CAMPIONATO ITALIANO Vasca Corta Il Day One è Pioggia di Record

by Francesco Torrese 0

December 01st, 2017 Italia

  • Riccione 01/02 Dicembre
  • Stadio del Nuoto – Via Monte Rosa
  • Vasca 25 mt.
  • Risultati Gare

 Finali – 1° sessione

Cominciano i Campionati Italiani in vasca corta ed è subito spettacolo!
Allo Stadio del Nuoto di Riccione partenza a gas spalancato per Elena Di Liddo, Silvia Scalia e Martina Carraro.

400 stile Libero uomini.

Matteo Ciampi si aggiudica il primo titolo della carriera sulla distanza in 3:42.56, ad un centesimo dal primato personale. Il classe ’96 è seguito da Filippo Megli in 3:43.69 e da Alex Di Giorgio in 3:44.16.

50 dorso donne

Elena Di Liddo, specialista del delfino, fa una felice incursione nei 50 dorso stampando il proprio personale, 26.80, raggiungendo così il tempo limite per Copenaghen. Nella stessa batteria Silvia Scalia, 26.84, segue quanto fatto dalla Di Liddo. Record personale e pass per Copenaghen anche per lei. Completa il podio la velocista azzurra Erika Ferraioli in 27.49.

50 Farfalla uomini

Esordio stagionale con tanto di titolo invernale per Piero Codia nei 50 farfalla.
L’atleta del Centro Sportivo Esercito compre la distanza in 22.93 ad un decimo dal primato nazionale.
Matteo Rivolta si piazza a 3 centesimi dal compagno di nazionale e davanti all’Orso di Budrio Marco Orsi che stampa 23.19.

200 Stile Libero Donne

Prima volta senza la “Fede nazionale” nei 200 stile donne e prima vittoria, all’esordio nella distanza, per Laura Letrari con il crono di 1:56.26.
La bolzanina, in testa dal primo all’ultimo metro, è seguita sul podio da Stefania Pirozzi 1:57.48 e da Erica Musso 1:57.53.

50 Rana uomini

Fabio Scozzoli si esalta ancora una volta nella rana veloce chiudendo in 26.33 e vincendo lo scontro con il baby Nicolò Martinenghi, 26.89, che questa volta chiude addirittura terzo alle spalle di Alessandro Pinzuti che fa il personale in 26.86.

100 rana donne

Nei 100 rana donne Martina Carraro, già qualificata nei 50, conquista il primo titolo della stagione e si prenota per i Campionati Europei grazie al tempo di 1:05.73.
Battute dunque le rivali Arianna Castiglioni che fa 1:06.23 e Ilaria Scarcella che chiude in 1:06.70.

400 misti

Federico Turrini nell’ultima batteria dei 400 misti gareggia in solitudine e chiude in 4:08.20. Il primo degli inseguitori è Lorenzo Tarocchi che fa segnare 4:10.58, seguito a sua volta da Mattia Bondavalli in 4:11.13.

100 farfalla

Giusto il tempo di tirare un attimo il fiato e la Di Liddo si rituffa per i 100 farfalla raccogliendo un’altra ottima prestazione.
57.12, appena dietro Ilaria Bianchi in 56.94, nuovo personale e ancora pass.
La ragazza di Bisceglie conclude così una prima sessione di gare di alto livello. Claudia Tarzia in 59.31 completa il podio.

Staffette

La prima sessione di gare si conclude con il Record Italiano delle Fiamme Oro Roma nella 4×50 stile libero maschile con il tempo di 1:26.56 cancellando il record storico detenuto dal Circolo Canottieri Aniene dal 2009.
Il Centro Sportivo Esercito e il Team Lombardia si dividono le restanti medaglie rispettivamente con i tempi di 1:26.87 e 1:27.51.

Finali – 2° sessione

200 farfalla uomini

Seconda sessione di gare da incorniciare! Piovono record nazionali.
Nei 200 farfalla uomini l’osservato speciale Giacomo Carini si fa soffiare il titolo da un Matteo Rivolta sontuoso. Il milanese in forza alle Fiamme Oro Roma sbalordisce tutti stabilendo il nuovo Record Italiano in 1:53.06 e prenota il biglietto aereo per la Danimarca. Filippo Berlincioni recupera fino alla seconda posizione e chiude in 1:54.31 davanti a Matteo Pelizzari 1:54.42.

200 dorso donne

Standing ovation anche per Margherita Panziera. La ragazza delle Fiamme Oro Roma “ruba” il Record Italiano dei 200 dorso alla Pellegrini abbassandolo a 2:03.15. Per la Panziera c’è anche il pass per Copenaghen. Carlotta Toni e Giulia Romatelli seguono la Panziera sul podio rispettivamente con i crono di 2:07.58 e 2:07.93.

200 rana uomini

I 200 rana maschili portano il nome di Claudio Fossi. L’atleta del Team Lombardia ha una condotta di gara perfetta e chiude in prima posizione con il tempo di 2:07.66. Beffato di soli 7 centesimi Edoardo Giorgetti. Bronzo per Flavio Bizzarri in 2:08.02.

50 stile libero donne

Attesa per l’esordio nella nuova veste da velocista di Federica Pellegrini. La pluricampionessa dei 200 stile si tuffa nella gara più veloce di tutte, i 50 stile, e porta a casa un argento oltre ad un buon riscontro cronometrico. La più veloce in assoluto è Erika Ferraioli che fa 24.26 e stacca il pass per gli Europei. Argento per Federica in 24.55 e bronzo per Aglaia Pezzato in 24.68.

100 dorso uomini

Sabbioni is back! 
L’atleta di casa, Simone Sabbioni, dopo un anno tribolato e costellato da problemi fisici, torna in grande stile. Nei 100 dorso si impone su tutti con il tempo di 49.96, nuovo Record Italiano. Il classe ’96 è il primo italiano ad abbattere il muro dei 50 secondi nelle quattro vasche a dorso e si candida come uno dei potenziali protagonisti in vista dei Campionati Europei. Alle sue spalle si piazzano Lorenzo Mora che in 50.81 conquista il pass per gli Europei e Matteo Milli in 51.20.

800 stile libero donne

Nella serie veloce degli 800 stile, come da copione, è Simona Quadarella a conquistare il titolo italiano. Il tempo conseguito dal bronzo mondiale di Budapest è di 8:19.34, davanti ad una consistente Martina De Memme 8:21.15 e Diletta Carli 8:22.15.

100 misti uomini

La vasca corta lo esalta e la voglia di tornare a far parlare di se ha fatto il resto. Questi gli ingredienti che hanno portato Marco Orsi a stabilire il nuovo Primato Italiano nei 100 misti. Il Bomber copre la distanza in 52.12, commettendo a detta sua qualche errore di troppo, ed assicurandosi così un posto sull’aereo in partenza il prossimo 13 dicembre. Alle spalle di Marco si piazzano Simone Geni in 53 netto e Fabio Scozzoli in 53.06. Anche per Geni è pass!

200 misti donne

I 200 misti donne sono stati una battaglia all’ultima bracciata. Ilaria Cusinato, Anna Pirovano e Laura Letrari hanno lottato senza risparmiarsi. La Cusinato nella frazione a rana è risalita in seconda posizione e nel 50 stile finale si è portata a casa il titolo con il tempo di 2:09.20. La Pirovano mantiene la seconda posizione e chiude in 2:09.51. Grande rimonta anche della Letrari che nella frazione a stile risale in terza posizione e porta via un bel bronzo con il tempo di 2:09.72.

100 stile libero uomini

Arriva poi il momento dei califfi della velocità. La gara è quella dei 100 stile. Ai blocchi di partenza è assente il detentore del primato italiano Marco Orsi. Luca Dotto e Filippo Magnini si scontrano con la New Generation! Il velocista azzurro, oro agli europei di Londra del 2016, parte come una scheggia e passa ai 50 in 22.39. Tutto perfetto se non fosse per l’opera d’arte disegnata da Zazzart. Lorenzo Zazzeri eclettico atleta del Centro Sportivo Esercito svernicia tutti passando in 22.18, ma l’opera non è ancora completa. Il ritorno è da applausi.
Il crono finale parla chiaro 46.72! Pass per Copenaghen e primo titolo italiano portato a casa. Dotto riesce a difendersi dall’attacco di Alessandro Miressi e chiude in 47.30. Bronzo dunque per Miressi in 47.38.

Staffetta

Le donne del Circolo Canottieri Aniene calano l’ennesimo Record Italiano di giornata. 1:48.79 e titolo italiano in tasca. Centro Sportivo Esercito e Fiamme Oro Roma seguono sul podio in 1:49.64 e 1:50.43.
Cala così con la 4×50 misti donne il sipario sulla seconda sessione di gare.

Appuntamento a domani per la grande chiusura.

 

SwimSwam e SwimSwam Italia seguiranno le gare da bordo vasca, con aggiornamenti in diretta.

Seguiteci anche su Facebook, Instagram e Twitter.

In This Story

Leave a Reply

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!