Tecnica: Il Segreto Per Migliorare I Calci a Delfino Subacquei

Stai cercando di migliorare i calci a delfino in subacquea?

Spesso i nuotatori vogliono migliorare le subacquee dopo aver visto qualcuno come Michael Phelps , Florent Manaudou, Tom Shields o Caeleb Dressel abbattere decimi importanti con i loro calci a delfino.

È impressionante da guardare, ed è difficile non sentirsi bruciare dentro dalla voglia di andare in piscina e fare la stessa cosa.

Quello che succederà dopo è questo: il nostro nuotatore andrà in piscina, proverà a spingere la subacquea fino a 15 metri per poche centinaia di metri. Poi si renderà conto che in superficie è più veloce che in subacquea e lascerà perdere, ritornano alle vecchie abitudini..

Il segreto per sviluppare un buon calcio subacqueo non è quello di passare da un breakout di 5 metri ad un breakout di 15 metri durante la notte. Innanzitutto sarà difficile trattenere il respiro per un nuotatore che non è abituato. Secondariamente, è probabile che la tua subacquea passata dai 5 ai 15 metri non sia attualmente più veloce della tua velocità in nuotata.

COME MIGLIORARE I CALCI A DELFINO IN MODO SOSTENIBILE

Il modo sostenibile per migliorare il calcio nel delfino è attraverso il noioso (e provato) metodo dei guadagni marginali.

Si fanno piccoli miglioramenti fattibili sia a breve termine che a lungo termine.

Il segreto è aggiungere un solo calcio ogni volta che ti stacchi dal muro, per tutto l’allenamento. Uno solo.

Né più né meno.

Un solo calcio non ti sembra abbastanza per migliorare?

Allora rifletti.

Diciamo che i tuoi allenamenti hanno una media di 4.000 metri. Se nuoti in vasca corta avrai circa 160 calci extra a delfino. Ad ogni allenamento.

Ora, se ti alleni 6 giorni a settimana, ed aggiungi un paio di doppi, per un totale di 8 allenamenti, stiamo aggiungendo altri 1.280 calci a delfino a settimana.

Pensi che inizierai a vedere dei miglioramenti abbastanza rapidamente facendo così tanti calci a delfino?

Puoi scommeterci.

Sicuramente migliorerai di più rispetto a provare standard irrealistici e poi bruciarti velocemente.

Ancora più importante, lo farai a tutte le velocità se lo fai dall’inizio alla fine dei tuoi allenamenti. Farai quell’unico calcio in più durante l’intensa attività di gara, durante il tuo lavoro in soglia e così via.

L’esperienza di Phelps

Michael Phelps, nella sua autobiografia del 2009 No Limits, ha descritto dettagliatamente come ha lavorato con Bowman nel 2002 sulla subacquea a delfino.

Allenatore e nuotatore hanno cominciato a includere progressivamente sempre di più nella loro formazione:

“Le regole dicono che ti è permesso di calciare sott’acqua per 15 metri. Durante l’estate del 2002, Bob e io decidemmo di lavorare quel calcio a delfino nel mio allenamento. Iniziammo nei miei set di Misti. Se avessimo fatto 10×400 misti ad esempio, avrei fatto una subacquea di 15 metri negli ultimi due, dalla rana allo stile. Poi lo inserivo negli ultimi quattro, poi sei, otto e infine dieci. “

La chiave per migliorare la subacquea è la coerenza. Non ti cimentare a fare subacquee di 15 metri per un allenamento e poi sentirti frustrato perché non vedi risultati abbastanza veloci.

DI OLIVIER POIRIER-LEROY

Olivier Poirier-Leroy è un ex nuotatore di livello nazionale. È l’editor di YourSwimBook , un diario di dieci mesi per i nuotatori professionisti.

Conquista il libro di allenamento mentale in piscina per i nuotatoriÈ anche l’autore del libro di esercizi per l’allenamento mentale pubblicato di recente per i nuotatori esperti , Conquer the Pool: la guida definitiva di Swimmer ad una mentalità ad alte prestazioni .

Combina ricerca psicologica sportiva, fogli di lavoro e aneddoti. Esempi di passato e presente dell’Olimpo per dare ai nuotatori tutto ciò di cui hanno bisogno. Conquisterai il lato mentale di questo sport.

Pronto a portare la tua mentalità al livello successivo?

Clicca qui per saperne di più su Conquer the Pool .

COACHES & CLUB: Yuppers-facciamo gli ordini di squadra di “Conquer the Pool” che include uno sconto squadra e un branding gratuito (il logo del club sulla copertina del libro) senza costi aggiuntivi.

Vuoi maggiori dettagli? Clicca qui per un preventivo gratuito su un ordine di squadra di CTP .

In This Story

Leave a Reply

Be the First to Comment!

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!