Pensieri Di Acqua E Cloro. Da Un Nuotatore Per I Nuotatori

Siamo abituati a vedere i nuotatori in acqua. Nei loro movimenti sembrano perfetti. Tutto calcolato, una routine che si ripete giorno dopo giorno e che a chi guarda da fuori, sembra quasi semplice. 

Ma cosa c’è nella testa, nel cuore e nell’anima dei nuotatori?  Pasquale Sanzullo ci porterà in un viaggio attraverso immagini, suoni, pensieri e silenzi che fanno compagnia a chi nell’acqua vive, sogna, ride ed a volte piange.

 

Mi sono allontanato dalla tribuna lasciandomi alle spalle l’acqua ferma che mi ha fatto pensare a chi non sta mai fermo:

l’iperattivo.

Esistono teste che quando entrano sul piano vasca si dimenticano del mondo che c’è fuori.

Per  loro il mondo resta fuori mentre la testa è dentro l’acqua.

Poi ci sono i cervelli iperattivi che fabbricano pensieri e allestiscono immaginazioni anche dopo aver allacciato il costume ed il cuore deve prepararsi a battere duecento colpi al minuto.

Questi cervelli temono di restare a secco di fantasie e al contempo desiderano non averne più.

Quando sei accovacciato con un piede sul blocchetto e l’altro sull’aletta non puoi permetterti di pensare alle parole di Biden e Putin.

Non puoi permetterti di pensare a chi si ammala per i roghi tossici; non puoi permetterti di pensare a chi sta male e non lo dice.

L’empatia devi lasciarla al giudice dietro di te che ha la vista occupata dalle tue natiche.

FATICA E SOLLIEVO

Una volta caduto in acqua (molti si tuffano, alcuni cadono) capirai che ogni bracciata è insieme fatica e sollievo.

Mentre la fatica cresce i metri da soffrire diminuiscono, sentirai un nuovo dolore per ogni metro che avanzi e il fiato si accorcia mentre scorrono i secondi.

Penserai che non ha importanza quello che verrà dopo.

Quando ti abbasserai per l’ultima volta il costume bagnato e la natura delle tue emozioni cambierà per sempre.

Tocco la piastra e faccio una scoperta: la Terra ha continuato a girare mentre la fatica mi strizzava lo stomaco.

In This Story

0
Leave a Reply

Subscribe
Notify of

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

About Giusy Cisale

Giusy Cisale

 GIUSY  CISALE Giusy Cisale graduated high school at the Italian Liceo Classico "T.L. Caro" where she was engaged in editing the school magazine. In 2002, she was among the youngest law graduates of the  Federico II University of Naples (ITA). She began her career as a Civil Lawyer, becoming licensed to practice law …

Read More »