La Cattiva Abitudine Che Fa Impazzire Gli Allenatori

C’è una cattiva abitudine che fa impazzire il tuo allenatore.

Qualcosa che non pensi sia un grosso problema, che sembra innocuo. Qualcosa che fai e che è più forte di mille parole.

Può essere la cosa che ti impedisce di migliorare, può avere effetti fisici reali sul tuo corpo.

Allenatori, genitori, insegnanti. Tutti si accorgono quando agisci in un determinato modo.

Di cosa sto parlando?

Il cattivo linguaggio del corpo.

Le braccia incrociate. Il sospiro. Il brontolio sotto il tuo respiro. Le spalle rotolate. Occhi a terra. La scontrosità.

Potresti non renderti conto di quale effetto questo tipo di linguaggio del corpo abbia non solo su di te, ma su tutta la squadra.

Cosa finisce per dire di noi il linguaggio del corpo?

  • Non siamo sulla stessa lunghezza d’onda del resto del gruppo.
  • Abbiamo poca fiducia nell’allenamento, non ne abbiamo voglia.
  • Non ci importa se trasciniamo nella negatività il resto del gruppo.

UN BRUTTO LINGUAGGIO DEL CORPO CONTA DAVVERO?

A quanto pare, il modo in cui ci presentiamo in termini di postura mostra il nostro dispiacere e non migliora le cose.

Grazie ad uno studio condotto da ricercatori dell’Università della Columbia e di Harvard, abbiamo cercato di capire se il modo in cui ci presentiamo abbia un impatto fisiologico misurabile.

Ad un gruppo è stato dato l’incarico di tenere una “posa di potenza”. Pensa a Superman. Mani sui fianchi, spalle indietro, petto in avanti. Non solo questo gruppo si sentiva più fiducioso, ma ha avuto un aumento del testosterone (del 20%), una riduzione del cortisone e una maggiore apertura al rischio.

All’altro gruppo è stato chiesto di tenere una serie di posture a “bassa potenza”. Testa in giù, braccia incrociate, spalle arrotondate in avanti. Sai, lo sguardo brontolone e scontroso che vedi in un giovane nuotatore quando gli viene chiesto qualcosa che non vuole fare. Come si può intuire, questo gruppo ha sperimentato la reazione opposta del gruppo dei supereroi, con diminuzione dei livelli di testosterone, aumento del cortisone (l’ormone dello stress) e una ridotta tolleranza al rischio.

Il nostro cattivo linguaggio del corpo motiva la concorrenza.

In un altro studio è stato chiesto ad un gruppo di giocatori di tennis da tavolo di guardare i video della loro competizione. In ogni video hanno mostrato vari tipi di linguaggio del corpo. Dopo è stato chiesto di classificare la loro fiducia in sé stessi in base a ciò che mostravano gli avversari.

Non sorprende che la fiducia fosse bassa quando si guardavano gli avversari che mostravano un linguaggio del corpo positivo. D’altra parte, si sentivano sicuri di vincere contro chi mostrava un linguaggio del corpo negativo .

Questo significa che gli effetti del tuo linguaggio del corpo sono reali e avranno un effetto sulla competizione, sia che si tratti del grande incontro o semplicemente del nuotatore nella corsia accanto.

IL TAKEAWAY

Questo significa che devi camminare spavaldo sul bordo-vasca? Che dovresti sforzarti di apparire al 100% positivo e ottimista in ogni momento?

Non particolarmente. Soprattutto se questo non è il modo in cui mostri fiducia.

Ma dovrebbe essere un promemoria per tenere le spalle indietro, alzare gli occhi e sorridere.

Edizione in lingua originale di OLIVIER POIRIER-LEROY

Olivier Poirier-Leroy è un ex nuotatore di livello nazionale. È l’editore di YourSwimBook , un registro di dieci mesi per i nuotatori professionisti.

Conquista il libro di allenamento mentale in piscina per i nuotatoriÈ anche l’autore del libro di esercizi per l’allenamento mentale pubblicato di recente per i nuotatori esperti , Conquer the Pool: la guida definitiva ad una mentalità ad alte prestazioni .

Combina ricerca psicologica sportiva, fogli di lavoro, aneddoti ed esempi di passato e presente dell’Olimpo per dare ai nuotatori tutto ciò di cui hanno bisogno per conquistare il lato mentale di questo sport.

Pronto a portare la tua mentalità al livello successivo?

Clicca qui per saperne di più su Conquer the Pool .

 

Vuoi maggiori dettagli? Clicca qui per un preventivo gratuito su un ordine di squadra di CTP .

 

Leave a Reply

Be the First to Comment!

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!