Piscine E Palestre Chiuse Fino Al 6 Aprile Il Nuovo DPCM

Piscine e palestre rimarranno chiuse fino al 6 Aprile.

Il DPCM firmato oggi dal Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi prolunga ancora la sospensione delle attività del comparto dello sport di base.

Sono stati i ministri Roberto Speranza e Maria Stella Gelmini, il presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro e il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli ad illustrare le nuove misure attraverso una diretta Facebook.

Durante la conferenza stampa il presidente del Consiglio Superiore di Sanità ha dichiarato:

Il principio guida del nuovo Dpcm è la tutela della salute.

Siamo convinti che per far ripartire il paese serva vincere la battaglia sanitaria. Per questo il decreto è un decreto di conservazione che mantiene anzitutto la divisione in colori dell’Italia.

MISURE DPCM

Palestre, piscine e piste da sci rimangono chiuse fino al 6 Aprile.

Nonostante la sospensione dell’attività

l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento“.

Palestre e piscine potranno rimanere aperte solo per consentire lo svolgimento di attività riabilitative o terapeutiche.

ZONA BIANCA

Vigono soltanto le misure anti contagio generali:

  • Indossare la mascherina
  • distanziamento sociale
  • igiene
  • divieto di assembramenti

Scuola

Nelle zone rosse tutte le attività in presenza vengono sospese.

Regioni arancioni e gialle: i presidenti delle Regioni potranno disporre la sospensione dell’attività scolastica

  • nelle aree in cui abbiano adottato misure più stringenti per via della gravità delle varianti
  • Dove vi sono più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco di 7 giorni
  • eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico.

Coprifuoco

Resta ovunque il coprifuoco dalle 22:00 alle 5:00 del mattino.

Nelle zone bianche le Regioni possono variare l’orario.

Spostamenti nazionali

In tutta Italia è vietato spostarsi tra regioni.

Si può uscire dalla propria regione soltanto per motivi di lavoro, salute e urgenza, possibilmente portando con sé il modulo di autocertificazione.

In zona arancione è vietato anche uscire dal proprio comune di residenza e rossa.

Cinema, musei e teatri

I musei potranno riaprire in zona gialla con un afflusso controllato.

Dal 27 marzo potranno aprire nelle Regioni gialle anche nel fine settimana, rispettando sempre il distanziamento e per una capienza del 25% su quella massima.

 

 

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale ha frequentato il Liceo Classico "T.L. Caro" dove era impegnata nella redazione della rivista scolastica. Nel 2002 è tra le più giovani laureate in Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli (ITA). Inizia il percorso di Avvocato Civilista, conseguendo nel 2006 l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato. Si avvicina al nuoto …

Read More »