Cate Campbell Contro I “Leoni Da Tastiera”: “E’ Il Momento Di Parlare”

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

August 31st, 2018 Italia

L’australiana primatista mondiale  Cate Campbell  ha scritto una lettera aperta questa settimana. 

Si rivolge ai cosiddetti “leoni da tastiera” (in inglese “Keyboard Warriors ) ed a chi ha usato internet per criticare le sue prestazioni. In particolare parla delle Olimpiadi di Rio del 2016.

Cate Campbell nel 2016 stabilì il record del mondo nei 100 metri stile libero poco prima delle Olimpiadi. Questo la pose come favorita per l’oro nelle gare dei 50 e 100 mt stile libero.

Nelle due finali la Campbell finì quinta nei 50 mt e sesta nei 100 metri.

Questo scatenò i commenti critici dei fan australiani. A loro si è rivolta nella sua lettera aperta.

La Lettera di Cate Campbell

“Penso che sia arrivato il momento di parlare.

Non faccia-a-faccia, perché non dimentichiamo, voi siete senza volto, mentre io ci sono.

Ma alla fine, senza intermediari. L’uno all’altro. Nessun giornalista”.

La Campbell ha scritto di aver portato addosso il peso di una nazione. E’ stata vista come una ‘scommessa sicura’. Uno strumento per vantarsi, piuttosto che come un nuotatore ed una persona.

“Sarebbe stato un altro oro per il medagliere australiano.

Un altro motivo per gongolare insieme ai tuoi amici, un altro motivo per alzare quel XXXX pezzo di latta d’oro”. “Ma ero anche solo una persona. Ed a quanto pare, non ero la scommessa sicura.

Non ero un buon collaboratore al medagliere dell’Australia”

La Campbell continua a raccontare le proprie emozioni di quel momento, amplificate dal senso di delusione per le critiche:

“Ma io voglio solo farvi sapere, che nessuno poteva essere più deluso di me di quanto io lo fossi in quel momento.

Nessuno poteva vergognarsi di più di me di quanto già facessi io.

Non era possibile un giudizio più critico di quanto io giudicassi (ed in una certa misura lo faccio ancora) me stessa.

A dire la verità, sentivo il vostro disappunto, sentivo la vostra vergogna e ho sentito il vostro giudizio.

Per il futuro, quando vedete qualcuno che soffoca, non è perché a loro non importa. E’ perché si preoccupano troppo.

E mi interessava. Mi interessava perché sapevo che la mia prestazione poteva portare gioia a tante persone”.

La Campbell conclude chiedendo ai fan di rivedere il loro concetto di fallimento.

“Quindi, ecco il punto al quale voglio arrivare”:

 “Cambiamo il nostro modo di vedere il fallimento”

E’ visto come una parolaccia. Qualcosa di cui dovremmo vergognarci. Ma lasciate che vi dica, ci vuole un inferno di tempo, impegno, diligenza, perseveranza e, soprattutto, di coraggio per arrivare al punto in cui è possibile il fallimento.

Perché è lo stesso luogo dove il successo è possibile.

Invece di svergognare le persone, cerchiamo di applaudire il loro coraggio di andare a fare qualcosa che non siamo stati abbastanza coraggiosi o abbastanza in grado di fare noi stessi.

Piaccia o no, ho fatto ancora un lavoro migliore là fuori di quanto ognuno di voi sarebbe in grado di fare.

Ho una cosa da chiedere a voi prima di andare. E questo è per essere gentile.

Pensate prima di digitare.

Prima di iniziare a scaldarvi i pollici, chiedetevi se siete qualificati per sollevare la critica o l’insulto, che è a portata di mano.”

Potete leggere la lettera completa di Cate Campbell qui.  

Cate Campbell ha saltato i Campionati del Mondo 2017, in quello che lei chiama un “anno (dedicato – ndr) alla salute mentale”, per recuperare pienamente dagli infortuni e raggiungere lo stato ottimale di mente e corpo al fine di competere fino al 2020.

Quest’anno la Campbell ha vinto tre medaglie d’oro ai Giochi del Commonwealth e poi cinque ori ai Campionati Pan Pacific.

Originariamente riportato in lingua inglese da Jared Anderson. Puoi leggere l’articolo qui

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!