Ranomi Kromowidjojo Racconta L’Esperienza Della Skin Race

INTERNATIONAL SWIMMING LEAGUE – GRUPPO B – MATCH 1 – DAY2

Ranomi Kromowidjojo è stata la protagonista ieri sera a Dallas dell’impresa di vincere la Skin race.

Una gara che noi in Italia definiamo “australiana”. Cinquanta metri a stile libero con eliminazione diretta. Da otto atleti ne rimangono quattro, poi i primi due si sfidano in una finalissima. Il vincitore conquista per la sua squadra il triplo del punteggio.

Ai blocchi di partenza otto esponenti femminili della velocità pura. Le più temute le due australiane ingaggiate dalla squadra londinese London Roar, Cate Campbell Emma McKeon.

Il team Iron schiera ai blocchi l’olandese insieme a Kim Busch.

I primi 50 metri sono conquistati da Cate Campbell con il tempo di 23.83. Ranomi è seconda con soli due centesimi di ritardo.

Il secondo round mette a dura prova la resistenza alla velocità. Le due australiane ci sono, ma è la Kromowidjojo a toccare per prima, con 24.09.

La finalissima è tra lei ed Emma McKeon.

Stremata Ranomi prova a sciogliersi subito dopo il tocco della piastra. Qualche bracciata sul dorso prima di risalire il bordo e sistemarsi di nuovo sul blocchetto.

Lo stacco allo start è ancora esplosivo, riesce a mantenere un leggero vantaggio sulla McKeon per tutti i 50 metri di gara. La regina della Skin race è Ranomi Kromowidjojo.

L’INTERVISTA

Sono stanca ancora adesso”

Queste le prime parole di Ranomi nell’intervista rilasciata dopo il match.

“Quando ho toccato la prima volta ho detto Ok, è facile. Poi la seconda volta è stato davvero difficile. Dopo la prima gara vedevo tutti che mi incitavano, urlavano il mio nome e mi sono divertita. Cantavo anche io. Ho pensato che magari anche dopo potevo cantare ed urlare con loro. Ma dopo la seconda gara pensavo soltanto a come riprendere fiato e concentrarmi. Pensavo “non sederti sulla sedia perchè dopo sarà peggio” ed allora camminavo, non volevo fermarmi”

SKIN RACE 50 METRI STILE LIBERO DONNE

ROUND 1

  1. Cate Campbell (LON) – 23.83
  2. Ranomi Kromowidjojo (IRO) – 23.85
  3. Emma McKeon (LON) – 24.01
  4. Margo Geer (LAC) – 24.22
  5. Beryl Gastaldello (LAC) – 24.23
  6. Pernille Blume (NYB) – 24.28
  7. Kim Busch (IRO) – 24.54
  8. Catie DeLoof (NYB) – 24.60

London Roar porta le sue due donne in finale. Emma McKeon sostituisce Bronte Campbell ma ottiene comunque il terzo posto, dietro Cate Campbell Ranomi Kromowidjojo

ROUND 2

  1. Ranomi Kromowidjojo (IRO) – 24.09
  2. Emma McKeon (LON) – 24.25
  3. Cate Campbell (LON) – 24.31
  4. Margo Geer (LAC) – 25.08

ROUND 3

  1. Ranomi Kromowidjojo (IRO) – 24.46
  2. Emma McKeon (LON) – 24.79

Bellissima gara di Ranomi Kromowidjojo la cui partenza ha fatto la differenza, poiché l’ha subito piazzata in testa, mantenendo il vantaggio sulla McKeon

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per …

Read More »

Want to take your swimfandom to the next level?

Subscribe to SwimSwam Magazine!