Parigi 2024: Non Ci Sarà Nuova Piscina, Gare In Strutture Già Esistenti

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

September 19th, 2020 Italia

I Giochi Olimpici del 2024 a Parigi, erano stati originariamente impostati per accogliere le gare del nuoto in vasca in una sede temporanea da 15.000 posti a sedere. La sede avrebbe anche ospitato alcune gare di pallanuoto.

Inizialmente si prospettò di costruire una struttura temporanea per contenere i costi. Il budget si aggirava intorno agli 80 milioni di Euro. Nel progetto di candidatura della capitale Francese, tale costo era stato preventivato per la struttura permanente, in 113 milioni di euro.

A due anni dall’annuncio della costruzione della piscina temporanea, gli organizzatori hanno rivisto il progetto.

Nel tentativo di contenere i costi, si sta abbandonando anche il progetto della sede temporanea e si sta puntando verso una struttura già esistente. La decisione sulla sede delle gare di nuoto sarà sottoposta all’approvazione del Consiglio Direttivo di Parigi 2024, il 30 settembre.

Il centro acquatico temporaneo doveva essere costruito di fronte allo Stade de France a Seine-Saint-Denis. Se i piani cambieranno, l’Arena di Parigi La Défense, la sede proposta per la ginnastica ai Giochi, è tra le opzioni per ospitare le gare di nuoto.

Parigi 2024 sta inoltre costruendo un centro acquatico permanente con una capacità di 5.000 posti a sedere. Questa struttura ospiterà il nuoto artistico, i tuffi e qualche gara di pallanuoto.

Uno dei punti di sostegno alla candidatura di Parigi era la costruzione di strutture sportive permanenti. Queste avrebbero valorizzato i quartieri parigini e promosso lo sviluppo dello sport rimanendo alla cittadinanza come eredità dei Giochi.

Parigi 2024 può godere di un budget di 6,8 di miliardi di Euro. Il comitato organizzatore è sotto attenta vigilanza per non sforare questo budget.

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »