Anteprime Mondiali: Nei 200 Stile Tutti I Finalisti Di Tokyo 2020

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

December 13th, 2021 Italia

CAMPIONATI MONDIALI FINA IN VASCA CORTA 2021

Durante le ultime settimane vi abbiamo informato di molte assenze ai Campionati del Mondo FINA in vasca corta, che partiranno tra 3 giorni negli Emirati Arabi Uniti. Lo spettacolo ad Abu Dhabi, tuttavia, non sarà offuscato dalle assenze illustri, poiché grandi nomi del nuoto internazionale sono pronti a confrontarsi e scontrarsi in cerca di medaglie.

Una delle gare più avvincenti sarà i 200 metri stile libero maschili, che vede iscritti gli 8 finalisti delle Olimpiadi di Tokyo.

L’analisi è offerta da Braden Keith

200 METRI STILE LIBERO UOMINI

Finalisti delle Olimpiadi di Tokyo iscritti:

Con un campo così affollato di grandi nomi, bisogna subito rilevare che l’attuale leader mondiale in vasca corta non era presente nella finale olimpica. L’adolescente sudafricano Matthew Sates  ha stabilito il record del mondo juniores con il tempo di 1:40.65 durante la tappa a Berlino della Coppa del Mondo FINA, lo scorso ottobre.

Assente dalla finale olimpica anche il numero 3 al mondo in vasca corta, Aleksandr Shchegolev.

Questo lascia aperta la lotta per le medaglie.

DUNCAN SCOTTTOM DEAN

L’argento olimpico Duncan Scott ha partecipato alla ISL, ma ha nuotato poco i 200 metri stile libero. I London Roar hanno infatti utilizzato più Kyle Chalmers e Tom Dean, lasciando a Scott altre gare, come i 200 metri misti.

Ma dopo l’1:51 nei 200 misti a Eindhoven, possiamo pensare che Scott sia in buona forma per fare un gran tempo anche nei 200 stile.

Tom Dean, suo compagno di squadra, ha nuotato la gara un paio di volte durante la stagione ISL. Tuttavia, il miglior tempo di Dean è stato 1:43.25, il che presuppone uno stato di forma non ottimale.

La coppia rimane comunque la scelta più facile per l’oro.

Danas Rapsys (1:41.7), Fernando Scheffer (1:42.0) e David Popovici (1:42.1) hanno nuotato tempi simili in questa stagione, ma non rilevanti quanto quelli di Sates oppure del giovane sud coreano Hwang Sun-Woo, 1:41.1 alla Coppa del mondo del Qatar.

100 METRI STILE LIBERO UOMINI

Finalisti delle Olimpiadi di Tokyo iscritti:

#3 Kliment Kolesnikov, Russia
#4 Maxime Grousset, Francia
#5 Hwang Sun-Woo, Corea del Sud
#6 Alessandro Miressi, Italia
# 7 David Popovici, Romania

La sfida tra il campione ed il vice campione olimpico nei 100 metri stile libero dovrà aspettare ancora qualche mese. Con Caeleb Dressel Kyle Chalmers assenti, Abu Dhabi ci mostrerà il “futuro” della gara regina.  

La lotta potrebbe essere tra David Popovici  e Hwang Sun-Woo.

Entrambi tuttavia, hanno mostrato il meglio di loro stessi in vasca lunga, più che in quella da 25 metri.

Popovici ha chiuso al 10 ° posto agli Europei di Novembre in 47.21. Il 18enne Hwang ha nuotato 46.46 alla tappa di Doha della Coppa del mondo.

Kolesnikov, con un argento nei 100 dorso ed un bronzo nei 100 stile libero a Tokyo, ha nuotato 45.58 quando ha conquistato l’oro ai Campionati Europei di Kazan.

Sulla carta, nessuno dei presenti può battere il 45.58 del russo.

L’azzurro Alessandro Miressi è forse l’unico che può giocarsela contro Kolesnikov.  Ai Campionati Europei in vasca corta, Miressi conquistò l’argento con il tempo di 45.84, siglando il nuovo primato italiano.

Miressi, a differenza di Kolesnikov, non ha gareggiato nella finale ISL ed ha avuto una settimana in più per riposarsi e prepari ai Mondiali.

Il francese Maxime Grousset non ha gareggiato molto questo autunno. Questa settimana ai campionati francesi, presumibilmente in una fase di scarico, ha nuotato un 22.0 nei 50 stile. Otto decimi più lento del suo personale.

50 METRI STILE LIBERO UOMINI

Finalisti delle Olimpiadi di Tokyo iscritti:

#4 Michael Andrew, USA
#5 Ben Proud, Gran Bretagna
#7 Lorenzo Zazzeri, Italia
#8 Thom de Boer, Paesi Bassi

Il podio di Tokyo dei 50 stile libero maschili è assente dai Mondiali in vasca corta.

Il podio rimane dunque aperto, con atleti che hanno gareggiato molto in questa stagione ed altri meno.

Michael Andrew, il campione del mondo del 2016 nei 100 misti, era famoso per essere sempre presente a tante manifestazioni ed iscritto in molte gare.

La sua assenza dalle competizioni dopo le Olimpiadi è dunque un’incognita che si svelerà soltanto a partire da giovedì. Andrew è iscritto in 6 gare individuali in 6 giorni (che hanno tutte batterie/semifinali/finale). Inoltre, lo troveremo in 5 staffette. I 50 stile libero sono programmati a partire dal secondo giorno. Dunque, sarà abbastanza “fresco”.

Gli altri tre finalisti da Tokyo, Ben Proud, Lorenzo Zazzeri e Thom de Boer, sono tutti osservati speciali.

Proud ha stabilito il record britannico nei 50 stile libero due volte nell’ultimo mese alla ISL. Lorenzo Zazzeri ha avuto un ottimo Europeo culminato con l’argento nella distanza. Thom de Boer ha nuotato nella ISL sia le skin race che le gare individuali, con un personale stagionale di 20.84.

Oltre ai finalisti olimpici ci sarà il campione europeo nella distanza, Szebasztian Szabo che a Kazan conquistò l’oro con 20.72. Szabo ha dalla sua parte anche la coerenza, poiché è andato a 21,2 o meno, in 8 gare diverse in questa stagione.

 

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »