dalla corsia 8, l’italiano Giovanni Carraro si è guadagnato la medaglia d’argento stasera in 49.18.

100 METRI FARFALLA FEMMINILI – FINALE

  • Record del mondo: Sarah Sjostrom, Svezia – 55.58 (2016)
  • Record WUGS: Katerine Savard, Canada – 57.63 (2013)

PODIO:

  • ORO Zhang Yufei (China) – 56.57 (Championship Record)
  • ARGENTO Erin Gallagher (South Africa) – 57.64
  • BRONZO: Giulia D’Innocenzo (Italy) – 58.33

La cinese Zhang Yufei non ha lasciato dubbi sul fatto che avrebbe nuotato alla grande. Partendo dalla corsia 4, Yufei è balzata subito in testa. Arriva alla virata dei 50 metri in 26.06 e a quel punto era chiaro che stava per conquistare il record dei campionati di 57.63, che resisteva da 10 anni.

Yufei ha chiuso in 56,57. Con questa prestazione, la campionessa mondiale della gara ha frantumato il CR di oltre un secondo. Al secondo posto si è piazzata la sudafricana Erin Gallagher, che ha stabilito un tempo di 57,64. Questa prestazione non solo segna un nuovo record di carriera per la Gallagher, ma anche un record africano nella gara. Il record africano era precedentemente detenuto dall’egiziana Farida Osman con 57.66.

Dopo essere stata in testa alle semifinali dei 200 stile libero all’inizio della sessione, l’italiana Giulia D’Innocenzo ha conquistato la medaglia di bronzo nei 100 farfalla, piazzandosi al terzo posto in 58,33.

D’Innocenzo, durante le semifinali di ieri sera, aveva realizzato il nuovo primato personale, chiudendo con il terzo tempo, 58.47. Il precedente PB della D’Innocenzo era stato stabilito al Trofeo Settecolli di Roma lo scorso Giugno ed era di 58.61.

Questa sera si è ulteriormente migliorata, scendendo fino a 58.33.

Con questa performance sale al quarto posto tra le migliori performer italiane all time nella distanza, superando il tempo di 58.53 realizzato da Francesca Segat nel 2009.

MIGLIORI 5 PERFORMER ITALIANE ALL TIME 100 METRI FARFALLA

  1. 57.04 Elena Di Liddo 21 Luglio 2019 Gwangju
  2. 57.22 Ilaria Bianchi 12 Agosto 2018 Roma
  3. 58.07 Silvia Di Pietro 06 Aprile 2017 Riccione
  4. 58.33 Giulia D’Innocenzo 05 Agosto 2023 Chengdu
  5. 58.53 Francesca Segat 06 Marzo 2009 Riccione

50 METRI RANA MASCHILI – SEMIFINALI

  • Record del mondo: Adam Peaty, Gran Bretagna – 25.95
  • Record dei campionati: Qin Haiyang, Cina – 26.44 (2023)

PRIMI 8 QUALIFICATI:

Qin Haiyang lo ha fatto di nuovo. La superstar cinese è stata dominante questa sera nelle semifinali dei 50 rana maschili, nuotando in 26.38. La nuotata è stata inferiore a quella delle batterie, che aveva nuotato in 26.44, segnando un altro record dei campionati nell’evento. È stata una nuotata eccezionale per Haiyang, che fino a questo momento a Chengdu non aveva mai raggiunto i suoi tempi ai Campionati Mondiali della scorsa settimana. Haiyang ha vinto l’oro a Fukuoka in 26.29, solo 0,09 secondi più veloce del suo tempo di stasera. Ha stabilito il record asiatico in semifinale ai Mondiali, dove ha nuotato in 26,20.

L’italiano Ludovico Viberti è stato il secondo nuotatore più veloce di stasera, con un tempo di 27,55. Il suo compagno di squadra italiano, Alessandro Pinzuti, ha pareggiato per il terzo posto con il sudafricano Michael Houlie (27.57).

STAFFETTA 4×100 STILE LIBERO MISTA – FINALE

  • Record del mondo: Australia – 3:19.38
  • Record dei campionati: N/A

PODIO

  • ORO: China – 3:25.38 (Championship Record)
  • ARGENTO: Italy – 3:26.75
  • BRONZO: Brazil – 3:27.82

Essendo la prima volta che la staffetta mista 4×100 stile libero è presente ai WUGS, il record dei campionati di 3:31.14, stabilito dal Brasile nelle batterie di questa mattina, è stato cancellato, con le prime 6 squadre che hanno terminato la gara al di sotto di questa soglia.

A metà gara non c’erano dubbi che la Cina avrebbe vinto la gara. Allo scambio dei 200 metri, la Cina era in svantaggio sul Brasile di soli 0,23 secondi e, con Li Bingjie e Zhang Yufei in attesa, la gara era finita a quel punto. L’unico barlume di speranza per le altre squadre in gara era che Yufei era reduce dalla finale dei 100 farfalla femminili da soli 10-15 minuti, quindi avrebbe potuto accusare un po’ di stanchezza.

Infatti, Yufei ha stabilito un tempo di 54.26 per guidare la Cina, un tempo che è quasi un secondo intero lontano dal 53.34 che ha nuotato per vincere i 100 stile libero femminili nel terzo giorno dell’incontro. Nonostante ciò, Yufei è riuscita a staccare di poco l’Italia e il Brasile.

La Cina è stata guidata da Chen Juner in 48.40, poi Lin Tao ha stabilito un 48.77 nella seconda frazione, seguita da un enorme 53.95 di Li Bingjie nella terza frazione e, naturalmente, Yufei ha fatto l’ancora in 54.26. Il loro tempo di 3:25.38 segna un nuovo record di gara.

L’Italia è stata al fianco della Cina per tutta la prima metà della gara. Un 48,60 di Giovanni Izzo ha dato un buon tono alla squadra italiana. La squadra azzurra era composta anche da Giovanni Carraro, Paola Biagioli Anita Gastaldi.

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale graduated high school at the Italian Liceo Classico "T.L. Caro" where she was engaged in editing the school magazine. In 2002, she was among the youngest law graduates of the  Federico II University of Naples (ITA). She began her career as a Civil Lawyer, becoming licensed to practice law …

Read More »