Gli Allenatori Di Nuoto. Anime Complicate Del Bordo Vasca

Giusy Cisale
by Giusy Cisale 0

September 08th, 2018 Italia

L’allenatore di nuoto è una figura molto complessa.

Si evolve nei sentimenti del nuotatore ed acquista un ruolo anche nella vita oltre la piscina.

E’ un anima complicata che si aggira a bordo vasca.

Rumoroso eppure silenzioso. Presente, ma a volte invisibile. Vestito più dei suoi atleti, ma spesso nudo dinanzi alle loro fragilità.

Gli allenatori urlano, sbraitano, agitano le braccia.

Con le dita delle mani costruiscono segni interpretabili soltanto dai loro atleti.

Sono però silenziosi: negli abbracci, negli sguardi di delusione, nelle labbra serrate dopo un fallimento.

Non parlano, ma si fanno comprendere, con uno sguardo, un abbraccio. Con la mano sulla spalla vuole solo dirti che la prossima volta andrà meglio, che forse la colpa non è tua ma sua, e che da domani si impegnerà con te per far uscire il meglio dai tuoi allenamenti.

Sono sempre presenti: arrivano prima di tutti, vanno via molto tempo dopo che l’ultimo atleta è uscito dallo spogliatoio.

Ci sono.

Quando finito l’allenamento c’è chi vuole ancora nuotare, provare una gara, un tuffo, o anche soltanto sfogarsi. Sono presenti alle gare, anche se nessuno li paga per questo, anche se vuol dire sacrificare sempre una vita privata che anno dopo anno diventa sempre più difficile da gestire.

Ci sono, ma sono invisibili.

Si possono scorgere con il cronometro dalle tribune dietro cappellini e t shirt uguali ad altri mille. Si allontanano da podi e riconoscimenti. Sono poco avvezzi alle foto, perché sentono di non essere protagonisti.

Rivolti ai propri ragazzi più che a se stessi. Nessuna mania di protagonismo.

La loro passione è umile, quasi segreta, da custodire gelosamente contro il rumore del mondo.

Sono i padri e le madri che troviamo in piscina.

Conducono piccole manine spaventate, con gli occhialini di plastica colorata che sembrano più grandi del viso sul quale si incollano.

Buffe cuffiette e braccia che stringono forte le gambe per la paura di affrontare da soli l’ignoto.

Fissano nella mente e nei ricordi la prima figura che per loro rappresenta la scoperta. Non solo scoperta dell’acqua, ma delle proprie capacità, della forza che anche se piccoli possono avere se solo si lasciano andare.

Sono i fratelli e gli amici ai quali non ti vergogni di dire nulla. Sai che conoscono le tue debolezze e tue fragilità e non le useranno contro di te.

Sono la guida, l’autorità, ma sono anche le persone che non vuoi deludere, quelle alle quali vuoi dimostrare che il lavoro è stato fatto insieme, tu in acqua e loro fuori.

Un allenatore può insegnarti a nuotare, ad andare veloce, a vincere medaglie.

Un buon allenatore ti insegnerà a vivere. A portare nella tua vita quotidiana ciò che di meglio il nuoto ha insegnato prima a lui, e poi a te.

 

 

Leave a Reply

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

Ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto quasi per caso, …

Read More »

Don't want to miss anything?

Subscribe to our newsletter and receive our latest updates!