Naked- 36 Foto Di Oliviero Toscani: La Disabilità Senza Aggettivi

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

November 06th, 2019 Italia

Naked. Ovvero, mettere a nudo la disabilità senza aggettivi.

I corpi degli atleti paralimpici sono raccontati attraverso 36 scatti del fotografo Oliviero Toscani e mostrati all’interno del Festival della Cultura Paralimpica, in corso a Padova.

Gli atleti sono stati ritratti dal maestro della fotografia. Le gigantografie sono esposte nel chiostro antico di Palazzo del Bo, a Padova.

Il progetto toccherà varie città italiane per poi approdare in Giappone, in occasione delle prossime Paralimpiadi di Tokyo 2020.

Tra gli atleti vi sono due campioni di nuoto paralimpico: Simone Barlaam ed Arianna Talamona.

Dal suo profilo Instagram, Arianna Talamona spiega cosa l’ha spinta ad accettare di essere ritratta senza veli:

View this post on Instagram

Ebbene si, mi sono messa a nudo! Quando mi hanno chiamata per propormelo ho accettato subito entusiasta, senza pensarci su molto.. poi, in qualche oretta, mi sono riempita di dubbi, insicurezze.. mettersi a nudo? Ma sono proprio sicura? Avevo paura, tanta. Ma ho pensato che mi sarei pentita più del non averlo fatto che del contrario. Non mi sono pentita per niente, anzi. Sono molto orgogliosa. Orgogliosa di mandare un messaggio di accettazione, amore per se stessi e bellezza in tutte le forme, come insegna @lovecurvy__laurabrioschi. Un po’ ho pensato a lei quando ho fatto le foto. E ho pensato che non potevo parlare di accettazione se per prima non lo facevo con tutta me stessa. Vi dirò, è stato davvero liberatorio! A breve arriveranno le foto originali, per ora guardate queste. L’ultima foto è la reazione di Roberto al nudo😂 La magnifica foto con Roberto è di @pietrorizzato . . . . Yes, i took a picture naked. When they asked me I was very happy and i said yes right away, but after some hours I was afraid and not sure. What am I going to do? Am I sure about it? But then I thought that I would regret not doing it and now I can proudly say I didn’t regret it at all. I am proud of myself and my body; I’m proud of sending a message of love and acceptance. I thought about @lovecurvy__laurabrioschi while I was doing it and it was an empowering experience. The originals will come shortly, but you can enjoy these for now. The last is Roberto’s reaction to the naked picture 😂😂 #talamonatakestokyo #comitatoitalianoparalimpico #FCP2019 #empowerment #nuda #naked @comitatoparalimpicoitaliano @olivierotoscanistudio @fabricaresearchcentre

A post shared by Arianna Talamona (@talamona94) on

Accettazione, amore per se stessi e rappresentazione della bellezza in tutte le sue forme.

E’ questo il messaggio che si intende inviare con questa mostra.

Spezzare i canoni estetici della bellezza dettati dalla cultura dominante ed esaltare il corpo e l’anima di atleti che rappresentano un esempio di forza. La scelta delle gigantografie mira proprio a questo.

FESTIVAL DELLA Cultura Paralimpica

Durate l’inaugurazione del Festival della Cultura Paralimpica, ieri a Padova, sono intervenuti anche i campioni del mondo Simone Barlaam Federico Morlacchi.

I due compagni di squadra, durante i Mondiali di Londra, svoltisi a Settembre, hanno emozionato il Mondo, vincendo ex aequo l’oro nei 100m farfalla.

Hanno dichiarato:

“La vittoria non l’abbiamo divisa, l’abbiamo condivisa. Il che significa che non vale la metà, bensì il doppio”. (Federico Morlacchi)

“E’ stata una trasferta incredibile. Oltretutto la medaglia d’oro condivisa ci ha permesso di superare gli Stati Uniti nel medagliere e di vincere la classifica finale” (Simone Barlaam).

Presente all’inaugurazione il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, che ha dichiarato:

“Siamo passati da una stazione a una Università, a voler sottolineare un comitato che ha una grande responsabilità. Non solo quella di curare la dimensione tecnico-agonistica dei nostri campioni, ma anche quella di sancire il diritto allo sport per tutti.

Lo sport è condivisione di differenze, condivisione di passioni”.

In This Story

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »

}