Buona la prima. Spettacolo allo Swimmeeting Alto Adige

by Francesco Torrese 0

November 06th, 2017 Italia

Allo Sport Centre “Maso della Pieve” si è dato ufficialmente inizio alla stagione natatoria azzurra. La città di Bolzano, come da tradizione ormai, ha ospitato la 21° edizione dello SWIMMEETING ALTO ADIGE.

In acqua non erano presenti solo gli azzurri, ma anche molte compagini, su tutte quella americana, quella tedesca e quella olandese. Ottima occasione dunque per tutti i partecipanti per mettersi in mostra e cominciare con il piede giusto la strada che condurrà all’appuntamento clou di dicembre, il XIX Campionato Europeo in vasca corta di Copenaghen (DEN).

La prima giornata di gare ha avuto in programma i 100 stile libero, i 50 rana, i 100 dorso, i 50 farfalla oltre alla staffetta 4×50 mista.
Doppiette scoppiettanti per i due protagonisti della prima giornata. L’olandese Kira Toussaint che segna il nuovo record della manifestazione nei 100 dorso con il crono di 58.16, dopo essersi aggiudicata anche i 100 stile in 54.10 avanti alla Pezzato 54.59 e alla Madison 54.76 e il recordman azzurro della rana Fabio Scozzoli che stabilisce il nuovo primato nei 50 rana in 26.24 mettendo in riga il brasiliano Lima 26.83 e l’enfant prodige Martinenghi 26.90. In chiusura di giornata il campione imolese bissa il successo imponendosi anche nei 100 misti in 54.61 davanti a Sabbioni 54.81 e al tedesco Kusch 54.98.

Fabio Scozzoli – Courtesy of Swimmeeting sud tirol – alto Adige

Buona la prova dell’Orso di Budrio. Marco Orsi, detentore dei record dello stile veloce in vasca corta, inizia la stagione nel modo migliore. Il crono finale di 48.49 è ancora lontano dal 46.04 di due anni fa, ma tornare a mettere la mano avanti a tutti dà sempre una grande iniezione di fiducia. Alle spalle dell’italiano ci sono il tedesco Kusch con 48.85 e il russo Lagunov con 49.30.

Nei 50 rana, in assenza della Castiglioni, Martina Carraro chiude senza troppi problemi in 31.02 davanti ad Ilaria Scarcella e a Lisa Angiolini che fanno segnare rispettivamente 31.51 e 32.10.

La dorsista azzurra Margherita Panziera nei 100 dorso non è troppo distante con il suo 58.48 dall’olandese Toussaint a differenza dell’altra olandese Tessa Vermeulen che chiude in 1:00.48. Nei 100 dorso sugli scudi Matteo Milli. L’atleta romano parte subito con la marcia giusta mettendosi alle spalle il detentore del record italiano della distanza Simone Sabbioni. Milli chiude in 52.37 precedendo sia Sabbioni in 52.47 che il tedesco Weisner in 53.87.

Acuto USA nei 50 farfalla dove Kendy Stewart fa sua la distanza in 26.24 toccando prima dell’italiana Elena Di Liddo 26.52 e dell’israeliana Ivri Amit 26.76. Da photofinish invece la gara al maschile dove Matteo Rivolta, 23.69, la spunta sul tedesco Kusch di soli 2 centesimi. Alle spalle di Kusch c’è il connazionale Razeto che fa 24.35.

La prima tornata di gare si chiude con i 100 misti dove la padrona di casa Laura Letrari conquista l’oro in 1:00.78 davanti ad Ivri Amit 1:01.18 e a Kira Toussaint 1:02.09.

Pezzato – Toussaint – Kennedy courtesy of Swimmeeting Alto adige Sud Tirol

La seconda giornata si apre con i 100 farfalla e a seguire 50 dorso, 100 rana, 50 stile e staffetta 4×50 stile.
La storia non cambia nella seconda e ultima giornata di gare. Scozzoli e Toussaint si confermano come le stelle della ventunesima edizione dello Swimmeeting Aldo Adige.
La ventitreenne olandese, dopo aver portato a casa i primi posti dei 100 dorso e dei 100 stile, trionfa anche nei 50 dorso e lo fa con tanto di record della manifestazione 27.12. Stessa impresa compiuta dal ranista italiano Fabio Scozzoli. Anche per lui infatti si tratta della terza vittoria (dopo i 50 rana e i 100 misti) e del secondo record della manifestazione con il tempo di 58.65 nei 100 rana. Il Fabio nazionale ancora una volta precede Martinenghi 58.75 e il brasiliano Lima 59.20.

L’americana Stewart dopo il buon 50 disputato nella prima sessione di gare fa suoi anche i 100 chiudendo in 57.99, anticipando alla piastra Elena Di Liddo 58.40 e Ivri Amit 59.04. Un velo di delusione accompagna i 100 maschili dove Matteo Rivolta non riesce a bissare il successo ottenuto nei 50 a causa di una consistente prova del tedesco Kusch che fa segnare 50.95 davanti al 52.07 di Matteo. Terzo gradino del podio per lo svizzero Aleksi Schmid in 54.72.

Assolo della Toussaint nei 50 dorso seguita dalla nostra Panziera 28.08 e da Beatrice Siboni 28.10. Rivincita in campo maschile per il velocista recordman Sabbioni che si prende i 50 con il tempo di 24.04 davanti a Milli 24.53 e a Niccolò Bonacchi 24.76.

Carraro dominatrice incontrastata della rana per questa edizione. La ventiquattrenne genovese si impone ancora una volta, con il tempo di 1:06.85, sulla Scarcella 1:07.70 e sulla Angiolini 1:09.02.

Largo agli specialisti dello stile veloce in chiusura di giornata. La statunitense Madison Kennedy si impone in 24.88 sulla concorrenza relegando in seconda posizione Erika Ferraioli 25.03 e l’olandese Toussaint 25.31. Senza storia invece la prova maschile, dove lo strapotere dell’Orso si è fatto sentire. Marco chiude in 21.90 le due vasche mettendosi alle spalle Lagunov 22.35 oltre a Santana e Kusch 22.45 e siglando una splendida doppietta 50/100.

La manifestazione è stata vinta dalla De Akker Team SSD ARL con 397 punti, mentre in seconda e terza posizione si piazzano la SSV Bozen 319 punti e Forum SSD – Assago 198 punti.

Potete consultare tutti i risultati cliccando qui.

In This Story

Leave a Reply

Be the First to Comment!

wpDiscuz