Aspettando ISL : I DC Trident, Il Ritorno Di Natalie

I DC TRIDENT

Stando a quanto lei stessa dichiara nel suo personale sito web Kaitlin Sandeno è la perfetta incarnazione dello stereotipo a stelle e strisce di una Wonder Woman che passa dal mondo dello sport a quello del business senza dimenticare di aiutare il prossimo. 4 medaglie olimpiche in 2 edizioni (2000 e 2004) Kaitlin è ora motivational speaker, commentatrice tv, promotrice di eventi, coproprietaria di un brand di pinne e portavoce statunitense per la Jessie Rees Foundation in favore della lotta contro il cancro. Nonostante i suoi molteplici impegni l’ex nuotatrice non ha saputo resistere all’idea di essere parte attiva di questo nuovo progetto che grazie all’ISL proietta il nuoto in un’ottica di showbiz. Così Kaitlin durante la promozione del suo libro “Golden Glow” ha accettato la proposta di ricoprire l’incarico di General Manager per la squadra dei DC Trident.

Il team avrà la sua sede all’Eppley Aquatic Center presso l’Università del Maryland approfittando in particolar modo del fatto che quest’ultima non possieda una propria squadra di nuoto e possa così ospitare la franchigia e portare gli spalti gli appassionati di nuoto della zona.

LA STELLA

E’ l’idolo di casa. Nata e cresciuta nel Maryland da una mamma nuotatrice, Kathleen Genevieve Ledecky, o come tutti la conosciamo Katie Ledecky è senza dubbio l’atleta di punta dei Trident. Dopo aver stupito il mondo nel 2012 agguantando l’oro olimpico degli 800 metri stile libero quando aveva solo 15 anni, Katie ha poi interpretato il ruolo di protagonista nel panorama internazionale fino ad oggi. Vanta 5 ori alle Olimpiadi, 15 ai campionati mondiali e detiene attualmente 3 primati del mondo. La sua capacità di coprire tutte le distanze dello stile libero la renderanno di certo la punta più affilata del tridente di Washington e il suo strapotere in alcune distanze potrebbe risultare utile per gestire le energie nel caso di più impegni nel corso della stessa sessione di gare poichè nel format ISL non è la prestazione cronometrica a contare quanto l’ordine di arrivo.

LA STORIA

Probabilmente il fatto che non abbia mai pronunciato la parola ritiro impedisce di definire quello di Natalie Coughlin come un vero e proprio ritorno, senza contare che in tal caso sarebbe pure il secondo.

Andiamo con ordine.

Natalie Coughilin è, al pari di Jenny Thompson e Dara Torres, la nuotatrice più medagliata della storia dei Giochi Olimpici. E’ stata la prima donna ad abbattere nei 100 dorso il muro del minuto prima e quello dei 59 ” poi. e’ la prima a vincere in questa stessa specialità due edizioni consecutive delle Olimpiadi. Dopo la rassegna a cinque cerchi di Pechino dove Natalie ha conquistato 6 medaglie, decide di prendere una pausa dalle competizioni senza rilasciare però alcuna dichiarazione in merito. Torna 18 mesi dopo, quando nel 2010, vince 4 medaglie ai giochi Pan Pacifici ricomincia a imporsi a livello internazionale fino ad agguantare la sua dodicesima medaglia olimpica a Londra 2012. Decide poi di concentrarsi nelle gare veloci dello stile libero proseguendo la sua carriera fino al 2015.

Dopo un’altra lunga pausa caratterizzata anche dal matrimonio e dalla maternità, Natalie, all’alba dei 37 anni, tornerà in acqua per difendere i colori dei DC Trident raccogliendo l’invito della sua cara amica, e ora GM, Kaitlin Sandeno che ha dichiarato: “voglio una squadra di donne forti, che siano d’esempio a tutto il mondo e che dimostrino il loro valore e se penso alla donna forte per eccellenza penso a Natalie Coughlin“.

LA SORPRESA

Andreas Vazaios. Greco di stanza negli Stati Uniti d’America, ha 25 anni ed è nel pieno della maturità atletica. Ha partecipato a due edizioni dei Giochi per la squadra ellenica aumentando però nel corso degli anni le frecce disponibili per il suo arco. Mistista dalle ottime frazioni iniziali ha scoperto di poter competere anche nei 200 metri farfalla, gara nella quale ha vinto un argento europeo di vasca corta da outsider. Ha recentemente conquistato il pass per rappresentare la sua nazione a Tokyo 2020 nei 200 misti. Con questo risultato in tasca potrebbe permettersi di preparare al meglio gli appuntamenti della International Swimming League.

IL ROSTER

I DC Trident pescano a piene mani nel bacino statunitense, la stragrande maggioranza della squadra è infatti a stelle e strisce, i pochissimi europei hanno quasi tutti trascorso degli anni in America. Caso particolare è quello della stile liberista Apostalon che possiede il doppio passaporto, Americano e della Repubblica Cieca.

RANKING

  • STELLE E SUPERSTAR:  ♥ ♥ ♥
  • ADATTABILITA’ AL FORMAT ISL:  ♥ ♥
  • CHIMICA DI GRUPPO :  ♥ ♥ ♥ ♥
  • PROFONDITA’ DELLE SECONDE LINEE : ♥ ♥ ♥
  • VALUTAZIONE COMPLESSIVA ♥ :  12 / 20

In This Story

Leave a Reply

About Aglaia Pezzato

Aglaia Pezzato

Cresce a Padova e dintorni dove inizialmente porta avanti le sue due passioni, la danza classica e il nuoto, preferendo poi quest’ultimo. Azzurrina dal 2007 al 2010 rappresenta l’Italia con la nazionale giovanile in diverse manifestazioni internazionali fino allo stop forzato per due delicati interventi chirurgici. 2014 Nel 2014 fa il suo esordio …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!