Campionati Europei Belgrado 2024: Analisi E Risultati Finali Day 5

by Sofia Altavilla 0

June 21st, 2024 Europe, Italia, News

CAMPIONATI EUROPEI DI BELGRADO 2024

Quinta giornata della rassegna europea a Belgrado. Oggi in acqua finali e semifinali interessanti, qui di seguito il programma degli eventi della serata:

  • 100 metri farfalla femminili – finale
  • 200 metri stile libero maschili – finale
  • 200 metri rana femminili – finale
  • 100 metri dorso femminili – semifinali
  • 50 metri rana maschili – semifinali
  • 50 metri stile libero femminili – semifinali
  • 200 metri farfalla maschili – semifinali
  • 200 metri misti femminili – semifinali
  • 50 metri dorso maschili – finale
  • 1500 metri stile libero femminili
  • 4×100 metri stile libero mista

A Belgrado è ancora Daivd Popovici show: il ragazzo rumeno, dopo una grande prova nei 100 dell’altro ieri, fa segnare la prima prestazione stagionale nella doppia distanza, confermando il titolo europeo.

Protagonisti anche Emre Sakci, primo nelle semifinali dei 50 rana, con l’unico tempo inferiore ai 27 secondi, e Apostolou Christou che si riconferma re europeo della velocità con un 24.39 nei 50 dorso.

In vasca anche Anasatasia Gorbenko nei 200 misti, che si qualifica in finale con un 2:11 in controllo.

Il campione olimpico Kristof Milak sarà in corsia 4 durante la finale europea dei suoi 200 farfalla: con 1:54.64 stabilisce la sua seconda prestazione dell’anno dopo il Mare Nostrum.

100 FARFALLA DONNE – FINALE

  • Record del mondo: 55.18 – Gretchen Walsh, USA (2024)
  • Record europeo: 55.48 – Sarah Sjostrom, Svezia (2016)
  • Record dei campionati: 55,89 – Sarah Sjostrom, Svezia (2016)

PODIO

  1. Roos Vanotterdijk (BEL) 57.47
  2. Georgia Damasioti (GRE) 57.74
  3. Sara Junevik (SWE) 58.06

La gara dei 100 m farfalla femminili ci ha regalato il primo record nazionale della serata: la diciannovenne Roos Vanotterdijk ha realizzato il tempo più veloce della sua carriera, conquistando l’oro.
La Vanotterdijk ha fermato il cronometro in 57.47 e a lei si è aggiunta la seconda classificata, Georgia Damasioti, che ha nuotato in 57.74. La svedese Sara Junevik ha completato il podio con 58,06.
Per quanto riguarda la Vanotterdijk, la belga ha aperto in 26.89 e ha chiuso in 30.58, superando il suo precedente record nazionale di 57.82 ottenuto ai Campionati fiamminghi del 2023. Ciò significa che con la prestazione di stasera si è aggiudicata la 23esima posizione tra gli atleti più veloce al mondo in questa stagione.
Da parte sua, la Damasioti ha anche realizzato il suo primato personale e la prima volta che la nuotatrice greca è scesa sotto la soglia dei 58 secondi. Prima di questa gara, il record della Damasioti era il 58.76 registrato all’Acropolis Open di aprile.

200 STILE LIBERO MASCHILE – FINALE

  • Record mondiale: 1:42.00 – Paul Biedermann, Germania (2009)
  • Record europeo: 1:42.00 – Paul Biedermann, Germania (2009)
  • Record dei campionati: 1:42.97 – David Popovici, Romania (2022)

PODIO

  1. David Popovici (ROU) 1:43.13
  2. Danas Rapsys (LTU), 1:45.65
  3. Antonio Djakovic (SUI), 1:46.32

Ancora David Popovici show a questi Europei, con il 19enne che ha sfoderato una straordinaria prestazione in 1:43.13 per vincere i 200m stile libero maschili.
Ieri sera Popovici aveva ottenuto semifinale 1:46.15 per sondareil terreno, ma questa sera il numero 3 della storia ha ridotto di quasi 3 secondi la sua prestazione, sconfiggendo un campo di gara di livello mondiale e conquistando l’oro.
Gli intertempi di Popovici sono stati 23.83/26.25 (50.08)/26.71/26.34 . Danas Rapsys della Lituania conquista l’argento in 1:45.65, mentre l’ atleta svizzero Antonio Djakovic è stato il vincitore del bronzo.
A poche settimane dai Giochi Olimpici, Popovici ha fatto registrare l’unica prestazione sotto l’1:44 di tutto il mondo in questa stagione.
In questi campionati, il tedesco Lukas Maertens era al primo posto nella classifica mondiale con l’1:44.14 ottenuto ai campionati tedeschi di aprile. Il precedente record stagionale di Popovici, 1:44.74 del Mare Nostrum Tour del mese scorso, lo classificava al quarto posto, ma è ora balzato al primo posto. L’uomo da battere a Parigi è senza dubbio lui.

2023-2024 LCM Men 200 Free

DavidROU
POPOVICI
06/21
1:43.13
2Lukas
MÄRTENS
GER1:44.1404/27
3Sunwoo
HWANG
KOR1:44.4009/27
4Matthew
RICHARDS
GBR1:44.6904/07
5Duncan
SCOTT
GBR1:44.7504/07
View Top 31»

200 RANA DONNE – FINALE

  • Record mondiale: 2:17.55 – Evgeniia Chikunova, Russia (2023)
  • Record europeo: 2:19.11 – Rikke Pedersen, Danimarca (2013)
  • Record dei campionati: 2:19.84 – Rikke Pedersen, Danimarca (2014)

PODIO

  1. Kristyna Horska (CZE), 2:23.60
  2. Clara Rybak-Andersen (DEN), 2:25.20
  3. Lisa Mamie (SUI), 2:26.10

I 200 m rana femminili sono stati teatro di un altro record nazionale: la ventiseienne Kristyna Horska è salita sul podio con il primato ceco di 2:23.60. Il tempo è il più veloce della sua carriera, superando il 2:24.28 ottenuto ad aprile in occasione della gara di qualificazione di Eindhoven.
La Horska ha tenuto testa alla nuotatrice danese Clara Rybak-Andersen, che si è accontentata dell’argento con oltre un secondo di ritardo in 2:25.20. La perla svizzera Lisa Mamie è stata la medaglia di bronzo di stasera in 2:26.10.

100 METRI DORSO FEMMINILI – SEMIFINALI

  • Record del Mondo: 57.13 – Regan Smith, USA (2024)
  • Record Europeo: 58.08 – Kathleen Dawson, Gran Bretagna (2021)
  • Record dei Campionati: 58.08 – Kathleen Dawson, Gran Bretagna (2021)

TOP 8 – FINALISTE

  1. Roos Vanotterdijk (BEL) – 1:00.42
  2. Danielle Hill (IRL) – 1:00.52
  3. Adela Piskorska (POL) – 1:00.71
  4. Lottie Cullen (IRL) – 1:01.19
  5. Nika Sharafutdinova (UKR) – 1:01.20
  6. Hanna Rosvall (SWE) – 1:01.22
  7. Dora Molnar (HUN) – 1:01.39
  8. Lora Komoroczy (HUN) – 1:01.51

Solo poche gare dopo la vittoria con record nazionale sui 100m farfalla, la teenager belga Roos Vanotterdijk è tornata in vasca per disputare le semifinali dei 100m dorso femminili.
La Vanotterdijk si è assicurata il primo posto, approdando in corsia 4 con un tempo di 1:00.42. Il suo record personale è di 59,62 nell’aprile dello scorso anno.
Vanotterdijk ha un vantaggio di 0,10 sulla detentrice del record nazionale irlandese Danielle Hill, la 24enne che ieri sera ha conquistato la sua prima medaglia internazionale vincendo l’oro nei 50 metri dorso.
La Hill ha ottenuto un tempo di 1:00.52 per affiancare la Vanotterdijk nell’evento di domani sera, mentre la qualificata olimpica polacca Adela Piskorska sarà dall’altra parte con un tempo di 1:00.71.
Da notare che l’ungherese Dora Molnar, medaglia d’oro ai Campionati Mondiali Juniores del 2022, è in agguato come settima classificata con 1:01.39. È già qualificata per Parigi nei 200 metri dorso, ma cercherà di raddoppiare in questa gara più breve. Dovrà superare il tempo di qualificazione olimpica di 59,99 per riuscire nell’impresa.

50 METRI RANA MASCHILI – SEMIFINALI

  • Record del Mondo: 25.95 – Adam Peaty, Gran Bretagna (2017)
  • Record Europeo: 25.95 – Adam Peaty, Gran Bretagna (2017)
  • Record dei Campionati: 26.09 – Adam Peaty, Gran Bretagna (2018)

TOP 8 – FINALISTI

  1. Emre Sakci (TUR) – 26.93
  2. Bernhard Reitshammer (AUT) – 27.04
  3. Noel De Geus (GER) – 27.06
  4. Kristian Pitshugin (ISR) – 27.09
  5. Volodymyr Lisovets (UKR) – 27.25
  6. Heiko Gigler (AUT) – 27.33
  7. Peter John Stevens (SLO) – 27.35
  8. Nusrat Allahverdi (TUR) – 27.42

Il turco Emre Sakci, detentore del record nazionale, ha fatto registrare l’unico tempo inferiore ai 27 secondi nei 50 metri rana maschili, conquistando la testa di serie questa sera.
In questo evento non olimpico, il ventiseienne Sakci si è distinto con 26,93. Con un vantaggio di 11 centesimi sull’austriaco Bernhard Reitshammer e sul tedesco Noel De Geus, subito dietro con 27,06.
Il gruppo ha ancora un po’ di strada da fare per insidiare il record del britannico Adam Peaty (26,09), stabilito nel 2018. Nel frattempo, Sakci entra nella classifica mondiale stagionale alla posizione n. 16.
Da tenere d’occhio lo sloveno Peter John Stevens, che ha conquistato la settima posizione in 27,35, ma che possiede un record stagionale di 26,79 ai Campionati Mondiali di quest’anno.

50 METRI STILE LIBERO FEMMINILI – SEMIFINALI

  • Record del Mondo: 23.61 – Sarah Sjöström, Svezia (2023)
  • Record Europeo: 23.61 – Sarah Sjöström, Svezia (2023)
  • Record dei Campionati: 23.74 – Sarah Sjöström, Svezia (2018)

TOP 8 – FINALISTI

  1. Jana Pavalic (CRO) – 24.67
  2. Petra Senanszky (HUN) – 24.71
  3. Barbora Janickova (CZE) – 24.92
  4. Julie Kepp Jensen (DEN) – 24.94
  5. Kalia Antoniou (CYP) – 24.99
  6. Korneia Fiedkiewicz (POL) & Jessica Felsner (GER) – 25.00
  7. Theodora Drakou (GRE) – 25.11

Jana Pavalic ha ottenuto un nuovo record nazionale croato e ha conquistato la testa di serie nei 50m liberi femminili.
A soli 17 anni, è riuscita a strappare un tempo di 24,67 per conquistare la corsia 4, realizzando uno dei 5 tempi inferiori ai 25 secondi della serata.
La Pavalic ha ridotto di 0,10 centesimi il suo record nazionale e il suo precedente record di 24,77, ottenuto proprio all’inizio di questo mese all’Orso d’Oro.
Vedremo se riuscirà a mantenere il primato nella finale di domani, dove affronterà l’ungherese Petra Senanszky (24.71), seconda classificata, e la ceca Barbora Janickova (24.92).

200 METRI FARFALLA MASCHILI – SEMIFINALI

TOP 8 – FINALISTI

  1. Kristof Milak (HUN) – 1:54.64
  2. Krzysztof Chmielewski (POL) – 1:55.12
  3. Michal Chmielewski (POL) – 1:55.76
  4. Richard Marton (HUN) – 1:56.05
  5. Apostolos Siskos (GRE) – 1:56.42
  6. Polat Turnali (TUR) – 1:56.94
  7. Ondrej Gemov (CZE) – 1:57.13
  8. Kregor Zirk (EST) – 1:57.15

Il detentore del record mondiale e campione olimpico in carica Kristof Milak ha dominato le semifinali dei 200 metri farfalla maschili, realizzando il tempo di 1:54.64 e conquistando facilmente il primo posto.
Ha scalzato il leader delle batterie del mattino, il polacco Krzysztof Chmiewlewski, che ha fatto segnare il tempo di 1:55.12, seguito dal fratello gemello Michal Chmiewlewski, che ha fatto segnare 1:55.76 per la terza posizione.
Milak è attualmente il numero 2 al mondo in questa stagione, con un record stagionale di 1:53.94 al Mare Nostrum Tour. Solo il giapponese Tomoru Honda, medaglia d’argento olimpica, è stato più veloce, con un record stagionale di 1:53.15 ai Giochi Asiatici di settembre.

200 METRI MISTI FEMMINILI – SEMIFINALI

  • Record del Mondo: 2:06.12 – Katinka Hosszú, Ungheria (2015)
  • Record Europeo: 2:06.12 – Katinka Hosszú, Ungheria (2015)
  • Record dei Campionati: 2:07.30 – Katinka Hosszú, Ungheria (2016)

TOP 8 – FINALISTI

  1. Anastasia Gorbenko (ISR) – 2:11.61
  2. Tamara Potocka (SVK) – 2:12.42
  3. Leah Schlosshan (GBR) – 2:12.70
  4. Lea Polonsky (ISR) – 2:12.93
  5. Lena Kreundl (AUT) – 2:13.25
  6. Dalma Sebestyen (HUN) – 2:13.57
  7. Barbora Seemanova (CZE) – 2:14.14
  8. Ellie McCartney (IRL) – 2:14.37

Le semifinali dei 200m misti femminili si sono svolte in sordina, con nessun atleta che è sceso sotto la soglia dei 2:11.
La detentrice del record nazionale israeliano Anastasia Gorbenko ha guidato la gara con un tempo di 2:11.61, ben lontano dal 2:08.55 stabilito il mese scorso al Mare Nostrum Tour.
Molto probabilmente sarà una gara per il secondo posto durante la finale di domani sera, anche se la slovacca Tamra Potocka e la britannica Leah Schlosshan le daranno la caccia. Lo sforzo di Potocka di 2:12.42 ha fatto segnare un nuovo record nazionale, stimolando la sua campagna per una medaglia durante la finale.

50 DORSO UOMINI – FINALE

  • Record mondiale: 23.55 – Kliment Kolesnikov, Russia (2023)
  • Record europeo: 23.80 – Kliment Kolesnikov, Russia (2021)
  • Record dei campionati: 23.80 – Kliment Kolesnikov, Russia (2021)

PODIO

  1. Apostolos Christou (GRE), 24.39
  2. Ksawery Masiuk (POL), 24.63
  3. Evangelos Makrygiannis (GRE), 24.74

I primi tre classificati della semifinale di ieri sera hanno mantenuto le loro posizioni, con l’atleta greco Apostolos Christou che ha conquistato l’oro in 24,39.
Il record nazionale di 24,36 è stato mancato di soli 3 millesimi, stabilito all’edizione del 2022 di questi Campionati europei.
Il polacco Ksawery Masiuk, detentore del record nazionale, ha conquistato l’argento in 24.72, negando per poco la doppietta greca.
Evangelos Makrygiannis si è accontentato del bronzo in 24.73, mentre altri tre nuotatori sono scesi sotto la barriera dei 25 secondi: Michael Laitarovsky (ISR) 24.87, Raif Tribuntsov (EST), 24.89, Adam Jaszo (HUN), 24.97.

1500 STILE LIBERO FEMMINILE – FINALE

  • Record mondiale: 15:20.48 – Katie Ledecky, USA (2018)
  • Record europeo: 15:38.88 – Lotte Friis, Danimarca (2013)
  • Record dei campionati: 15:50.22 – Boglarka Kapas, Ungheria (2016)

PODIO

  1. Vivien Jackl (HUN), 16:06.37
  2. Celine Rieder (GER), 16:15.98
  3. Fleur Lewis (GBR), 16:17.53

La quindicenne ungherese Vivient Jackl ha vinto il suo primo titolo ai Campionati europei nei 1500m liberi femminili.
L’adolescente ha fermato il cronometro a 16:06.37 per battere le rivali di oltre 9 secondi, migliorando il suo precedente record personale di 16:14.39 registrato ai Campionati ungheresi di quest’anno.
Ora è l’undicesima atleta più veloce al mondo in questa stagione e ha superato il tempo di qualificazione olimpica World Aquatics di 16:09.09 necessario per i Giochi Olimpici del mese prossimo.

STAFFETTA 4×100 STILE LIBERO MISTA – FINALE

  • Record del Mondo: 3:18.83 – Australia (2023)
  • Record Europeo: 3:21.68 – Gran Bretagna (2023)
  • Record dei Campionati: 3:22.07 – Francia (2018)
  1. Ungheria, 3:25.69
  2. Polonia, 3:26.53
  3. Germania, 3:27.01

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments