Swimming Australia Approva La Revisione Dello Statuto

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

October 21st, 2023 Italia, News

Rischiando di essere espulso dalla World Aquatics a causa di molteplici problemi di conformità, il Consiglio di Swimming Australia ha approvato venerdì una revisione dello statuto per rendere i suoi membri più rappresentativi e inclusivi degli atleti.

Il nuovo statuto ha aggiunto una Commissione Atleti che nominerà i candidati per il Consiglio di Swimming Australia come Direttore Atleti.

Altre riforme hanno aumentato il numero di membri votanti alle assemblee generali. Inoltre, è stata innalzata la percentuale di voti necessaria per nominare un direttore come presidente.

Una fonte ha riferito a SwimSwam che Swimming Australia non ha riconosciuto il tre volte olimpionico Matthew Dunn come membro ex-officio con diritto di voto nel Consiglio e nell’Assemblea Generale, violando l’articolo 17.2 dello statuto di World Aquatics. World Aquatics ha avvertito Swimming Australia delle sue violazioni ad agosto e ha dato alla federazione 90 giorni di tempo per porvi rimedio.

I CAMBI AL VERTICE E L’INDAGINE

Le riforme di Swimming Australia arrivano sulla scia di un ricambio incredibilmente elevato di dirigenti all’interno dell’organizzazione.

Eugenie Buckley ha lasciato la carica di CEO dopo soli 18 mesi all’inizio di quest’anno. Leigh Russell e Alex Baumann hanno ricoperto il ruolo dopo le dimissioni di Mark Anderson nel 2017.

La federazione è anche alla ricerca del suo quinto presidente negli ultimi tre anni, dopo che Michelle Gallen si è dimessa il mese scorso per assumere la carica di CEO del National Sports Tribunal (NST). Il membro del consiglio direttivo Susan Smith è attualmente in carica come presidente ad interim. Lo scorso novembre, Tracy Stockwell è stata rimossa dalla carica di presidente di Swimming Australia dopo soli nove mesi.

Questa settimana è stata divulgata ai media un’indagine di due anni fa sul trattamento riservato da Swimming Australia a donne e ragazze. Nel rapporto non viene identificato nessuno e ci si chiede perché Swimming Australia si sia rifiutata di pubblicare i risultati. La leggenda del nuoto australiano Dawn Fraser è stata uno dei nomi di alto profilo a parlare dopo la diffusione della notizia. La quattro volte campionessa olimpica ha dichiarato di essere “molto delusa dal modo in cui Swimming Australia viene gestita”.

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE A law graduate, and attorney for 15 years while devoting herself to running her swimming-focused blog, Scent of Chlorine. In 2015, she collaborated with Italian swimming news websites before joining SwimSwam in 2017. She loves swimming from every point of view and in 2016  became an official of the Italian …

Read More »