Olimpiadi Di Tokyo:I Premi In Denaro Che Le Nazioni Pagano Per Le Medaglie

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

January 17th, 2020 Italia

OLIMPIADI DI TOKYO 2020

Qualche giorno fa vi avevamo riportato l’aumento dei premi in denaro deliberato da Hong Kong per le medaglie che i suoi atleti conquisteranno alle Olimpiadi di Tokyo del prossimo Luglio.

Vediamo oggi quale tipologia di bonus viene offerto dalle altre nazioni.

Precisiamo che i bonus di cui parliamo non sono riferiti soltanto alle discipline acquatiche, ma a tutti gli sport presenti nel programma olimpico.

Il Regno Unito, ad esempio, non offre bonus specifici per le medaglie. Ogni anno però devolve circa 162 milioni di dollari di fondi governativi e della lotteria agli sport olimpici e paralimpici (Money Under 30).

Gli sport olimpici come il badminton, il basket e il surf, che non ricevono finanziamenti diretti, nel Regno Unito possono richiedere fino a 500.000 sterline di aiuto finanziario da un nuovo fondo istituito dal governo (The Guardian).

I premi riservati agli atleti sono visti un po’ in tutto il mondo come una piccola ricompensa per il duro lavoro, fisico e mentale che porta migliaia di persone ad inseguire il sogno olimpico.

PREMI IN DENARO PER LE MEDAGLIE OLIMPICHE

NAZIONE ORO ARGENTO BRONZO
Singapore 1,000,000 USD 500,000 USD 250,000 USD
Indonesia 746,000 USD 378,000 USD 188,000 USD
Kazakhstan 250,000 USD 150,000 USD 75,000 USD
Azerbaijan 248,000 USD 124,000 USD 62,000 USD
Italia 166,000 USD 83,000 USD 55,000 USD
Ungheria 125,000 USD 89,000 USD 71,000 USD
Russia 61,000 USD 38,000 USD 26,000 USD
Francia 55,000 USD 22,000 USD 14,000 USD
USA 37,500 USD 22,500 USD 15,000 USD
South Africa 37,000 USD 19,000 USD 7,000 USD
Germania 22,000 USD 17,000 USD 11,000 USD
Canada 15,000 USD 11,000 USD 8,000 USD
Australia 13,800 USD 10,350 USD 6900 USD

I dati sono estratti da Money Under 30.

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »

}