9° Match Di Regular Season ISL 2020: Recap E Risultati Live

INTERNATIONAL  SWIMMING LEAGUE- MATCH 9-RECAP LIVE 

9° match alla Duna Arena di Budapest per la seconda stagione di International Swimming League.

Siamo ormai agli sgoccioli della regular season e attendiamo di sapere quali saranno le 8 squadre ad accedere alle semifinali. I DC Trident hanno già lasciato l’isola poiché matematicamente fuori dal lotto.  Energy Standard favorita alla vittoria del match, sfida aperta per il secondo posto.

Oggi in acqua:

PROGRAMMA GARE 9° MATCH DAY 1

  • 100 farfalla
  • 200 dorso
  • 200 rana
  • 4×100 stile donne
  • 50 stile libero
  • 200 misti
  • 50 rana
  • 4×100 stile uomini
  • 50 dorso
  • 400 stile libero
  • 4×100 mista uomini e donne

Match9_Startlists_Day 1

CORSIE

1&2: Tokyo Frog Kings

3&4: Energy Standard

5&6: Iron

7&8: Toronto Titans

RISULTATI LIVE

100 FARFALLA FEMMINILI

 

 

 

 

 

 

 

Completamente ripresa dal piccolo infortunio della settimana scorsa, Sarah Sjostrom torna ad essere schierata nei 100 metri farfalla. Energy Standard le affianca Maddy Banic per contrastare Ranomi Kromowidjojo e le due atlete giapponesi dei Tokyo Frog Suzuka Hasegawa Yui Ohashi che nella distanza più lunga si sono dimostrate dominanti nei loro Match. La Hasegawa detiene il record ISL nei 200 metri farfalla.

Energy Standard subito all’attacco con un 1-2 sferrato alla prima gara. Conquista il primo posto Sarah Sjostrom con il tempo di 55.35 e, inaspettatamente, prende anche punti jackpot da Yui  Ohashi dei Tokyo Frog. Seconda con 55.84 Maddy Banic.

 

100 FARFALLA MASCHILI

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche nella gara al maschile la maggiore minaccia per Chad le Clospotrebbe arrivare daiTokyo Frog Kingsche hanno ai blocchi di partenza Takeshi KawamotoEnergy Standard può contare su un roster molto solido sia nello stile libero che nello stile farfalla veloce. Inoltre, sono ben coperti sia per quanto riguarda le donne che gli uomini, con molte possibilità di turnazione dei concorrenti.

Grande recupero di Chad le Clos su Takeshi Kawamoto Nicholas Santos. Le Clos risale dalla terza alla prima posizione e conquista la gara con il tempo di 49.33

200 DORSO FEMMINILI

Sfida a 3 nei 200 dorso femminili con le due atlete dei Toronto Titans che colgono il primo e il terzo posto. Davanti a tutti la Bratton, campionessa mondiale di vasca corta sulla distanza, con 2.01.77.

Al secondo posto si infila nel duo canadese Emily Seebhom per Energy Standard.

200 DORSO MASCHILI

Rylov e Kolesnikov fanno doppietta per il Team Energy Standard, non riesce la rimonta sul finale di Ryosuke Irie che si deve accontentare del 3° posto. 1:48.62 per la vittoria e un totale di 17 punti per la squadra campione in carica che inizia già a prendere il largo sugli avversari.

200 RANA FEMMINILI

Con 2:18.47 Kelsey Wog vince davanti alle 2 giapponesi si conferma in gran forma. Le prime 4 posizioni sono divise tra Tokyo e Toronto con Ulyett al 4° posto che aggiunge 5 punti ai 12 conquistati dalla Wog.

200 RANA MASCHILI

Anton McKee non ha bisogno della sua miglior prestazione per aggiudicarsi la vittoria davanti al compagno di squadra Persson, è sufficiente nuotare 2:03.41. 16 punti per i Toronto Titans che grazie alle gare a rana fanno un grosso bottino di punti.

4X100 STILE LIBERO FEMMINILE

Energy Standard schiera una staffetta di un’altra categoria con Pernille Blume , Siobhan Haughey, Femke Heemskerk e Sarah Sjostrom e vince per distanza davanti a Tokyo e Toronto. 24 punti per la prima formazione che porta gli Energy Standard a 106.5 punti.

50 STILE LIBERO MASCHILE

Uno dei cambiamenti più significativi è che Florent Manaudou e Vlad Morozov non partecipano al primo giorno di questo match. In genere Manaudou domina i 50 metri stile libero per Energy Standard, ma oggi ci sarà  Sergey Shevstov al suo posto. Morozov,  che ha già vinto i 50 stile per i Tokyo Frog Kings oggi è sostituito da Shinri Shouri.

Vince dalla corsia 1 Bruno Fratus grazie ad un ottimo arrivo che anticipa di 9 centesimi Lobanovszkij. Fratus è l’unico sotto i 21″ con 20.98. 5°posto per Marco orsi in 21.52 schierato dal team Iron per la prima volta nei 50 stile in questa stagione di ISL.

50 STILE LIBERO FEMMINILI

Sarah Sjostrom non soffre la stanchezza della 3° fatica di giornata e vince i 50 stile femminili in 23.42. Seconda Ranomi Kromowidjojo che era stata tenuta a riposo nella staffetta di qualche minuto fa per tentare l’attacco ad Energy Standard. Attacco non riuscito, merito anche del 3° posto di Femke Heemskerk.

200 MISTI MASCHILI

I 200 metri misti maschili oggi saranno una gara da non perdere. Kosuke Hagino affronterà Max Litchfield e Leonardo Santos di Iron. Tokyo è attualmente imbattuta sia dal lato maschile che femminile nei 400 misti con Hagino e Yui Ohashi per le donne.

Kosuke Hagino nuota un buon 1:52.84 guidando la gara per tutti i 200 metri. Alle sue spalle Leonardo Santos. Tutti gli atleti in acqua riescono a portare punti alla propria squadra.

200 MISTI FEMMINILI

Katinka Hosszu è distante dall’immagine della Lady di Ferro a cui ci aveva abituati negli ultimi anni. E’ quarta ma senza impensierire mai le posizioni di testa. Davanti è un assolo giapponese con Ohashi e Teramura che conquistano in tutto 19 punti utilissimi ai Tokyo Frog.

50 RANA MASCHILI

24 punti è quanto raccoglie Emre Skci nei 50 rana maschili. Il neo primatista europeo vince in 25.43 e permette al Team Iron di risalire la classifica. Secondo Ilya Shymanovich 25.59. 26.42 per Felipe Lima.

50 RANA FEMMINILI+

Benedetta Pilato vince con convinzione i 50 rana femminili nuotando bene e riuscendo nella sua tipica progressione nel secondo 25. 29.13 per lei e ben 19 punti conquistati in una sola gara. Seconda Hulkko, 29.46 che subisce la rivincita di Benedetta dopo l’ultimo scontro.

4X100 STILE LIBERO MASCHILE

Brent Hayden a 37 anni regala la vittoria ai Toronto Titans con una splendida rimonta in ultima frazione ai danni degli Energy Standard. Il punteggio totale premia comunque ES che sommando i punti delle 2 formazioni conquistano 22 punti. Da segnalare la frazione di Kliment Kolesnikov che nuota 45.41 (0.37 il cambio).

CLASSIFICA PROVVISORIA

  1. Energy Standard 203.5
  2. Tokyo Frog Kings 147
  3. Iron 129.5
  4. Toronto Titans 100

50 DORSO FEMMINILI

A sorpresa vince i 50 dorso femminili Tokyo grazie a Natsumi Sakai e piazza al 3° posto Simona Kubova. Al secondo posto Melanie Henique. Disastro Toronto con la favorita Kylie Masse solo quarta.

50 DORSO MASCHILI

Gara attesissima quella dei 50 dorso maschili. Si conclude con un parimerito tra Shane Ryan e Takeshi Kawamoto in 23.10. Terzo Ryosuke Irie in 23.30

400 STILE LIBERO FEMMINILI

Haughey, Smith e Andrusenko nuotato appaiate fino ai 300 metri quando la Smith decide di cambiare il ritmo e prova mettere distanza sulle avversarie. Conclude in 3:58.65 l’atleta in forza ai Tokyo Frog Kings. Anche la Haughey è sotto i 4 minuti 3:59.18.

400 STILE LIBERO MASCHILE

Fari puntati su Danas Rapsys che reduce dalla gara/spettacolo dello scorso match punta ora alla prestazione cronometrica. Gara di testa per lui che conclude in 3:39.66, andando vicino al tempo nuotato la scorsa settimana quando però si era fermato 6 secondi a causa dell’errore in cui era incappato.

4X100 MISTA FEMMINILE

Non c’è gara nella staffetta mista femminile. Energy Standard domina con la formazione 2 ed è seconda con la formazione 1. Grande prestazione di Benedetta Pilato che fa il vuoto contro le avversarie nuotando 1:03.03.

4X100 MISTA MASCHILE

Si conclude questo primo giorno del 9° match con la staffetta mista maschile che permette agli Energy Standard di vincere e conquistare il diritto di scelta per la Skin Race di domani. Secondi i Tokyo Frog Kings.

CLASSIFICA AL TERMINE DEL DAY 1

  1. Energy Standard 300.5
  2. Tokyo Frog Kings 235.0
  3. Iron 183.5
  4. Toronto Titans 155.0

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Aglaia Pezzato

Aglaia Pezzato

Cresce a Padova e dintorni dove inizialmente porta avanti le sue due passioni, la danza classica e il nuoto, preferendo poi quest’ultimo. Azzurrina dal 2007 al 2010 rappresenta l’Italia con la nazionale giovanile in diverse manifestazioni internazionali fino allo stop forzato per due delicati interventi chirurgici. 2014 Nel 2014 fa il suo esordio …

Read More »