Verso Tokyo:Guida Per Gli Atleti Aggiornata-Continuano Le Proteste

OLIMPIADI DI TOKYO

I Giochi Olimpici prenderanno il via il 23 Luglio 2021. I preparativi fervono a Tokyo, dove si sta cercando di adattare l’evento sportivo più importante del mondo, alle nuove contingenze.

Con questa serie raccogliamo le notizie che riguardano i Giochi e che arrivano non solo dal mondo del nuoto.

IL COMITATO OLIMPICO INTERNAZIONALE (IOC) RILASCIA IL “PLAYBOOK” DEFINITIVO PER GLI ATLETI

Il Comitato Olimpico Internazionale ha rilasciato la terza edizione del playbook per gli atleti. Sono state inserite nei dettagli anche le sanzioni per gli atleti.

“Le contromisure COVID-19 descritte nel Playbook sono progettate per creare un ambiente sicuro per tutti i partecipanti ai Giochi. Allo stesso modo, offrono un ulteriore livello di protezione per i nostri ospiti, e i residenti del Giappone. È necessario aderire completamente al Playbook nei 14 giorni prima del viaggio, durante il viaggio e per tutta la durata del soggiorno in Giappone – mantenendo al minimo l’interazione con i non partecipanti ai Giochi”.

Nel documento, si specificano i protocolli da osservare nei 14 giorni prima dell’arrivo a Tokyo e durante la permanenza in Giappone.

Prima di partire per il Giappone, gli atleti saranno tenuti sia monitorare la loro salute per due settimane. Devono anche superare due separati Covid-19 test entro 96 ore prima della loro partenza.

Dopo l’atterraggio a Tokyo, gli atleti saranno tenuti a superare un altro test. Al di là dell’esito, dovranno trascorrere tre giorni in quarantena.

Il documento ha anche dettagliato le sanzioni in caso di violazione di queste regole. Ci sono cinque livelli di sanzioni. Vanno da un avvertimento per un’infrazione di livello uno alla squalifica per le infrazioni di livello quattro. Previste sanzioni pecuniarie  per il livello cinque.

I CITTADINI DI TOKYO CONTINUANO A CHIEDERE LA CANCELLAZIONE DEI GIOCHI

Con l’assemblea metropolitana di Tokyo attualmente in programma per il 4 luglio, il principale partito politico, Tomin First no Kai, sta spingendo per vietare gli spettatori alle Olimpiadi.

Nonostante ciò, gli organizzatori hanno già venduto oltre 200.000 biglietti per spettatori che vivono in Giappone.

La vendita dei biglietti si è basata sulla capacità totale della sede, rendendo disponibile la vendita di biglietti per il 42% della capacità massima.

Mentre si discute sul non autorizzare spettatori delle Olimpiadi, altri eventi sportivi giapponesi hanno continuato a permettere ai fan di assistere. Recentemente, la lega professionale giapponese di baseball ha visto oltre 13.000 fan assistere a una partita in uno stadio vicino a Tokyo.

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »